Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 11

Mia madre per 2 anni ha assunto il farmaco Alendronato Mylan generics in quanto soffre di osteoporosi

Scritto da amy / Pubblicato il
Buongiorno mia madre ha 57 anni e per 2 anni ha assunto il farmaco Alendronato Mylan generics in quanto soffre di osteoporosi. La settimana scorsa ha terminato la cura ma a fine mese deve fare una visita dentistica in quanto ha alcuni problemi ai denti e dovrebbe fare alcune ricostruzioni dentarie, può esserci qualche problema in merito? in attesa di una Vostra risposta Vi ringrazio anticipatamente.
Gentile Amy, sicuramente per le otturazioni non ci sono problemi ma il suo dentista di fiducia conosce la situazione e saprà darle risposte più esaurienti. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Se si tratta di cure non c'è alcun problema. Se sono estrazioni si, e bisogna valutare la situazione con grande attenzione..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Sig.ra Amy i problemi ci sarebbero soltanto nel caso in cui sua madre debba affrontare dei trattamenti chirurgici, e nel caso in cui fossero indispensabili ed improrogabili si adotta un protocollo per ridurre al massimo I'l rischio di osteonecrosi, probabile conseguenza ad un atto chirurgico in paziente che ha assunto bifosfonati. Cordiali Saluti Diego D'Amico

Scritto da Dott. Diego D'Amico
Napoli (NA)

Sig. Amy, il suo odontoiatra conosce perfettamente l'azione di questi farmaci e sa benissimo come trattare una paziente che assume bifosfonati, se così non fosse, inviti l'odontoiatra a iscriversi al nostro forum dove troverà colleghi pronti a darle le migliori indicazioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Amy, nessun problema per le cure strettamente Odontoiatriche. Per le eventuali cure Parodontali, Chirurgiche orali, di avulsioni dentarie e di implantologia eventuale, invece il discorso può cambiare. Dato il variare della densitometria minerale ossea con questi farmaci, in letteratura, è stata riportata in pazienti con osteoporosi in trattamento con i bifosfonati orali l'osteonecrosi della mandibola e/o mascella nei trattamenti chirurgici Odonto-Parodonto-Implanto -orali suddetti! Quindi attenzione. Sono evenienze rare ma sua madre va visitata Odontoiatricamente e Sistemicamente molto bene!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora Amy, se dalla visita odontoiatrica di sua madre, si evidenzierà  la sola esigenza di trattare dei denti cariati non ci sono problemi. Le cose cambiano se bisogna affrontare delle terapie chirurgiche, queste a causa dei farmaci usati potrebbero causare dei problemi. Si affidi con serenità  al suo dentista, oggi ci sono dei protocolli da seguire per ridurre i rischi connessi all'uso dei bifosfonati. Cordialmente Massimo Orefice

Scritto da Dott. Massimo Orefice
Triggiano (BA)
Massafra (TA)

Se ha assunto il farmaco per via orale, aspettando 4 -6 mesi ed operando con perizia, non ci dovrebbero essere grossi rischi.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile paziente di per se i bifosfonati, categoria di farmaci a cui appartiene l'Alendronato Mylan generics, non creano problemi per terapie protesiche, ricostruttive o endodontiche, ma questi potrebbero insorgere in caso di chirurgie o estrazioni. Faccia presente al suo dentista che sua madre assume tali farmaci, lui saprà come comportarsi. Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

I problemi si possono verificare solo in seguito a trattamenti chirurgici, ma qual'ora dovesse essercene bisogno, con le adeguate precauzioni che il Collega conosce si possono trattare. Cordialmente saluto.

Scritto da Dott. Tommaso Martella
Modugno (BA)

Ha assunto il farmaco per via orale o per via parenterale (infusione o endovena)? La domanda è fondamentale perchè i rischi di necrosi dei mascellari da bifosfonati sono riferiti quasi esclusivamente alla terapia iniettiva, mentre la terapia per via orale lascia molto più spazio di manovra al curante. Come le è stato precedente detto da chi mi ha preceduto, non ci sono problemi con le terapie protesiche o conservative, ma qualche problema può averlo se c'è rischio di sanguinamento con esposizione dell'osso. Se la terapia è stata fatta solo per via orale bastano in genere 5/6 mesi di attesa dalla fine della terapia per minimizzare i rischi. Se al contrario fosse stata fatta una terapia iniettiva l'attesa è molto più lunga (anche due anni) ma in caso di necessità, con le dovute precauzioni e con i giusti accorgimenti, tutto quello che è urgente si riesce a fare. Certo, in questo caso, non bisogna parlare di impianti o di manovre ancora più invasive, che se indispensabili è opportuno che vengano svolte in ambiente ospedaliero. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)