Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Come mai fra i materiali usati per protesi non si impiegano ossa di provenienza bovina o umana?

Scritto da angelo / Pubblicato il
Spettabili dottori, Desidero chiedervi una domanda che mi sono sempre posto e alla quale ci tengo moltissimo da quando seguo come paziente l'odontoiatria: come mai fra i materiali usati per protesi: faccette corone intarsi e ponti non si impiegano ossa di provenienza bovina o umana (ossia da cadavere) deprotenizzate e sterilizzate come avviene in America per impianti intracorporei (ad esempio le recenti valvole cardiache di osso porcino)? Ammesso per ipotesi che questo materiale sia lavorabile in laboratorio che controindicazioni avrebbe (se le ha) una volta posizionato nella bocca del paziente?
Si usa!! Nella chirurgia parodontale ed implantare come osso sintetico (equino?? NOn ricordo). I miei colleghi spiegheranno meglio. Ma lei vedrebbe questi materiali bene usati in ponti e faccette?? Non credo.. Oltretutto avrebbero costi esagerati.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Angelo, l'Italia e uno dei paesi dove si svolge un’ottima ricerca in campo odontoiatrico, siamo ai primi posti, per cui la nostra ricerca scientifica è già l'eccellenza. Purtroppo il paziente non capisce la letteratura non essendo un esperto della materia e crede che le novità e soluzioni esistano solo nei paesi extracomunitari.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Angelo, lei confonde le indicazioni all'uso dei materiali. Le corone e le faccette debbono essere in ceramica mentre l'osso di origine animale o umana cui lei accenna sono utilizzati per la chirurgia rigenerativa dell'osso. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Angelo, come già detto dai Colleghi per le protesi non si usa l' osso di qualsiasi origine perchè il dente non è osso: ha visto di sicuro un osso di pollo, l' osso della bistecca..... Per la ricostruzione l' osso usato non è più bovino dai tempi della ''mucca pazza''oggi si usa umano, equino, sintetico, cosiddetto osteo- induttore. Cerchi su google un' immagine di un dente e vedrà com' è composto.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Osso bovino di Kiel per ricostruzione ossea parodontale . Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
Caro signor Angelo si usa eccome, in chirurgia ossea Parodontale ricostruttiva e/ o rigenerativa insieme alle membrane artificiali ed in Chirurgia Orale in senso lato. Non sono invece materiali adatti per protesi o conservativa!Le lascio una foto in cui è stato usato osso bovino, detto di Kiel nella mia chirurgia Parodontale.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Lei chiede di "faccette corone intarsi e ponti" con osso bovino o suino? Impossibile. Il dente naturale è fatto di smalto e dentina che non è come l'osso del bollito. Il sostituto dei denti perduti è il metallo, che nell'ambiente aggressivo dove andrà a giacere, deve essere nobile. I quattro metalli nobili sono: oro, argento, platino, palladio. Questi metalli hanno un rilascio ionico bassissimo. (Quando un archeologo scopre una tomba trova i gioielli esattamente come erano stati fatti dall'artigiano.) Nella bocca, visto che la gente in Europa non ama esibire l'oro, la struttura viene ricoperta con materiale estetico: plastica (detta resina acrilica o composita) oppure porcellana feldspatica (vetro colorato) o disilicato (vetro blindato). Ho dimenticato il titanio, biologicamente inerte ma metallurgicamente sfortunato. Altre variazioni sul tema sono in arrivo. Angelo, io spero di avere soddisfatto la sua curiosità, anche se in modo necessariamente sintetico. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, chi ha detto che in Italia non vengono usati? Si utilizzano tranquillamente blocchetti di osso derivati da cadavere conservati in banche specializzate e biomateriali di origine bovina. Non faccia paragoni con gli USA, noi abbiamo una diversa legislazione, basti pensare che gli USA utilizzano fattori di crescita e cellule staminali quotidianamente, mentre noi, sempre per problemi legislativi stiamo a guardare, arrivando sempre secondi su tutto. Ovviamente io mi riferisco alla chirurgia, in campo protesico questa cose non esistono. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)