Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Lettura referto ortopantomografia

Scritto da luca / Pubblicato il
Ho fatto una ortopantomografia ed il referto dice: non foci granulomatosi periapicali addensamento osteosclerotico in sede periradicolare del 2.5 e 2.6 eventuale valutazione mediante tc dentalscan; siccome il mio dentista fa il ponte per il santopatrono della città potete tradurmi il referto. Grazie e buona serata
Gentile Luca, Sarebbe meglio che lei portasse la radiografia panoramica. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

Sono d'accordo col collega ; comunque dovrebbe trattarsi di una zona di addensamento osseo che alla Rx appare più bianca perchè meno radiotrasparente. Si tratta di individuarne l'origine.

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Buonasera, verifichi la vitalità dei due elementi dentari interessati dalla zona osteosclerotica, sicuramente dovuta ad una precedente infezione di origine endodontica (in parole povere un'infezione della polpa dei due denti). Cordiali saluti

Scritto da Dott. Felice Nardone
Monfalcone (GO)

In quella zona abbiamo una zona di addensamento osseo che alla Rx appare più bianca anzichè scura come i granulomi. Si tratta spessissimo di riscontri occasionali senza alcuna conseguenza. Controlli con calma la vitalità dei denti dal suo dentista, se riesce a mettere in rete l' OPT è la cosa migliore. Saluti

Scritto da Dott. Leopoldo Maini
Rovereto (TN)

Non vedo motivi di preoccupazione, si tratta di un'area in cui il tessuto osseo è più compatto che in altre zone, difficile stabilirne la causa, probabilmente una pregressa infezione a carico dei due denti citati o anche forse esito di una o più sinusiti. Cordialmente

Scritto da Dott. Paolo Formenti
Senago (MI)

Sig. Luca, l'addensamento osteosclerotico è un’area, che nella radiografia risulta più radiopaca, rispetto altre zone dello stesso tessuto. La richiesta di tc dentalscan, può servire nel rendere più accurata la diagnosi, mettendo la neoformazione in diagnosi differenziale. Importante è far visionare la panoramica all’odontoiatra che ha eseguito la richiesta e seguire le sue indicazioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Luca, è purtroppo “costume” di molti radiologi inserire nel referto patologie che non ci sono, poteva infatti evitare di inserire “non foci granulomatose”... se non ce ne sono inutile menzionarle. Troppe sarebbero state le patologie da inserire che non ci sono. E’ oltremodo un uso di termini desueti, la diagnosi di “foci” risale ad un vecchio concetto di “malattie focali” come a dire che da quella fonte possano partire infezioni varie, cosa possibile ma che rende male l’idea al paziente-lettore di referti.. in più neanche ci sono! Di formazioni osteo addensanti, come quelle relative ai due denti superiori citati, se ne vedono di frequente, spesso, anzi, il più delle volte non hanno alcun carattere patologico, essendo “cicatrici” ossee di pregressi traumi, segni di “iperlavoro” di quegli elementi od infiammazioni-infezioni della zona in epoche remote, puranche del seno mascellare. Una buona radiografia endorale, controlli della vitalità... anche, ma dammi retta in tutta serenità. Un abbraccio V.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Valeriano Capone
Roma (RM)

Caro sig. Luca, molto spesso si vedono delle radiopacità che sono riconducibili o ad artefatti radiologici o a sovrapposizioni ossee. Non ritengo che ci siano dei problemi, ma comunque è meglio indagare più approfonditamente con ulteriori indagini radiologiche

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Sig. Luca, il referto dice che non ci sono infezioni, in alto alla sua sinistra nella zona tra il secondo premolare ed il primo molare l'osso ha una densità maggiore...nulla di preoccupante, faccia vedere l'Rx al suo curante, e se vorrà online anche a noi. Buona festa patronale!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Egregio, sono d'accordo nell'approfondimento strumentale per una migliore diagnosi Cordiali saluti

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia