Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Mia madre di 68 anni negli ultimi quattro anni ha perso a poco a poco quasi tutti i denti...

Scritto da Cassandra / Pubblicato il
Buongiorno e complimenti per il forum molto interessante. Scrivo per mia madre che ha 68 anni e negli ultimi quattro anni ha perso a poco a poco quasi tutti i denti. Da vent'anni e' in terapia con anticoagulanti (Sintrom) a causa dell'impianto di una protesi meccanica della valvola aorta. I tre dentisti da cui siamo stati propongono l'estrazione totale dei denti ed una classica protesi mobile sup. ed inf., il problema e' che essendo un soggetto ansioso e' terrorizzata da un'eventuale emorragia poiche' il cardiologo vieta la sospensione della terapia anticoagulante o di un'infezione dannosa per la protesi. Chiedo se qualcuno puo' indicarmi uno studio dentistico nella zona di Messina o Catania con l'esperienza e la professionalita' necessari. Grazie.
In caso di parodontite espulsiva, le estrazioni dei pochi denti residui è indicata anche per evitare le infezioni da streptococco beta-emolitico, responsabile delle infezioni alle membrane ed alle valvole cardiache. Gentile Signora Cassandra, perché non prende in considerazione una struttura ospedaliera od universitaria per le avulsione dentarie a sua madre?

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Avulsione plurima denti in stadio terminale Parodontale con ricostruzione ossea della Cresta Ossea e Protesi Immediata in Hydrocast. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Cassandra, buongiorno a Lei e Grazie per le sue belle parole! Intanto sentirei un altro Cardiologo perchè ho operato tanti pazienti con valvole artificiale, o altro anche in Cardiopatie gravi scompensate ed il Cardiologo ha sempre "ritoccato" la posologia dei farmaci in genere e degli ANTITROMBOTICI come il Sintrom. Prima, in ogni caso, come consiglio, farei visitare sua madre da un bravo Parodontologo perchè venga fatta una Concreta e Professionale Diagnosi sulla Parodontite che ha e per valutare la eventuale terapia, anche perchè se fosse vero che fosse in uno stadio terminale per cui si dovrebbe procedere veramente alla avulsione dei denti, sarebbe bene che lo facesse un Parodontologo con contemporanea ricostruzione ossea della cresta per avere poi una protesi totale rimovibile, confortevole e con tenuta ottimale! Non vedo tutte queste difficoltà presentate e dubbi!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Cassandra, le terapie anticoagulanti non rappresentano una controindicazione alle estrazioni e alle cure odontoiatriche in genere e neanche la presenza di una valvulopatia. Esistono delle terapie di profilassi che evitano tali pericoli. Sicuramente il suo dentista saprà come affrontare il problema anche con la collaborazione del suo cardiologo. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Cassandra, tutti gli odontoiatri iscritti a questo portale sono in grado di trattare il caso della sua mamma con le dovute precauzioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Faccio mia la risposta del dott. Ruffoni, con una piccola modifica: tutti gli odontoiatri iscritti all'albo sono in grado di effettuare l'intervento necessario, e sono in grado di mettere in atto le manovre necessarie per prevenire una emorragia o di fronteggiarla. Se nonostante questo la paura non passasse, allora una struttura ospedaliera potrà fare al caso suo. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Cassandra, concordo sul fatto che questo forum è interessante, sono della sua stessa opinione, e la ringrazio. Il Sintrom sicuramente non va sospeso ma va comunque monitorato in maniera periodica e questo va fatto sempre, a maggior ragione è da farsi prima di procedere alle estrazioni ed eventualmente si aggiusterà la posologia, quindi non si preoccupi. Per le eventuali infezioni alla valvola consideri che la cosa è da farsi sotto copertura antibiotica, ovvero da prima delle estrazioni e fino a guarigione avvenuta. Poi bisognerebbe capire quanti elementi dentari sono da estrarre tutti in una volta, poichè puo' ben capire che una cosa e asportare tre denti ed un altra cosa è portarne via 12 o Più, solitamente si opta sempre per una terapia chirurgica la meno invasiva possibile lì dove ci sono pazienti delicati come lo è sua madre. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego D'Amico
Napoli (NA)

Il cardiologo ha ragione. Ma non creda che questa terapia sia anticoagulante o antiaggregante assoluta. C'un piccolo margine, per un dente che muove alla volta, togliendo e poi cucendo e tamponando con un coagulante per uso topico (si dice così per uso dove serve). La protesi totale andrà benissimo se eseguita da mani esperte, quale che sia la qualità e la quantità dell'osso di sostegno. L'avverto che nella protesi c'è obbligazione legale di risultato, e se non funziona si ha il diritto di rifiutare i pagamento. Per rendere felice la sua giovane mamma, ad ogni passaggio servono mani esperte. Solo mani esperte. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Ci sono delle linee guida per la gestione dei pazienti in terapia con anticoagulanti orali (TAO) che devono sottoporsi ad intervento chirurgico. Le procedure raccomandate prevedono la sospensione temporanea della TAO e sostituzione con eparina a dosaggio personalizzato in base alle condizioni cliniche associate ed alla possibilità di adottare idonee misure emostatiche locali.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia