Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

RINGRAZIAMENTI per le risposte ricevute alla domanda:Come posso scegliere la valutazione più corretta?

Scritto da Guenda / Pubblicato il

Ringrazio davvero per le risposte. Desidero solo precisare che il termine "centri" voleva indicare studi dentistici (associati e non). Nonostante la vicinanza di diverse cliniche low cost, non sono certo caduta in tentazione. Ho contattato professionisti che gestiscono in proprio (o con al massimo altri 2 colleghi) la struttura. I medici specializzati in implantologia mi hanno suggerito l'estrazione di 2 o 3 denti e l'inserimento di 3 o 4 impianti. I medici specializzati in protesi/odontoiatria mi hanno suggerito nuove corone/ponti, monitoraggi ecc. e senza estrazioni. Era questa la mia sensazione strana: perchè responsi così diversi? Sono solo una paziente esigente, e mi aspetto che il medico vada al di là della propria specializzazione ma che suggerisca il meglio per il proprio cliente. Chiedo scusa per i termini così poco tecnici usati. Grazie ancora.

 

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/5733_diversita-della-diagnostica.html

Ed infatti cara signora Guenda ho risposto al suo essere giustamente paziente esigente, il 09-05-2012 E le ho detto: Di terapie non si parla? e soprattutto di Diagnosi non si parla? Si fidi di chi la Visita bene e per visitarla bene intendo fare una prima visita parodontale. visita che in genere impegna il Dentista più o meno per un'oretta, completa con misurazione delle tasche parodontali , valutazione gnatologica, conservativa e protesica,nel caso ortodontica , una prepartazione parodontale completa con Igiene orale, Curettage e Scaling e Root Planing, Rx endorali complete, Modelli di studio,ed infine una seconda visita di rivalutazione con nuova misurazione delle tasche parodontali eventuali e diagnosi, prognosi e pianificazione progetto terapeutico riabilitativi orale completo e colloquio con lei per spiegarle tutto ed informarla sul perchè e percome di tutto. Colui che è arrivato alla pianificazione terapeutica così è degno di fiducia. Colui che non ci è arrivato così ma solo con una visita di 10 minuti non è degno di fiducia! Tutto qui! Che altro dirle senza visitarla? Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Scusi lei se la parola "centri" mi ha fatto scattare l'associazione con LOw Cost... Ribadisco nettamente di non sentire troppi pareri. Quanto al suo dubbio, è proprio come dicevo: oggi chi fa implantologia talora fa poca conservazione e pratica (come si direbbe buffamente in dialetto qui) il "caccia e rmetti" in un certo qual senso tornando alla odontoiatria (mi si perdoni l'irriverenza forte) di 40 anni fa. Invece io faccio parte dei conservazionisti. Prima di togliere un dente ci penso 1000 volte... Sono limiti che vanno visti in equilibrio, dal vivo secondo molti aspetti da considerare. La reinvito a mandare lastra se vuole qualcosa di più da noi..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Ha ragione ad essere esigente, è il suo dovere. come le ho già detto la diagnosi deve essere unica, la terapia può variare a seconda delle capacità personali e dell'esperienza maturata dal professionista che la visita. Spesso se si appoggia a centri con diversi professionisti può trovare persone con competenze complementari che possono discutere il suo caso per proporle il trattamento più conveniente (questo per lo meno avviene nel centro che dirigo). Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Il paziente ha tutto il diritto di essere esigente. Il medico ha tutto il dovere di essere realista (senza essere pessimista) sulle possibili soluzioni. In mezzo ci sono un sacco di variabili diverse che non sempre sono quantificabili o eliminabili. Quanto più basso si riesce a tenere l'impatto di tali variabili, tanto più alto sarà il livello di soddisfazione. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Guenda, il dente naturale è un valore che va difeso. Meglio un dente malconcio che un ottimo impianto. In linea di massima, l'impianto o va molto bene o va molto male, e se va molto male lei conoscerà il maledetto lato B dell'implantologia. Qui a Torino abbiamo una statistica longitudinale fatta in ambiente universitario, dove i fatti contano più delle opinioni. Le tabelle dicono che entro i dieci anni si perdono il 51% degli impianti. Le suggerisco di leggere bene, anche tra le righe, la prima risposta che ho dato se avessi una paziente come lei. Signora Guenda, cerchi un dentista che le voglia bene a Pordenone, almeno professionalmente, e si affidi, ma con tutto i suo ammirevole spirito critico. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

I suoi ringraziamenti sono graditi e le ribadisco il mio consiglio:"Il mio consiglio è di aver fiducia nel semplice odontoiatra che trova nel rione tutti i giorni, che trova personalmente tutti i giorni nel semplice studio, senza costi pubblicitari e di personale".

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Guenda, senza un accurato esame clinico e radiografico è impossibile discernere se sia meglio procedere con un approccio conservativo, utilizzando i denti residui, oppure maggiormente invasivo con l'inserzione di elementi implantari. Sappia solo che la soluzione implantare, secondo le più recenti indicazioni bibliografiche apprezzatamente scientifiche,viene considerata come extrema ratio e non applicata in modo così disinvolta come molte volte ancora accade. Le rammento che un bravo implantologo deve essere prima un ottimo professionista esperto in protesi,chirurgia orale, parodontologia. Non basta solo infilare dei chiodi nell'osso. Cordiali saluti Michele Lasagna
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Guenda, capisco le sue perplessità, ma ribadisco che consultare molti studi serve solo a confondere le idee. Se un bravo protesista le consiglia di tenere i suoi denti, seguirei questo consiglio. Un impianto deve essere l'ultima strada, non la più semplice. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia