Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

SEGUITO ALLA DOMANDA: Da circa due settimane quando apro la bocca sento un fastidio

Scritto da Maria / Pubblicato il

Buongiorno, ringrazio molto tutti i dottori che hanno risposto alla mia domanda relativa al click che sento quando apro la bocca. Ho colto l'occasione per allegarvi una panoramica della mia bocca, risalente al mese di giugno 2011. Il dente del giudizio superiore sinistro che vedete, adesso non c'è più. L'ho tolto ad agosto perchè causava forti dolori e non riusciva ad uscire. Per rispondere al Dott. Ruffoni e al Dott.Colla, il terzo molare superiore destro mi è stato estratto in quanto completamente cariato e con radice spezzata. I terzi molari inferiori mi sono invece stati tolti intorno ai 15 anni perchè posizionati sotto gli altri molari. Il fastidio in corrispondenza dell'orecchio sinistro lo sento da circa un mese, ma è appunto lieve. E'come se sentissi tirare i muscoli di quella zona. In alcuni periodi ho anche i fischi all'orecchio di cui parlava il Dott. Avvanzo, nello specifico quando mi metto a letto, prima di addormentarmi. Un click più forte all'apertura consistente della bocca invece l'ho sempre avuto. Ad es. durante le visite dal dentista o mordendo una mela o sbadigliando. Ultimamente però, come dicevo nell'altro messaggio, ho avuto la sensazione che la mia capacità di apertura sia diminuita. Vi ringrazio ancora per i vostri chiarimenti, seguirò i vostri consigli. Ringrazio nello specifico il Dott.Bennici e il Dott.Sambaro che si sono offerti di aiutarmi personalmente, in quanto nelle mie vicinanze. Cordiali saluti.

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/5701_disturbo-occlusione-dentaria.html

Cara Maria, le ho già fatto una spiegazione completa e lunga stamane nel rispondere alla sua domanda del 02-05-2012! La panoramica conferma il movimento dei suoi denti, con un 16 estruso e mesializzato, un46 che manca, un disegno osseo che sembra aver perso la sua festonatira ideale,corticali ossee parodontali assottigliate o frammentate che indicano una sofferenza parodontale e gnatologica probabilmente da traumi d'occlusione! Ovvio che non si può essere precisi con la visione di una sola OPT, occorrerebbero le Rx endorali, ma soprattutto la visita clinica per confermare tutto, ma dato che l'ha postata le dico cosa leggo e tutto conferma quanto già dettole constatando che l'entrata forse da un orecchio ed è uscita dall'altro! Per essere precisi, dato che parla di un fastidio non ben precisato che presumo sia un acufene. le dico: Devo fare un piccolo preambolo anatomico: sappia che dal nervo alveolare inferiore, prima che entri nel canale della mandibola, si diparte verso l'interno il nervo linguale che innerva la metà corrispondente della lingua ...da questo nervo ... a ritroso c'è un nervo ...detto "la Corda del timpano" a forma di "arco" che lo unisce al Nervo Facciale (importante come dice il nome per l'innervazione degli organi della faccia), passando per gli organi dell'orecchio...non solo ma lo stesso nervo linguale come ho già detto, è un ramo del nervo Mandibolare che nasce dal Ganglio del Famoso Trigemino e passa sotto o vicino al dente del giudizio nel Canale Mandibolare. Perchè le dico questo?... per farle capire che un "risentimento a livello della bocca" può dare i sintomi che ha lei....in particolare cause gnatologiche (cattivi rapporti tra le arcate dentarie) e delle Articolazioni Temporo Mandibolari...c'è un intera specialità dell'Odontoiatria che studia queste patologie: La GNATOLOGIA: essa studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione. Tutto questo può provocare spostamenti degli altri denti, quindi precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione.....(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!): aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi: l'apparato Cocleare dell'Orecchio...(che determina la capacità di stare in equilibrio...ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali …. Il sintomo è la vertigine e il senso di caduta…..L’ACUFENE), gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione ...ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. le Articolazione Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture)...Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide .... Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile..perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura…sia che essa sia discendente …ossia a partenza da una malocclusione …sia che essa sia ascendente…ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. ha Bisogno di UN ECCELLENTE GNATOLOGO e di un altrettanto ECCELLENTE Posturologo che sia anche osteopata e fisiatra e collabori con lo Gnatologo ( Questo le dico perchè è mia prassi fare così in Gnatologia!!!) Le ho spiegato perchè...non entro nel merito delle terapie delle singole tre specialità...perchè senza averla visitata non è possibile ...infine …ci sono terapie…... di riabilitazione neuro muscolo-occlusale. Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto "sottile"…sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare…e non lo si può spiegare in due parole…tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio…senza averla visitata clinicamente …studiandone il caso…di persona. MI occupo di Gnatologia oltre che di Parodopntologia da oltre 34 anni...mi creda occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Solo se è fattibile può servire un bite per una terapia unicamente sintomatica e/o diagnostica….per dirle qualcosa di certo…ossia fare una DIAGNOSI e PROGRAMMARE UNA TERAPIA…bisognerebbe vederla Clinicamente…questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata…è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La BOCCA NEL SUO INTERO) sono complesse e richiedono CULTURA, INTELLIGENZA E CAPACITA' CLINICA OLTRE CHE TERAPEUTICA!!! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Dalla visione dell'OPT confermo quanto scritto nel post precedente e cioè che il suo disturbo deriva da un disturbo dell'occlusione dentaria.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Salve vedendo la Opt si percepisce una visibile differenza anatomica dei condili destro e sinistro. Sicuramente il Dott. Petti nella sua completissima descrizione ha centrato il suo problema è fondamentale unire gnatologia, posturologia e protesi. Le rinnovo il mio impegno in tal senso. Rimango a sua disposizione e se ha voglia può consultare il sito nella sezione gnatologia vi sono spiegati alcuni passaggi fondamentali per la cura del suo delicatissimo caso. dr Bennici Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Maria, deve trovare un bravo gnatologo. Perché non approfitta dell'aiuto del Dott. Bennici e del Dott. Sambaro? Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Grazie a Lei Signora. Resto a Sua disposizione per ulteriori chiarimenti.

Scritto da Dott. Sergio Sambataro
Catania (CT)

Sig. Maria, c'è ancora un terzo molare presente il 28, per cui non sono stati tolti tutti i denti del giudizio come raccontava nella precedente domanda. La mancanza di denti potrebbe influire sulla sintomatologia da lei descritta. Le consiglio di sfruttare la disponibilità dei colleghi della sua zona.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Ci sono segnali di artisti dell'atm soprattutto di destra. La vicinanza dei capi articolari suggerisce una dislocazione del disco articolare compatibile con la sopraggiunta limitazione in apertura. Occorre terapia gnatologica.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

L'asimmetria dei condili può già essere di per sè causa del disturbo che accusa, aggravata dalla mancanza di un dente e da una apparente disarmonia tra le arcate dentarie. Un controllo occlusale anche della corona protesica dall'altro lato sarebbe consigliabile. Probabilmente sarà una terapia lunga, ma alla fine dovrebbe avere una lenta e graduale remissione dei sintomi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia