Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 6

Ho 31 anni e ho ancora un canino da latte che sto per perdere a causa della spinta dall'alto del canino incluso.

Scritto da claudio / Pubblicato il
Salve, il mio problema è questo: ho 31 anni e ho ancora un canino da latte che sto per perdere a causa della spinta dall'alto del canino incluso. Quest'ultimo è deviato (circa 45°) verso l'incisivo laterale. E' al momento visibile solo in piccolissima parte la punta della corona, internamente verso il palato (appena dietro tra l'incisivo e il canino da latte). Si allega panoramica e radiografia. Il primo dentista mi propone come migliore soluzione fattibile l'estrazione del dente da latte e il riposizionamento del canino incluso con un apparecchio stimando l'operazione in un anno al massimo. Possibile? Tra l'incisivo e il premolare ci sono circa sei millimetri e mezzo. Entrambi i denti verranno limati (massimo 1 millimetro scarso senza compromettere dente e calzino)per far spazio al canino che è di circa otto millimetri scarsi. Afferma che creare spazio allargando gli altri denti alla mia età non sia più possibile o comunque difficoltoso. Mi sconsiglia fortemente la strada dell'impianto vista l'importanza che ha il canino e quindi la sua conservazione; l'impianto non potrà mai essere duraturo come un dente proprio. Il secondo dentista invece mi propone come migliore soluzione fattibile l'estrazione del dente da latte e del canino incluso tagliando la corona e sfilando la radice in un unica seduta di intervento; poi la realizzazione di un impianto dopo 4-5 mesi, una volta che l'osso si è riformato per via della precedente estrazione. L'osso tenderà a riformarsi? Non allargando i denti come verrà realizzato il finto dente? Nutre dubbi che con l'apparecchio si possa trazionare il dente visto la sua posizione e la sua inclinazione attuale. Per lui si prevederebbero tempistiche molto lunghe tenendo anche conto della consistenza ossea visto l'età, osso più duro; la possibilità che le radici del canino si riassorbano visto l'entità dello spostamento con possibile futura perdita del canino; la difficoltà di posizionare il canino tra incisivo e premolare. Entrambe i dentisti si trovano quindi solamente d'accordo nella rapida rimozione del dente da latte che mi sta provocando un ascesso vista la spinta del dente incluso. Ora, quindi, chiedo un parere medico per orientarmi sulla giusta strada da intraprendere, motivandola con pro e contro, visto che al momento ho ricevuto pareri diametralmente opposti che mi hanno messo in confusione! Ringrazio infinitamente. Saluti.
Gentile Paziente, devo continuare a rilevare una disdicevole abitudine, da parte sua e anche da parte di altri utenti, a riformulare la stessa domanda su più portali alla spasmodica ricerca di nuove e sempre maggiori risposte ai propri problemi clinici. Forse è un comportamento legittimo ma sicuramente antipatico e anche molto irrispettoso per i colleghi che le hanno già fornito risposte esaurienti. Non è che avendo due o tre pareri in più lei potrà chiarire meglio il problema, come fosse al supermercato dove cerca l'offerta più bassa o quella che la soddisfa di più... anzi più campane sente e più aumenta la sua confusione! Si rivolga ad un bravo specialista e si fidi di lui, così tutti i suoi dubbi verranno chiariti e lei non dovrà cercare su un blog le risposte! Per amore di precisione la sua domanda copia-incolla e stata formulata su un altro portale medico ieri.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

L'idea di estrarre il canino permanente è pura follia e l'idea di mettere un impianto al posto di quel dente meraviglioso che lei ha, è oserei dire malvagità. La soluzione è al 100 per cento ortodontica. Ovviamente la cosa da fare oggi stesso è togliere il deciduo, poi un apparecchio fisso rimetterà tutto a posto nei suoi tempi. Non è affatto vero che bisogna limare i denti perchè il resto della bocca ..non risponde al trattamento. Anzi, quando si fa un trattamento ortodontico bisogna rimettere a posto TUTTA l'occlusione: anche se lei tendenzialmente aveva una occlusione perfetta, la presenza per tutto questo tempo del canino da latte le sembra che abbia potuto mantenere la perfezione della occlusuione?? Qualche imperfezione c'è, e tutto va rimesso a posto con il trattamento ortodontico. Io le consiglio di cercare a Torino (capitale mondiale dell'ortodonzia) qualche allievo del prof Pietro Bracco (uno dei più grandi professori di ortodonzia della storia) e chiedere un terzo parere ma di ortodonzia, escludendo completamente qualsiasi altra soluzione. Io comprendo il suo punto di vista e le sue incertezze dopo aver ricevuto due pareri così diversi. Non è colpa sua se è costretto a questo punto a cercare di orientarsi meglio. ..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Claudio viaggiare in internet a fare domande è veramente controproducente per lei e irrispettoso per i Colleghi come le ha già detto il Dr. De Carli! Poi crede veramente che basti postare una Radiografia per avere una risposta? Ha 31 anni, quindi è un uomo fatto, non è più un ragazzino o un bambino che crede alle "favole"! Sappia che di fronte ad un canino incluso bisogna anzitutto stabilirne la posizione rispetto alla arcata dentale, ossia se palatale o vestibolare. Non basta certo una Radiografia! Ci sono regole come quella di Clark o tecnica dello spostamento del tubo, con più Rx endorali, per stabilire questo. Si vede come si sposta l'immagine del canino incluso in base allo spostamento della cuffia (tubo radiogeno). Se il canino si sposta nella stessa direzione del tubo radiogeno, la diagnosi è quella di inclusione palatale. Se il canino si sposta in direzione contraria a quella del tubo radiogeno è in inclusione vestibolare. Infine, se il canino non cambia posizione, è in posizione intermedia, in senso vestibolo-palatale. pratico una alveolectomia conduttrice di Chatelier, che facilita il riposizionamento chirurgico-ortodontico del canino (in pratica faccio un canale osseo in cui guidare il canino in posizione La legatura che preferisco è quella fatta con un filo di acciaio inossidabile sotto al cingolo del canino incluso o se l’equatore fosse poco pronunciato o assente, faccio una banda, o un intarsio o un perno nella corona del canino! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Claudio, dopo l'ortodonzia in caso d'insuccesso potrà sempre sottoporsi a trattamento implantare, cosa non fattibile in forma inversa.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Entrambe le proposte non mi sembrano corrette! Il canino non é più in inclusione completa perché ha superato la corticale ossea, quindi il suo posizionamento in arcata é relativamente semplice: si estrae il dente da latte; si allineano ortodonticamente i denti di entrambe le arcate, raggiungendo il rapporto di prima classe anche a sinistra con una distalizzazione sagittale di premolari e molari del secondo quadrante; si ancora il canino, guidandolo nella sua posizione naturale. Assurdo pensare di estrarlo, come pure é scorretto pensare di fargli spazio limando ed assottigliando i denti contigui. Apparecchio fisso tradizionale o tecnica Invisalign vanno bene entrambe, se l'Operatore é in grado di utilizzarle. Caro Claudio, invece di perdere tempo cercando sul web mille pareri, si rivolga ad un bravo Ortodontista e si affidi a lui, senza cercare incongrue scorciatoie! Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Alla sua età la tecnica ortodontica è quella di elezione. (e senza limature di denti)

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia