Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 12

Rarefazione strutturale periapicale

Scritto da juri / Pubblicato il
Salve, ho fatto una panoramica dentaria nella quale risulta una Rarefazione strutturale periapicale in corrispondenza del 22. Mi potete spiegare cosa significa e come si risolve? L'intervento solo del dentista è sufficiente? Premetto che il dente è da togliere in quanto mi è rimasto solo un pezzetto, per di più cariato. In più ho una presenza di numerosi residui radicolari lungo l'arcata superiore, quindi, avrei pensato di chiedere al dentista di togliere tutto e rifare da capo l'arcata superiore.
Come mai a 33 anni così messo male?? Consiglio di analizzare accuratamente le cause. Non c'è da pensare che dopo che il dentista ha rimesso a posto tutto, se ci sono state cause evidenti, il perdurare delle stesse non sia nocivo anche per i nuovi lavori.. Quanto alla rarefazione, è una infezione che andrà via curando o togliendo il dente.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Radici fortemente compromesse e salvate con la parodontologia la endodonzia perni moncone e protesi fissa. In bocca da oltre 25 anni. Da Dr. Gustavo  Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Juri, è sufficiente il solo intervento del Dentista. Si tratta di una osteolisi periapicale, ossia una infezione ossia una rarefazione dell'osso che si chiama granuloma o cisti dovuta ad una infezione trascurata, della radice. Il pezzettino di dente che vede lei non è tutto il dente, ma solo la parte che emerge dalla gengiva che evidentemente è completamente distrutto. Sotto però c'è la radice che, una volta curata, se robusta e lunga, può e deve essere salvata. Questo discorso vale anche per tutte le altre radici. Si possono salvare portando fuori chirurgicamente la parte distrutta sottogengiva o sotto il margine osseo, si dice allungamento chirurgico parodontale della corona clinica. Si ricostruiscono con perni-moncone e corone protesiche. O con l'implantologia se incurabili! Però lei è giovane e ci deve essere una causa seria da ritrovare in una accurata anamnesi personale clinica e sistemica oltre che visita clinica locale! Dubito che le cause che hanno permesso una distruzione così vasta della sua dentatura, consentano di salvare le radici o sostituirle con impianti. Sia sincero con il suo Dentista quando le farà tutte le domande che deve Professionalmente e anamnesticamente farle. Anamnesi significa ricostruire tutta la sua vita Medica. I farmaci o le sostanze che ha assunto o che assume. Le malattie importanti che ha avuto o che ha! E così via! Le lascio una foto di radici salvate come spiegato sopra!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La cosa principale è capire come mai a 33 anni si è ridotto cosi'. Il resto verra, nei limiti del possibile, di seguito.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Gentile Juri, rilegga la risposta del Dott. Passaretti perchè avrei risposto all'identica maniera. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.Juri, la rarefazione periapicale è il segno radiologico di una infezione causata dalla grave compromissione del dente. Comunque non è normale avere a 33 anni numerosi denti compromessi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Togliere tutto vuol dire mettere una dentiera! Non so se e' quello che vuole lei...

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Rarefazione apicale vuol dire che c'è un'infezione sotto la radice del dente in questione. Togliendolo ed effettuando una pulizia chirurgica dell'alveolo si risolve tutto. Saluti

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Messina (ME)

Mi dispiace vedere che a soli 33 anni ha una situazione così grave (inteso come numero di denti lesionati). Ciò che dice il referto è la presenza di un granuloma. Dovrà devitalizzare o togliere il dente. Senta con il dentista cosa è più opportuno fare.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

La rarefazione periapicale è un'infiammazione che si organizza in risposta all'infezione che sicuramente origina dal dente. Basterà curare o togliere il dente per risolvere il problema.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Sig. Juri, lei non deve pensare per come curare la sua bocca, chi ha prescritto la panoramica è l'esperto che sa cosa si deve fare a lei non le resta che affidarsi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)