Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 11

Ho una cisti sopra un dente devitalizzato

Scritto da francesca / Pubblicato il
Salve Ho una cisti sopra un dente devitalizzato. Ho assunto antibiotici fino a una decina di giorni fa. Non è un granuloma, ne' un ascesso. Sono passati una ventina di giorni dall'ultima volta che il dentista ha inserito gli aghetti da devitalizzazione, ma ora il dente è aperto. Posso donare il sangue in questi giorni o è possibile che questa piccola infezione si sia diffusa in circolo? Grazie
Cara Signora Francesca, a parte il fatto che non capisco perchè il dente sia "aperto" da così lungo tempo, per quanto riguarda la donazione di sangue, certamente che lo può donare sempre che non stia assumendo antibiotici potenti o abbia altre malattie, in ogni caso dove donerà il sangue, i Medici potranno rispondere a tutti i suoi dubbi!

Se avesse l'"infezione nel sangue" come dice lei,avrebbe una Sepsi e non potrebbe certo donare il sangue, ma lo saprebbe perchè avrebbe sintomi manifesti e pericolosi e febbre altissima con brivisi scuotenti e sarebbe già stata ricoverata d'urgenza in Ospedale!. Stia tranquilla, quindi!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Direi proprio di si, ma comunque le esprimo i miei complimenti per il fatto di donare consapevolmente. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Devono passare 15 giorni dall’ultima assunzione di un antibiotico prima di donare; riguardo il trattamento della cisti ho qualche perplessità...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Cambi il nome alla cisti e la chiami granuloma. l denti non si lasciano mai aperti, per consenso unanime negli ultimi cinquanta anni. Unanime. Forse il dentista le ha già parlato di impianti, e si sta preparando il terreno? Oggi (2012) i denti puliti con gli aghetti si curano tutti, senza perdite di tempo e senza chiacchiere. Faccia lei. Servono mai esperte. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Francesca, non vorrei sbagliarmi, ma non si può mai donare il sangue mentre si va dal dentista. E’ una prassi. Comunque provi ad informarsi, i regolamenti possono cambiare da regione a regione Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, la cisti è una cosa e il granuloma un'altro. La diagnosi purtroppo non è facile da fare mediante una semplice RX. Le assicuro che se quella è una reale cisti, non si sono terapie canalari o denti aperti che tengano, l'unica cosa è l'asportazione chirurgica. Viceversa se invece è un granuloma, una corretta terapia canalare risolverà ogni cosa. Per quanto riguarda la donazione del sangue, gesto peraltro molto nobile, personalmente mi asterrei, e per l'infezione in corso e per gli eventuali farmaci che sta assumendo. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

La domanda sulla donazione è da rivolgere al medico del centro prelievi. In teoria se ha preso gli antibiotici fino ad ora dovrebbe aspettare un po'. Per quanto riguarda il dente il suo dentista dovrebbe ultimare il trattamento, poi il resto lo fa biologia e la lesione dovrebbe riassorbirsi.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Francesca, è ammirevole il fatto che lei non si preoccupa del suo dente, che rischia di perdere, ma si preoccupa invece di poter beneficiare il suo prossimo con la donazione di suo sangue. Lei è stata da un Dottore che le ha diagnosticato la neoformazione di una cisti apicale, che è una forma di flogosi cronica localizzata e ben circoscritta: questo vuol dire che lei può tranquillamente prestarsi alla donazione di sangue. Pur tuttavia, non trascurerei di tornare dal Dottore che ha iniziato la terapia endodontica al dente con cisti, per poterla concludere nel miglior modo e senza ulteriori perdite di tempo. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Francesca, è ammirevole il fatto che lei non si preoccupa del suo dente, che rischia di perdere, ma si preoccupa invece di poter beneficiare il suo prossimo con la donazione di suo sangue. Lei è stata da un Dottore che le ha diagnosticato la neoformazione di una cisti apicale, che è una forma di flogosi cronica localizzata e ben circoscritta: questo vuol dire che lei può tranquillamente prestarsi alla donazione di sangue. Pur tuttavia, non trascurerei di tornare dal Dottore che ha iniziato la terapia endodontica al dente con cisti, per poterla concludere nel miglior modo e senza ulteriori perdite di tempo. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Francesca, per la donazione è meglio aspettare il termine delle cure, per la sospetta formazione di cisti, andrebbe approfondita la diagnosi con una biopsia, soprattutto se in venti giorni non è regredito nulla.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)