Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 9

Si è completamente staccato il molare superiore destro ed è rimasto solo la radice all'interno della gengiva

Scritto da valentina / Pubblicato il
Salve, mi chiamo Valentina e ho 30 anni. Non ricordo di preciso quando è successo ma sicuramente ero ragazza, mi si è completamente staccato il molare superiore destro ed è rimasto solo la radice all'interno della gengiva. Ormai sono più di 15 anni che è cosi,credo sia rimasto un po di dente, ma adesso comincia a farmi male e sento che quella parte è un po gonfia. Io ho il terrore dei dentisti, perchè ho sempre avuto cattive e terribili esperienze. Mi dite per favore cosa succede se vado dal dentista? Grazie
Il problema di base è l'ansia per le cure dentistiche. La sedazione cosciente con protossido può riconciliare la sua vita con il dentista e darle presente e futura salute orale e generale. Legga i miei numerosi articoli su questo, qui nel sito. E se capirà i vantaggi, mi contatti che le darò buoni suggerimenti per chi rivolgersi nella sua zone, se qualche altro Collega del sito non si farà avanti per offrirle questa meravigliosa soluzione..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Valentina, solitamente con una leggera anestesia locale si riesce ad estrarre la radice residua senza alcun problema. Se lei è così terrorizzata ed ansiosa segua i consigli del dett.Passaretti. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora Valentina, mi permetta di richiamare la sua attenzione. Finchè lei si comporta così, ovvero finchè decide di darla vinta alla sua ansia, invece che farsi curare la bocca, sarà sempre più esposta al rischio che si è palesato 15 anni fa. Se invece andrà da un dentista vero, prima la visiterà, eventualmente eseguirà una radiografia, magari le prescriverà una terapia farmacologica, e ... con tutta probabilità estrarrà un pezzetto di radice che per colpa della paura, lei si ostina a tenere in bocca a dare fastidio. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Signora Valentina, quella radice è da estrarre, perchè potrebbe essere sede di ascessi odontogeni, potrebbe essere causa di una sinusite su base odontogena se il molare è in rapporto col seno mascellare, potrebbe essere sede di un focus streptococcico , con possibile batteriemia e complicanze reumatologiche a livello articolare, cardiaco e renale.... Cmq bisogna valutare anche il rapporto tra osso alveolare e radice, perchè se c'è un buon supporto osseo e non ci sono patologie si potrebbe anche optare per salvare il dente, metterci un perno e fare una corona protesica, vista anche l'importanza gnatologica del molare
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Valerio Pierpaolo Fiore
Barletta (BT)

Cara Signora Valentina, succede che avrà prima o poi una infezione talmente grave, si chiama Flemmone, da correre seri rischi per la sua salute non solo locale ma anche generale perchè può verificarsi una Sepsi sistemica che può portare alla morte! Poi una infezione trascurata come la sua, ed immagino come sia il resto della sua povera "bocca", è pericolosa perché può essere causa di malattie Focali!ossia quelle malattie che hanno il loro Focus di partenza "in cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", come si dice per DEFINIZIONE MEDICA, come l'osteolisi periapicale, così come le Tasche Parodontali (altra causa comune ed importante)! Quindi un granuloma o una cisti o in senso lato una patologia di osteolisi periapicale o tasche parodontali, espressione di Parodontite in senso lato, radici infette etc vanno eliminate. La malattia focale colpisce organi importanti come Cuore con Endocarditi batteriche, I Reni con Glomerulonefriti etc e sono gravi perchè diventano autoimmuni e quindi automantenentesi se non le si diagnosticano in tempo! Ma, per completezza dirò che la etiopatogenesi delle malattie focali prende origine da "Qualsiasi cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", ossia da retto, intestino, apparato gastroenterico, vie biliari, fegato, pancreas,faringe stomaco, orecchio esterno, medio ed interno, seni paranasali, vie respiratorie come faringe, laringe, trachea, bronchi, polmoni etc! E' incredibile quanto poco bene si voglia, cara Signora!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Valentina, togliere la radice di cui parla è cosa molto semplice. Detto questo, occorre anche occuparsi della sua ansia da dentista. Una delle diverse tecniche di sedazione cosciente di cui si può disporre, le risolveranno l'ansia e potrà affrontare in assoluta serenità questa e qualsiasi altra cura. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Il primo problema di Valentina è che lei non vuole bene a stessa. Il problema della radice marcia e anche putrida, che avvelena ogni bacio, ti lascia indifferente. Devi trovare un dentista bravo, così bravo che non ti faccia sentire dolore. Tu replichi: "ho sempre avuto cattive e terribili esperienze", e parli proprio come chi, avendo ricevuto una banconota da cento falsa, rifiuta di riceverne altre. Devi affidarti a chi ha mani esperte. Nient'altro. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Anestesia e estrazione! Vada tranquilla Cordialmete

Scritto da Dott. Antonio Aiello
Rossano (CS)

Sig. Valentina, se non si reca al più presto da un odontoiara potrà avere anche complicanze gravi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)