Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

In seguito ad un incidente ho subito un brutto colpo all'incisivo dx superiore

Scritto da alessandro / Pubblicato il
Salve in seguito ad un incidente ho subito un brutto colpo all'incisivo dx superiore; la radiografia ha escluso la frattura della radice anche se il dente mi è rientrato di un paio di millimetri e dopo i primi 2-3 giorni in cui avevo perso completamente sensibilità nel dente, al momento ho riniziato a sentire qualcosa ma al tempo stesso sembra che il dente si stia scurendo; in questi casi quali sono le possibili vie da seguire?
Caro Signor Alessandro, mi scusi, ma se è stata fatta una radiografia significa che l'ha vista un dentista o almeno un medico che l'avrà senz'altro, se non ignorante, inviato ad un Dentista! Ed allora perchè chiede? Col trauma il dente si è senz'altro lussato, come minimo e si sarebbe dovuto controllare subito con la visita clinica e la palpazione e la lastra se c'è stata frattura dell'osso o del dente o del parodonto e curare il dislocamento che descrive immobilizzando il dente coi denti vicini e valutare la vitalità del Dente. Ora da quanto dice il dente è andato o sta andando in necrosi per sofferenza traumatica del fascio vascolo nervoso e bisognerà curarlo endodonticamente e forse immobilizzarlo coi denti vicini per qualche tempo! E' probabile che debba essere anche somministrata una terapia antibiotica ad hoc. Quindi vada o torni dal Dentista anche se mi rimane non chiaro perchè non sia stato visto ancora da un dentista e perchè non sia stato inviato a lui! O non ha fatto niente il Dentista! Si spieghi! In ogni caso stia tranquillo, si cura e si risolverà tutto! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Alessandro, probabilmente il dente sta andando in necrosi e dovrà essere devitalizzato. Pertanto le consiglio di recarsi dal suo dentista per una visita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

L'evento traumatico di cui è stato vittima si definisce come "lussazione intrusiva"; in questi casi, pur rimanendo il dente integro, c'è il rischio che il movimento brusco della radice verso l'osso determini l'interruzione del fascio vasculonervoso associato al dente, con conseguente necrosi pulpare... In questo senso, la discromia del dente (corona che si scurisce) è un elemento sicuramente negativo perchè suggerisce appunto una sofferenza pulpare, mentre i test di sensibilità non sono utili in questa fase perchè la polpa è in shock per il trauma acuto. Nel concreto, quello che si può fare: - programmare controlli a scadenze regolari, nel primo mese a intervalli settimanali e successivamente mensili - se compaiono uno o più di questi segni/sintomi: discromia marcata, dolore alla percussione, lesione periapicale visibile radiograficamente, ascesso o fistola il dente va devitalizzato. Se dopo due mesi questi problemi non sono presenti e il dente ricomincia a rispondere agli stimoli termici, la polpa si può considerare salva Le faccio i miei auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Sig. Alessandro, quando è avvenuto l'incidente? In qualunque caso occorre immediatamente visita odontoiatrica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Lussazione intrusiva di un permanente. La prognosi è da vedere bene nel tempo: dovrà comunque farsi controllare periodicamente sempre. Intanto bisogna vedere se va devitalizzato o no, con test e osservazione. Poi bisogna vedere se sopravvengono le possibili complicazioni di un simile trauma, quali il riassorbimento della radice etc

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Vista l'età il dente sarà quasi sicuramente da devitalizzare. Lasciato in quella posizione, si consoliderà e potrà essere spostato in seguito con un apparecchio ortodontico. E' assolutamente necessario che si faccia seguire da un dentista.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Il trauma subito potrebbe aver mortificato la polpa. In questi casi si deve monitorare la vitalità del dente e in caso di esito negativo si esegue una terapia canalare.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)