Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 9

Posso aspettare di togliere il dente dopo il parto?

Scritto da NADIA / Pubblicato il
Buongiorno, sono alla 29esima settimana di gravidanza, e dopo una visita dentistica a causa di un forte dolore a un molare inferiore destro (penultimo rispetto al dente del giudizio) mi è stato diagnosticato che dovrò toglierlo (cosa che sapevo perchè è irrimediabilmente rotto da lungo tempo), per poi inserire perno in titanio e dente nuovo in ceramica. Premesso che ho una gravidanza del tutto normale senza complicazioni confermata dal ginecologo. Ho però una forte ansia causata dal qualsiasi contatto con un dentista, che mi provoca non pochi problemi ( tra cui sudorazioni e tachicardie). Mi è stato riferito che potrei estrarre il dente ma solo con anestesia senza vasocostrittori. Ho letto però che la stessa non mi toglierebbe completamente il dolore durante l'intervento. Posso fare l'anestesia normale? Per il dolore al dente ho preso una settimana di augmentin e ora sono a posto. Posso eventualmente aspettare a togliere il dente dopo il parto che dovrebbe avvenire intorno alla meta' di giugno? attendo informazioni grazie
Gentile signora Nadia, non è bene fare una gravidanza con focolai flogistici dentari. Ciò nonostante lei ha aspettato tanti mesi prima di decidersi all'estrazione di questo dente: aspetti ancora qualche altro mese, così potrà farsi estrarre il dente dopo il parto. Se invece non è rinviabile l'intervento di avulsione, metta in contatto il suo ginecologo col suo dentista e si lasci consigliare da loro, dopo che i due medici si siano consultati. Per quanto riguarda l'anestesia locale senza vasocostrittore (adrenalina), credo che il suo stato d'ansia e di timore le provochino una immissione in circolo di adrenalina endogena, cioè prodotta naturalmente dal suo stesso organismo, molto superiore a quella contenuta nell'anestetico odontoiatrico. Se poi, durante l'intervento, avvertirà tutte le manovre del dentista, sentendone anche un po' di dolore, allora l'adrenalina endogena che produrrà, sarà ancora più massiva. L'adrenalina (vasocostrittore) presente invece nell'anestetico ha poco effetto a livello sistemico ed avrebbe il vantaggio di non farle sentire alcun dolore. E' inoltre ad un dosaggio talmente basso che non potrebbe mai interferire con le contrazioni della gravidanza e del parto. Purtroppo, per motivi medico-legali e non clinici, difficilmente un odontoiatra utilizzerebbe anestetico con vasocostrittore in una paziente in gravidanza alla 27esima settimana. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Nadia, ancora disinformazione sulla Gravidanza e sull'Anestetico con Adrenalina. Vediamo di ripetere per l'ennesima volta!L'anestesia locale in Odontoiatria con vasocostrittore, ossia adrenalina, assolutamente innocua le fa paura. La letteratura scientifica internazionale ha ormai da tanto tempo dimostrato questa innocuità dell'adrenalina eppure l'evidenza scientifica fatica molto ad affermarsi e pazienti, ma soprattutto Odontoiatri, Medici e addirittura Cardiologi rimangono inspiegabilmente legati a vecchie e superate idee senza alcun fondamento e continuano a pretendere, i pazienti, e a somministrare e raccomandare i Medici, Odontoiatri e Cardiologi, l'uso della anestesia senza adrenalina, impropriamente chiamata "verde"!Vorrei poi spendere due parole per questa pessima abitudine di non utilizzare il vasocostrittore nei cardiopatici o in altre patologie, in particolare in interventi che possono essere "dolorosi" infatti la parte dell'anestetico che è pericolosa è la carbocaina (o altro anestetico) che ha un effetto inotropo negativo sul cuore, non solo ma non dando anche la Adrenalina che ha lo scopo di ischemizzare localmente i vasi sanguigni e quindi trattenere più a lungo in loco l'anestetico, esso passa il sistema vascolare periferico più velocemente, viene assorbito in massiccia quantità e agisce negativamente sul cuore o su altro, ottenendo quindi l'effetto contrario, non solo ma di regola si sente più dolore , questo perchè l'anestetico è stato assorbito subito e l'organismo sa come risponde? Risponde con la massiccia increzione di adrenalina che è in quantità estremamente più alte della adrenalina normalmente presente in un anestetico; quindi in un intervento potenzialmente doloroso come una avulsione dentale o come un intervento chirurgico parodontale o di altra natura, anche una semplice cura conservativa restaurativa , anche in cardiopatici e in quelle situazioni in cui sarebbe preferibile non far arrivare al tal organo o cuore o rene o altro o feto, adrenalina , il sistema migliore è non far soffrire minimamente affinchè l'organismo non immetta in circolo quantità massive di adrenalina endogena e il sistema più efficace è usare anestetico con adrenalina che tra l'altro, rimanendo più a lungo in loco per il vasocostrittore, ha un effetto inotropo negativo sul cuore più leggero! Questo concetto purtroppo non è recepito dalla maggior parte dei Dentisti, dei Medici e addirittura dei Cardiologi ma col conforto degli studi e pubblicazione scientifiche e argomentazioni portate dai più grandi Cardiologi Italiani e del Mondo, è dimostrato che è così.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici. Può fare estrarre tranquillamente il Dente se c'è infezione perchè l'infezione èì pericolosa per il suo bimbo e lo è stato per tutta la gravidanza e lo è ed è stato per Lei perchè essa può essere causa di Malattia Focale in Lei o Nel suo ormai "piccino"! Una malattia focale, per definizione medica, è una infezione a distanza di organi importanti sostenuta da una infezione in cavità del corpo umano comunicanti con l'esterno), tra queste la bocca, quindi i granulomi e le tasche parodontali=Parodontite e radici infette (sono le cause più frequenti), ecco perchè è importante che si faccia curare. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Nadia, vada tranquillamente da un dentista per estrarre il dente che le provoca dolori, non tema l'anestetico perche' non le da alcun problema, anzi la condizione migliore di essere sottoposti a terapia dentistica si ha quando si controlla bene bene il dolore operatorio, situazione attuabile solo con una anestesia profonda sia tronculare che plessica.Vedra' che non sentirea' assolutamente niente. dott.Antonio Peloso perfezionato in sedazione cosciente endovenosa.

Scritto da Dott. Antonio Peloso
Marsala (TP)

Cara Signora, può togliere il dente senza problemi ed usare tranquillamente l'anestetico con l'adrenalina. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Sig.ra Nadia non è bene fare una gravidanza con una infiammazione in atto. Comunque bisogna valutate anche gli altri fattori quindi se fosse mia moglie aspetterei il termine della gravidanza per estrarre il dente

Scritto da Dott. Mauro Lattisi
Trento (TN)

Mi trovo totalmente d'accordo con le risposte dei colleghi. La anestesia con adrenalina si può fare tranquillamente al suo punto della gravidanza, e nulla di pericoloso c'è nel togliere un dente così rovinato. Invece c'è un bel pericolo a tenerlo: ascessi, antibiotici, infezioni, dolore, stress, difficoltà di alimentazione etc etc possono conseguire al rimandare l'estrazione, e tutto ciò è ben più dannoso, se messo sui due piatti della bilancia, della estrazione fatta "a freddo" cioè con tutte le regole senza arrivare ad emergenze difficilmente gestibili. Potremmo aspettarcele, visto che il periodo della gravidanza è un momento di affaticamento dell'organismo, che quindi potrebbe stentare a tenere a bada l'infezione di questo dente, che potrebbe facilmente ripresentarsi in momento ancora meno "comodo" per lei.. . Quanto alle ansie, deve pensarci il dentista a fargliele passare dandole sicurezza e non tentennamenti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Nadia, non è lei che si deve preoccupare del tipo di anestetico, ma il suo odontoiatra lei dovrà richiedere solo l'effetto al 100%. Non conoscendo le condizioni del dente non è possibile stabilire se l'avulsione è posticipabile al dopo parto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non c'è problema ad effettuare l'anestesia con vasocostrittore. L'increzione surrenalica di adrenalina in caso di dolore sarebbe ben più importante. Se c'è infezione (come credo visto che dice di aver preso augmentin) allora sarebbe più indicato togliere il dente, anche prima del parto. Semmai il problema è l'assunzione degli analgesici nel post-operatorio, visto che normalmente le gravide possono assumere solo paracetamolo e, al massimo, ketoprofene, ma sotto stretto controllo del ginecolo. Detto questo il suo dentista dovrebbe valutare se è meglio eliminare prontamente il dente oppure se si può posticipare il trattamento. Alla sua ginecologa dovrebbe chiedere se non ci sono obiezioni all'assunzione di un analgesico + forte che non sia Paracetamolo in caso di effettiva necessità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Nadia, può tranquillamente fare l' anestesia con adrenalina. Si ricordi che l' antibiotico non può aver debellato completamente l'infezione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia