Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Da circa un mese ho una certa sensibilità a quel molare...

Scritto da Benedetta / Pubblicato il
Gentili dottori non voglio giudicare il mio odontoiatria perchè non sono un medico non ho le competenze per farlo ma mi sta lasciando un pò perplessa... Meno di 3 mesi vado dal dentista per una piccola carie che non mi ha mai dato problemi. La carie era penetrata fino alla dentina..l 'otturazione senza anestesia perchè non era profonda dura meno di 20 minuti... Da circa un mese ho una certa sensibilità a quel molare al freddo e meno al caldo che dura un secondo svanisce subito. Ritorno dal medico nessun test e non mi chiede nessuna radiografia perchè per lui l otturazione è ok... mi prescrive un dentifricio per denti sensibili, perchè l otturazione deve stabilizzarsi?ma non è cambiato nulla. Grazie
Cara Signora Benedetta, personalmente pratico sempre e comunque una anestesia locale! Ma andiamo oltre. Una sensibilità come quella descritta da lei non dovrebbe essere preoccupante però bisogna lo stesso fare una diagnosi clinica e strumentale. Gli stimoli termici fisiologici che può subire un dente col normale contatto con sostanze che assumiamo a casa o fuori casa tutti i giorni è ben diversa dalle prove termiche mirate del Dentista!Se fosse esatto tutto quello che ha scritto, sarebbe a dir poco "allucinante"! Ma scherziamo? Le prove termiche si fanno col caldo (guttaperca flambè) e appositi "Spray" di liquidi che portano instantaneamente la temperatura da 37° a -4 e la risposta agli stimoli termici locali chiariscono sempre tutto, se si tratti di una iperemia attiva che è reversibile o di una iperemia passiva, che è irreversibile e porta alla pulpite o una sintomatologia radicolare della polpa o una necrosi della stessa! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Benedetta, la sensibilità che Lei avverte a distanza di 2 mesi circa dall'otturazione non può essere considerata normale. Bisognerà indagare per scoprire la causa di questa sensibilità con attenta visita con test di vitalità, sondaggio parodontale e radiografia endorale. Tutte queste indagini possono fornire dati utili per una corretta diagnosi. Faccia presente al suo dentista il persistere dei sintomi per una approfondita indagine. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra, concordo sulle perplessità, tuttavia quello che importa qui è il dente. Un dente che reagisce al caldo e al freddo non è ben isolato, quindi l'otturazione è da rifare; se fa presto questo potrebbe anche bastare. Se non risolve subito invece il dente sarà da devitalizzare. Tenga anche presente che non visitandola, è anche difficile esprimere con certezza un giudizio. Infatti, potrebbe a questo punto essere anche presente una carie bassa di uno dei denti adiacenti non identificata. Se Lei è certa che il disagio viene da quel dente si faccia rifare l'otturazione seguendola visivamente per mezzo di uno specchio. Si rivolga ad un professionista serio che lavori con occhiali ad ingrandimento. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig,ra Benedetta, due mesi sono effettivamente tanti. Bisognerebbe effettuare un’accurata visita con rx endorale per escludere problemi di infiltrazione dell’otturazione o ad altri denti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Se è un'otturazione estetica sufficientemente profonda alcune volte durante la polimerizzazione del materiale(la luce blu) si verifica una contrazione verso la sorgente che determina una "suzione" sui tubuli dentinali che rimangono irritati e determinano questa ipersensibilità che non passa in alcun modo. Bisogna smontare la ricostruzione porre uno strato isolante sul fondo e rifare la ricostruzione.

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Gentile paziente i disturbi da lei riferiti, possono a volte verificarsi, in questi casi va rieseguita l'otturazione isolando meglio la cavità con un sottofondo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Spesso realmente le otturazioni necessitano di alcuni mesi per stabilizzarsi, deponendo il dente nuova dentina all'interno della polpa. Purtroppo è un processo estremamente lento, per cui io consiglio ai miei pazienti, nel caso, di avere la "pazienza" di attendere 6 mesi, dopo di che rivaluto l'otturazione, ma normalmente non necessita di essere rifatta dott Andrea Oria, dentista, odontoiatria microscopica, chirurgia microinvasiva, implantologia e parodontologia, protesi, endodonzia, conservativa, ortodonzia,
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Oria
Torino (TO)

Bisogna fare una rx. Per vedere che non ci siano denti vicini con carie e per verificare come sta quello curato. Dopo un mese la ipersensibilità deve terminare, altrimenti c'è da rifare tuta la procedura.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Benedetta, segua le indicazioni del suo odontoiatra se i fastidi permangono, occorre un nuovo controllo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Benedetta, il periodo di fastidio è eccessivo. Deve approfondire con altre indagini la causa della dolenzia. Se la cura è stata fatta con composito polimerizzato (lampada a luce blu in bocca) direttamente nel cavo orale, potrebbe non essersi perfettamente adesa alla dentina e quindi causarle sensibilità. Ne parli con il suo dentista. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia