Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 6

SEGUITO ALLA DOMANDA: E' possibile che una anestesia tronculare abbia danneggiato il nervo alveolare?

Scritto da Alessandro / Pubblicato il

Gentilissimi Faccio seguito all domanda. Ebbene volevo aggiungere qualche dettaglio: Le cure eseguite post anestesia hanno interessato il 36 (devitalizzazione a seguito pulpite) Durante la puntura non ho sentito alcuna scossa ne' dolore Solo nell'ultima seduta quando i canali son stati sigillati ho sentito una scossona all inserimento del cono com guttaperca (ma ero senza anestesia) Dalla lastra risulta una cura completa e ben eseguita.sotto una radice si nota uno sbuffetto (il dentista mi ha detto che a volte si fa apposta e che non comporta alcunche' in quanto il materiale verra' assorbito poi dall organismo) in ogni caso la parestesia ha avuto inzio prima,alla prima seduta. Al momento (a circa due settimane di distanza) il mento e pressoche' ristablito (e' ancora un po ovattato ma diciamo che passando rasoio sento le lame) il labbro (sembra quasi un controsenso) e' sensibile al tatto ma sembra ipersensibile nel senso che al tocco formicola molto lavando i denti da qualche giorno ho ripreso a "sentire" i denti La cosa piu fastidiosa e' che spesso sembra di avere una monetina rovente nella zona tra labbro e mento (meglio cmq di tre settimane fa quando avevo fortissimo fastidio ed insensibilita' totale) Il dentista mi dice che in 6/8 settimane guariro'. Sono fiducioso e mi fido di lui pero' un po di paura resta sempre Cordialita'

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/chirurgia/6725_parestesia-nervo-alveolare.html

Gentile Sig. Alessandro, comprendo la sua ansia, ma la invito ad avere fiducia nel suo dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Alessandro, scusi ma se scrive e lo scrive giustamente e riporto il suo scritto:"Il dentista mi dice che in 6/8 settimane guariro'. Sono fiducioso e mi fido di lui". Allora si Fidi di Lui, ripeto giustamente (e aggiungo e sottolino che fa molto bene) e non chieda altrove se no non sarebbe vero che si fiderebbe di lui come invece sottolinea, ora!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Alessandro, la sintomatologia sta regredendo ed è sicuramente un buon segno prognostico. Abbia un poco di pazienza e la situazione tornerà come prima. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Alessandro, aspettiamo un paio di mesi e poi ci tenga informati.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Probabilmente si è trattato di una offesa del nervo, attenzione, dovuta ad una anestesia molto ben fatta. Sembra paradossale, ma è così. per poter ottenere l'effetto terapeutico, l'anestetico deve arrivare materialmente attaccato al nervo, che poi biochimicamente depolarizza (causando la cessazione della sensibilità) fino a quando gli "enzimi" endogeni disattivano il farmaco in modo che si ristabilisca la normale conduzione nervosa. Attendiamo che tutto si ristabilisca da solo. Gli effetti possono durare anche qualche settimana. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile paziente, sono certo di una sua guarigione, cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)