Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Dolore continuo ad un dente devitalizzato. Che fare?

Scritto da claudio / Pubblicato il
Sono tre giorni che sono iniziati i dolori al molare devitalizzato (solo i canali e da quanto ho capito tre). Mi fa tanto male e il dolore è continuo e anche assumendo antibiotici e antinfiammatori ....... il dolore non diminuisce.  Che può essere successo?
Sig. Claudio, solo il suo dentista che la curata che le può dire cosa le può essere successo, per cui per la terza volta le ripeto "deve ricontattare immediatamente il suo odontoiatra per nuovi accertamenti e cure del caso".

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sign. Claudio, la Sua descrizione non da elementi di diagnosi. Possono essere molteplici le cause. Non si allarmi, si rechi nuovamente dal collega che ha effettuato la devitalizzazione, saprà darle l'informativa migliore ed eventualmente una terapia farmacologica più mirata. Distinti saluti

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Claudio, credo che solo il suo curante possa darle risposte fondate, lo contatti al più presto. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Generalmente i denti devitalizzati possono dolere se si verifica quello che viene chiamato in gergo tecnico flare-up ovvero riaccensione di un fenomeno infiammatorio cronico. Questo se il dente era necrotico significa che lo strumentare i canali ha creato uno squilibrio tra ambiente intracanalare e ambiente extracanalare con il risultato di provocare il riacutizzarsi dell'infiammazione. Se il dente invece era vitale prima della cura è probabile che sia da rivedere per la possibilità di qualche canalicolo non perfettamente chiuso o individuato ( anche se improbabile). Spesso è sufficiente mettere in sotto-occlusione il dente cioè abbassarlo leggermente per evitare il dolore.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Avvanzo
Foggia (FG)

Gentile Claudio, un dente devitalizzato può dare dolore alla pressione per alcuni giorni, ma solo su stimolo, cioè alla pressione o al massimo alla percussione. Se invece il suo dolore è spontaneo e continuo, deve avvalersi assolutamente di una visita del suo odontoiatra e probabilmente anche di farnaci (AB e Antinfiammatori). Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, una devitalizzazione è più correttamente definita pulpectomia, ovvero taglio ed asportazione della polpa, normalmente in prossimità dell'apice radicolare. Con questo "taglio" si può verificare una microemorragia e conseguente compressione del paradonto, da cui il dolore. Naturalmente a condizione che la cura sia stata correttamente eseguita (e non ho motivo di dubitarne) un antinfiammatorio è sufficiente ad attenuare il dolore. Se è incoercibile, non esiterei ad assumenre un cortisonico per due o tre giorni, ma solo se l'antinfiammatorio è inefficace e la devitalizzazione è stata correttamente eseguita. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Non prenda freddo e faccia una verfica radiografica a conferma del buon esito della terapia canalare. Se c'è edema le darà sollievo sciacquare con acqua e sale. Cordialmente.

Scritto da Prof. Attilio Menduni De Rossi
Castellammare di Stabia (NA)