Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Con l'osteoporosi è possibile mettere un impianto?

Scritto da Marco / Pubblicato il
Salve, sono un ragazzo disabile di 34 anni che ha da poco intrapreso una serie di interventi terapeutici dal dentista.Tre devitalizzazioni, una pulizia dentaria e ora mi manca a prendere le impronte, ed estrarre delle vecchie capsule dentro le quali si sono formati degli ascessi perchè i denti furono mal devitalizzati. Ho però un problema è che ho forti conati di vomito quando vengono fatti dei lavori in profondità  o vengono prese le impronte. Ho consultato 3 dentisti e mi hanno consigliato piani terapeutici differenti. Il primo ha detto che uno dei due denti mal devitalizzati andrebbe estratto e sostituito con un impianto e l'altro incapsulato nuovamente. Questo dentista mi ha detto che si può ovviare la nausea con una sedazione cosciente tramite flebo. Io però soffro di osteoporosi e NON prendo i biofosfonati. Per un dentista l'osteoporosi non è controindicazione per un impianto, per un altro lo è solo se si prendono biofosfonati e per il terzo invece rappresenta una controindicazione per l'impianto e mi ha consigliato di fare un ponte non a bandiera coinvolgendo il canino. Sono confuso e vorrei avere un vostro parere. Con l'osteoporosi è possibile mettere un impianto? Come posso superare il problema della nausea che ho sia quando si lavora per lungo tempo nella mia bocca sia nel prendere le impronte? Spero in una vostra cordiale risposta. Cordialmente.
Caro Signor Marco, per risponderle Professionalmente dovrei solo visitarla! Non è possibile dare risposte in situazioni simili senza avere una precisa diagnosi Clinica, cerchi di capire! Le dico solo che vedo dalle lastre, non adatte tra l'altro perchè servirebbe una serie completa di Rx endorali, difetti ossei, denti estrusi e mesializzati, ossia una situazione Gnatologica da correggere. In una situazione così personalmente non metterei nessun impianto prima di avere corretto la sua occlusione riportando in "occlusione" tutti i suoi denti! Inoltre si ricordi che esiste, per fortuna, ancora la Protesi fissa per sostituire denti che mancano! Non c'è solo l'impianto! Non è obbligatorio nè segno di evoluzione e modernità scegliere l'impianto che è solo la conseguenza di un insuccesso della Moderna Odontoiatria che forse tanto Moderna non è per chi l'ha seguita fino ad ora, caro paziente! Come vede sono tante le problematiche da valutare e le scelte Professionali da fare!Legga nel mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti" Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Marco, un odontoiatra che sa gestire a livello ambulatoriale una sedazione per via venosa, conosce benissimo in quali casi si possono applicare degli impianti. Le consiglio di non ricercare problematiche non di sua competenza, ma di affidarsi a queste buone mani dando carta libera.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

In linea del tutto generica, si. L'osteoporosi normalmente colpisce il Maxillo facciale ( ossa del viso ) come ultimo distretto e solo in casi avanzati. Porti al Suo curante rx e moc aggiornate, oltre che esami ematochimici ( nello specifico elettroliti e coagulazione ), lo avvisi di eventuali terapie ( bisfosfonati ) ed insieme al collega potrete valutate la situazione con cognizione di causa! Cordialmente G CREMASCHINI, lecturer NYU

Scritto da Dott.ssa Giuliana Cremaschini
Milano (MI)

Se non si potessero mettere impianti alle persone che soffrono di osteoporosi, migliaia di persone non avrebbero impianti in bocca. Quindi: l'osteoporosi non è una controindicazione assoluta, se non in terapia con bifosfonati (questi si che sono una concreta controindicazione). Certo è che se l'osso è di densità molto scarsa allora si correrà qualche rischio in più, ma un odontoiatra in gamba saprà valutare (e spiegarle) per bene rischi e benefici. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Non ho mai avuto problemi di conato di vomito invincibile, se le procedure necessarie vengono fatte con giusta delicatezza. In caso contrario, il suo problema è un caso esemplare per una sedazione cosciente con il protossido d'azoto. Cerchi su internet per gli studi dentistici di prossimità con questa attrezzatura. Altra domanda. l'osteporosi non è una controindicazione assoluta agli impianti, ma relativa. Bisogna pesare rischi e benefici.Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, affinchè possa essere riabilitato implanto/protesicamente, bisognerà valutare attentamente la sua situazione degli effettivi valori di Osteoporosi, pur non conoscendo altre cause della sua disabilità, le consiglio di effettuare una TC Cone Beam 3d, esame radiologico di ultima generazione, che permetterebbe una esatta valutazione sia della Quantità ossea, che della Qualità (Densità ossea) che non sempre ha valori pari alla Osteoporosi che viene espressa a livello di Densitometria Scheletrica ossea, altro esame aggiuntivo è la MOC o mineralometria. Dopo questi tipi di indagini, si farà una valutazione generale di comparazione della sua qualità ossea. Per quanto riguarda, la sua difficoltà di vomito, si potrà decidere di prepararla prima di eventuali atti riabilitativi, di trattarla in sedazione conscia o con delle pastiglie antivomito da assumere poco prima dei trattamenti orali. Cordiali saluti Dr. Tommaso Giancane
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia

Quanto alle soluzioni, da quello che si vede dalle rx, si dovrebbe cercare di recuperare e non togliere. Sono d'accordo su tutta la linea con quello che le dice il dr Petti in modo mirabile. Infatti se ci sono dubbi sugli impianti, tutto si può risolvere molto facilmente con dei ponti, ottima tecnica del tutto sicura. Quanto alla nausea nelle mani in bocca, consiglio vivamente la sedazione cosciente inalatoria con protossido d'azoto. E' tecnica semplice sicura affidabile molto efficace verso questo disturbo, e molto ma molto meno impegnativa della sedazione endovenosa. Anche perchè le impronte sono tante e le sedute pure, e non si può ogni volta fare i farmaci. Il protossido può essere ripetuto tutte le volte che si va dal dentista con zero problemi essendo del tutto innocuo, ma solo molto benefico. Se vuole posso provare a trovare un dentista nella sua zona che lo usi bene. Ma forse c'è qualche collega nel portale che può offrire le sue prestazioni con questa tecnica. Però le consiglio comunque di non consultare troppi dentisti, può essere deleterio..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, ho usato per anni la sedazione con protossido, fa veramente miracoli: toglie la sensazione di vomito, anestetizza lievemente le gengive, da una sensazione di piacevole rilassatezza ed in ultimo da una sensazione di accorciamento dei tempi di lavoro. Come sempre daccordo con il dott. Petti si rivolga alla protesi fissa e se può lasci perdere gli impianti che sono riservati a casi non altrimenti risolvibili.

Scritto da Dott. Pierluigi Scaglia
Calenzano (FI)