ricerca nel sito Cerca il Dentista nella tua città Cerca in
(area promo)

domande di odontoiatria

Ricerca nelle domande di Odontoiatria

   
Ricerca per categoria:  Ricerca parole chiave:

Domanda di Odontoiatria


Scritto il 20-03-2012


E' normale questo metodo di pulizia dei denti?

Rocco
Salve, oggi ho effettuato una pulizia dei denti ed il dentista l'ha praticata utilizzando soltanto quello strumento metallico con la punta ad uncino. In passato ho effettuato (da un altro dentista) un'altra pulizia dei denti praticata con il classico getto con bicarbonato, mentre questa volta mi sono stupito dell'utilizzo esclusivo di questo strumento per raschiare via il tartaro dalla superficie dei denti, dagli interstizi e da sotto le gengive. Quest'ultimo passaggio mi preoccupa un po' dato che adesso vedo le gengive molto gonfie e soprattutto abbassate lasciando scoperti i denti. E' normale questo metodo di pulizia dei denti? Chiedo a voi dato che tutte le persone che conosco hanno subito il classico getto di bicarbonato senza subire danni alle gengive. Le gengive adesso si ripristineranno? Fatemi sapere gentilmente, grazie mille.


Le risposte dei medici

Pagine: 12
Risultati trovati: 10
Pubblicato il 21-03-2012
Tartaro in Parodontite prima della Pulizia dei denti e del Curettage e Scaling. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari Caro Signor Rocco, stia tranquillo, le è stata fatta una Ablazione tartaro con ultrasuoni. La lucidatura con UP2 o altri sistemi non è stata fatta a quanto dice, forse perchè le gengive erano molto infiammate e verrà fatta in un secondo tempo. Perchè non ne parla col suo Dentista? Esprima a lui le sue paure, ansie e interrogativi! Se era la prima volta che faceva una pulizia dei denti e le gengive erano molto infiammate è stato fatto un curettage e scaling dopo? E' stata fatta una profilassi antibiotica adeguata per proteggere gli altri organi e per profilassi della endo cardite batterica e delle malattie focali di organi ed apparati sistemici a distanza? E soprattutto è stata fatta prima una visita Odontoiatrica generale ed in particolare delle gengive ed eventuali tasche con misurazioni delle stesse? Chieda, chieda! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.

Scritto da Dott. G. Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 21-03-2012
Non definirei "classico" un metodo di pulizia che preveda il getto di bicarbonato, quella è una procedura complementare che aiuta a rimuovere pigmentazioni della corona. La seduta di igiene professionale consiste principalmente nella ablazione del tartaro con punte a ultrasuoni, questa procedura non è traumatica per i suoi tessuti parodontali per cui il gonfiore, il probabile sanguinamento e l'aspetto abbassato della gengiva sono determinate dalla precedente gengivite non adeguatamente seguita.... la terapia corretta è già quella che le è stata praticata. Quanto tempo era trascorso dall'ultima seduta di igiene?

Pubblicato il 21-03-2012
I casi sono due: o la pulizia è stata fatta con sistemi e metodi troppo aggressivi (dipende, perchè purtroppo come devo ripetere spesso, in Italia ci sono molti operatori in giro NON qualificati: abusivi, centri low cost etc), oppure le sue gengive erano talmente conciate male che ora reagiscono così alla procedura di igiene, ed allora in questo caso, se lei ora non si ferma a spazzolare (reazione che le verrà del tutto istintiva a fronte del gonfiore-dolore-sanguinamento) prestissimo tutto torna molto meglio di prima.. Sarebbe da vedere: ci mandi una bella foto ben fatta.

Scritto da Dott. P. Passaretti
Civitanova marche alta (MC)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 21-03-2012
Lo strumento che è stato usato utilizza le vibrazioni ultrasoniche ed è il più efficace per l'ablazione del tartaro. L'altro metodo con il getto di acqua e bicarbonato è utile per eliminare il biofilm salivare che copre i denti, ma non togli le incrostazioni profonde di tartaro

Pubblicato il 21-03-2012
Se e' la prima volta che le viene fatta una igiene professionale ,mi sembra normale che le sue gengive reagiscano cosi; prima erano infiammate ed ora si stanno sfiammando e quindi sembrano retratte rispetto a prima. Mi fa specie chi considera una pulizia l'uso esclusivo del bicarbonato che non va usato in presenza di tartaro e infiammazione gengivale. Direi che i suoi conoscenti potrebbero cambiare dentista e andare dal suo attuale.

Pubblicato il 21-03-2012
Concordo con i colleghi: l'igiene professionale prevede l'uso degli ultrasuoni per rimuovere le concrezioni di tartaro ed, eventualmente, l'ausilio del bicarbonato per le macchie di tabacco, caffè o altri prodotti che colorano le superfici dentarie. Stia tranquillo,chi ha operato su di lei ha agito come avrebbe dovuto, lei deve solo avere la pazienza di attendere la guarigione dei tessuti che dipende, a questo punto, dalla sua abilità ad utilizzare lo spazzolino, il filo interdentale e gli altri presidi che sicuramente conosce.

Pubblicato il 21-03-2012
Gentile Sig. Rocco, il getto di bicarbonato non verve ad effettuare una ablazione del tartaro, ma solo a eliminare eventuali pigmentazioni. Si effettua invece con un ablatore ad ultrasuoni, in pratica un manipolo con una punta che vibra. Cordiali saluti

Scritto da Dott. M. Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 21-03-2012
Caro Signor Rocco, premesso che tutto ciò che le hanno spiegato i colleghi è giustissimo, sembrerebbe, leggendo ciò che ci riferisce, che non ci sia assolutamente dialogo tra Lei e il suo dentista, cerchi di stabilirlo al più presto. Cordialità

Pagine: 12
Risultati trovati: 10