Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

E' normale che il dolore non sia più circoscritto al dente devitalizzato?

Scritto da Agi / Pubblicato il
Buongiorno, vi ringrazio innanzi tutto del servizio che offrite. Vi espongo il mio problema. Durante l'agosto del 2011 ho cominciato ad avvertire dolore su un incisivo inferiore (1° inferiore destro) che si è protratto per un paio di settimane. Il dente risultava vivo facendo la prova con quel liquido freddo spruzzato sul cotone. Dopo circa 2 settimane il freddo non lo sentivo più e così il dente è stato aperto ed è stata fatta una cura canalare (non ho preso colpi e da quel che so non c'era neanche una carie) e il dente era morto. A quel punto sono state seguite le procedure per quanto riguarda la cura canalare e alla fine il dente è stato chiuso solo superficialmente (mi pare che dentro avessero messo del cotone o qualcosa del genere) e cioè non è stato riempito di compositi, in caso si ripresentassero dei problemi. Questi problemi si sono purtroppo ripresentati e allora il dente è stato riaperto, i canali che in precedenza si erano chiusi sono stati riaperti ed infine il dente è stato chiuso con una specie di gettata di composito (credo guttaperca) e un pò di materiale è andato oltre apice finendo in gengiva. A questo punto mi è stato detto che non avrei avuto problemi. Invece ora, dopo 9 mesi, io continuo a sentire dolore. A questo punto, il mio dentista ha pensato che il problema fosse lo spostamento dei denti e mi ha fatto fare una specie di apparecchietto mobile da portare di notte per i denti anteriori con la funzione di spingere leggermente gli incisivi in avanti. Anche questo non ha risolto il problema. Sono andata a chiedere un'opinione da un altro dentista, che ha provato in tutti i modi a riaprire i canali del dente in questione ma senza riuscirci e, dopo panoramiche e radiografie varie anche dei denti vicini, non ha saputo individuare il problema, se non nel materiale finito in gengiva. Mi ha proposto, quindi, un'apicectomia con la quale andrebbe a ripulire anche la zona circostante. Ora la mia domanda è questa: "Siccome ormai il dolore è sì sul primo inferiore che è, spingendolo, anche molto indolenzito, ma si è esteso oramai a tutta l'arcata inferiore degli incisivi e non c'è nessun tipo di antidolorifico che funzioni (neanche quelli più forti prescritti sotto ricetta medica) è normale che il dolore non sia più circoscritto al dente devitalizzato? Secondo voi l'apicectomia potrebbe risolvere la mia situazione? Il materiale fuoriuscito dall'apice potrebbe creare tutti questi problemi?" Ringraziando della vostra attenzione, cordiali saluti.
Se c'è una infezione per una devitalizzazione che non è andata a buon fine, il dolore passa (solo provvisoriamente, finchè non si trova una soluzione, ritrattamento, apicectomia o estrazione) solo con gli antibiotici. Gli antidolorifici servono a poco.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Agi, tutto quello che poteva succedere le è successo, a quanto sembra! Stia tranquilla e ne parli col suo Dentista che risolverà tutto. Non ho elementi clinici per poter valutare la sua situazione ma mi sembra che tutto si possa risolvere con una normalissima terapia odontoiatrica che chiunque sa fare!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Per poter dare una risposta occorre visionare quanto meno delle radiografie, meglio se correlate da una visita. Se vuole può inviarmele in visione. Saluti dott. Maurizio Ciaramelletti

Scritto da Dott. Maurizio Ciaramelletti
Rieti (RI)

Ci mandi una lastra, potremmo essere piu' precisi

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig.ra Agi, per darle una risposta bisognerebbe avere almeno un rx endorale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.Agi, non tutti i trattamenti vanno a buon fine, molti odontoiatri vantano quegli sbuffi di materiale oltre apice e spesso li ritroviamo nelle pubblicazioni, ma nel suo caso forse il problema non sta solo nel materiale oltre apice.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Un dolore così irradiato non mi sembra possibile che possa essere associato solamente all'estruzione di materiale oltreapice. Direi che o c'è un altro dente alla base della genesi di questo dolore così forte, oppure si stia sviluppando un ascesso periapicale è la pressione sotto al dente sta diventando tale da generare un dolore molto forte. Senza radiografia non posso essere di aiuto, comunque il suo dentista, con un po' di pazienza e con qualche visita di controllo, dovrebbe riuscire a scovare l'origine del dolore.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora, la sola uscita del materiale oltre apice da sola mi sembra difficile possa causare un dolore così diffuso. E comunque a questa evenienza si può ovviare rifacendo il trattamento endodontico, oppure eseguendo un'apicectomia. Possibile invece che il tutto sia amplificato dalla presenza di precontatti occlusali, che probabilmente sono stati la causa della necrosi pulpare e quindi della devitalizzazione, visto che non c'erano carie e non vi erano stati traumi.Nell'immediato per il dolore ci vogliono più gli antibiotici che gli antidolorifici. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Messina (ME)