Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 11

Cosa è successo, come posso verificarlo?

Scritto da stefania / Pubblicato il
Salve, da febbraio di questo ho l'apparecchio per i denti perché avevo un problema di agenesia del secondo incisivo superiore di dx ed un conoide nel secondo incisivo superiore sx, mi sono stati estratti entrambi all'età di 12 anni con la scelta di riavvicinare tutti i denti dell'arcata superiore senza sostituirli per via della giovane età. Ho portato quindi l'apparecchio per circa cinque anni che aveva lo scopo di riavvicinare tutti i denti dell'arcata superiore, ma il risultato non è stato ottimo perché sono rimasti degli spazi e parecchie ricostruzioni. Con il passare degli anni i denti si sono spostati aumentando gli spazi e rendendoli particolarmente visibili. Quindi all'età di circa 30 anni decido di rimettere l'apparecchio i risultati sono notevoli ma ciò che si nota è una modifica del volto che si è particolarmente assottigliato proprio in corrispondenza dell'arcata superiore e inferiore, è come se i muscoli si fossero atrofizzati ed è visibilmente storto, dal lato dx è più alto, da quello sx è più basso. Cosa è successo, come posso verificarlo? Grazie
Cara Signora Stefania, solo con una Visita si può rispondere alla sua domanda. Una visita totale Odonto-Ortodonto-Parodonto-Gnatologica! Insomma Odontoiatrica ben fatta. Per l'Ortodonzia in particolare, con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Dalla sua descrizione direi che lo spostamento dei denti ha ridotto il supporto dato da questi ai tessuti molli. Segnali il problema al suo ortodontista così potrà rimediare

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Signora Stefania è possibile che cambiamenti della posizione dei denti causino variazioni sui tessuti molli. Ne parli con il suo ortodontista e vedrà che tutti i dubbi le saranno chiariti. Cordialmente Guglielmo Meschia

Scritto da Dott. Guglielmo Meschia
Venezia (VE)

Gentile Sig.ra Stefania, per come ha descritto il suo caso, penserei che tutto dipende dalla alterata occlusione, cioè dal cambiamento dei rapporti tra i denti sup. e gli antagonisti inf. Tutto questo ovviamente si ripercuote sulla fisionomia facciale. Bisognerebbe effettuare delle radiografie, una panoramica delle arcate dentarie ed una latero-laterale per fare uno studio cefalometrico. Prendere delle impronte ed effettuare uno studio dei rapporti tra i denti delle due arcate in articolatore. Una volta analizzati i nuovi rapporti venutisi a creare, il suo ORTODONZISTA troverà la soluzione. Auguri, Grandinetti Giuseppe, Dentista a Siena.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Grandinetti
SIENA (SI)

Sig. Stefania, posso confermare che superata la fase di crescita come nel suo caso in ortodonzia si possono ottenere solo movimenti dentali e non scheletrici. Le consiglio di parlarne al suo odontoiatra del problema, in molti casi si eseguono delle foto iniziali del viso che potrebbero essere confrontate. Le ricordo che l'ortodonzia non fa miracoli e che il nostro corpo non è statico ed è continuamente rimaneggiato quotidianamente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Stefania, tutte le volte che si spostano i denti e vengono cambiati i rapporti tra i denti, questo si ripercuote anche sul viso. Parli dei suoi problemi al suo ortodontista, sicuramente saprà trovare una soluzione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Accettare di avere 2 denti di meno sul fronte anteriore porta a cambiamenti dei tessuti molli, del volto nel suo caso. Qualcosa si potrebbe fare ma è molto complesso. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.ma Stefania, bisognerebbe avere cefalometria e studio del profilo dall'inizio terapia, e altrettanto di quelli attuali. Da qui effettuare un buon piano ortodontico ed eventuale riabilitativo- protesico successivo. E' poco quello che ci ha dato per dare una buona risposta. Dott Fausto Perrone - Catanzaro

Scritto da Dott. Fausto Perrone
Catanzaro (CZ)

Quando si spostano i denti, anche i tessuti molli (labbra e guance) vengono sostenuti in maniera differente. Basti pensare alle tipiche immagini degli anziani senza denti e senza dentiere che hanno le labbra ripiegate all'interno della bocca e il viso scavato nelle guance. Provi a parlarne con il suo ortodonzista, anche in merito al piano inclinato che lamentava, affinché possa porre rimedio nei limiti del possibile. Tenga conto che un qualche compromesso dovrà probabilmente accettarlo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

E' successo cara Stefania, che hanno fatto dei bei danni verso il suo apparato stomatognatico, da quello che descrive. Sembra proprio una grave malpractice. Consiglio a breve distanza da lei, un vero luminare dell'Odontoiatria, una visita dal dr. Gustavo Petti che è già fra noi qui nel sito. Lui le saprà dare consigli adatti per non aggravare ancora la sua situazione.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia