Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 6

SEGUITO ALLA DOMANDA: Gentili Dentisti, vi espongo una questione che mi sta molto a cuore

Scritto da Giulia / Pubblicato il

Innanzitutto vi ringrazio per le pronte risposte. Vorrei specificare che il problema che la maggiorparte di voi ha giustamente definito come grave, critico ecc.. del mio ragazzo è insorto quando di anni ne aveva 21 e la situazione è precipitata nel giro di poco. Prima di allora oltre al problema estetico di due denti "fuori posto" (più indietro nel palato rispetto agli altri), il mio ragazzo non aveva nulla. Comunque consultandomi anche col mio dentista è emerso che forse questa patologia (che ancora non ho capito se sia piorrea o carie..) sia insorta in coincidenza con l'assunzione di ansiolitici per il trattamento del precedente DAP del ragazzo in questione. In più ci tenevo a sottolineare che il mio ragazzo non è l'unico caso nella sua famiglia, la madre a 58 anni ha 4 incisivi inferiori e basta tanto che qualche anno fa portava la dentiera. La sorella maggiore invece sin dalla giovane età di 8-9 anni aveva nelle foto i denti davanti neri e grigi e adesso a 39 anni ha ricorso a degli impianti. Che la cura per i denti non l'abbia avuta, conoscendolo, è probabile però anch'io quando ero più giovane non mi curavo particolarmente dei miei denti e ho un sorriso perfetto e per averlo sono dovuta ricorrere solo ad ablazioni del tartaro ogni sei mesi senza nessuna tasca gengivale nè niente. Quindi posso credere che sia tutta colpa del mio ragazzo per la situazione drammatica che stiamo vivendo oggi? In più se l'intervento non è stato tempestivo è esclusivamente per le difficoltà economiche in cui tutti, di questi tempi, versiamo. Volevo chiedervi l'ultima cortesia: spinti dalle vostre parole e dalle nostre preoccupazioni per i suoi denti abbiamo prenotato una visita per giorno 27febbraio in cui comincerà anche la pulizia e l'ablazione del tartaro. Prima però di affidarci a questo dentista per il lavori lunghi e dispendiosi che abbiamo da fare vorremmo capire la competenza di questo individuo, visto che il primo dentista non si è rivelato molto professionale. Vorrei evitare che lui facesse una scelta sbagliata. Inoltre per i problemi economici di cui sopra, siamo stati costretti a restringere la ricerca ai soli dentisti convenzionati col Fondo-est. Quali sono i primi interventi tempestivi da fare ai denti del mio ragazzo? Mi scuso per essermi dilungata, ma ahimè essere giovani ed affrontare da soli e senza esperienza anche una visita dentistica importante è difficile e ritengo essenziali arrivare preparati in modo che nessuno se ne approfitti. Vi ringrazio davvero molto e vi auguro una buona giornata.

Precedente

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/5161_cure-dentarie.html

Cara Giulia, i suoi ringraziamenti sono graditi e tanta buona fortuna per il primo appuntamento del 27 febbraio anche se ritengo che la cura deve essere affrontata quanto più precocemente possibile e da un odontoiatra che si prenda a cuore il caso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Giulia, sono stato molto esaustivo nella mia risposta del 01-02-2012 . Per capire se un Dentista è competente nel caso del suo ragazzo, deve accertarsi che faccia una visita simile a quella da me descritta nel mio articolo "VISITA PARODONTALE"che trova nel mio profilo su Dentisti Italia cliccando il mio nome, e questo anche se fosse solo una visita generica e non specificatamente parodontale. E' la visita che ogni buon Dentista fa per qualsiasi motivo e patologia un paziente si rivolga a lui. O meglio: questa è la visita che faccio io e che dovrebbe essere in linea di massima fatta da tutti. Ovvio che ci sono tante varianti personali, ma leggere come faccio io una visita le è utile per valutare se la visita che ricevesse il suo ragazzo sarebbe di un dentista valido o no. Ripeto per non essere frainteso soprattutto dai colleghi che ci sono tante varianti, ma il "succo" e l'essenza della visita non cambia mica! Deve essere una visita totale, completa e non solo clinica ma anche strumentale e con anamnesi e colloquio informativo di tutto. La mia , che poi è anche quella di mia figlia Claudia,è un buon esempio di completezza culturale odontoiatrica messa a disposizione del paziente con una visita a regola d'arte!Ce ne possono essere di migliori o peggiori ma la sostanza deve essere questa in senso lato! Lei ha chiesto ed io ho risposto! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sir. ra Giulia, per prima cosa deve fare delle sedute di igiene ed estrarre i denti compromessi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Giudicare un collega e' una cosa che non faccio mai; al massimo posso dire un mio punto di vista su una terapia che puo' divergere da altri. Se il suo ragazzo ha assunto ansiolitici sicuramente non sara' stato un paziente facile, in piu' queste medicine,in certi casi, riducono la salivazione e quindi aumentano la possibilita' carie e gengiviti. Vedendo la sua lastra io la prima cosa che farei e' togliere i denti da estrarre e proporre un piano di trattamento personalizzato anche alle possibilita' economiche
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

La familiarità è uno dei fattori di cui facevo menzione nella mia risposta. Se geneticamente il suo ragazzo ha dei denti... per così dire "deboli" (terminologia volutamente impropria) allora è presumibile che si possano abbandonare in partenza le velleità di cure dei denti più compromessi. Vede, la bocca del suo ragazzo la si può guarire semplicemente estraendo le radici infette, previo certo le varie sedute di igiene. Dopodichè, il rimettere i denti mancanti/estratti è utilissima cosmetica. E ci sono vari modi di ripristinare una bocca. Certo una protesi removibile fa a pugni con la vostra età, ma forse si coniuga maggiormente con la situazione economica, rimandando a tempi migliori una restaurazione più fisiologica fissa. Ne parli apertamente col medico, cerchi su internet o dove vuole, ma scelga senza preconcetti. In bocca al lupo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig.Giulia, la carie non è una malattia ereditaria, gli stili di vita dei genitori vengono trasferiti ai figli ma loro possono cambiare. Gli odontoiatri curano i pazienti, difficilmente se ne approfittano, oggi la maggior parte di questi professionisti stanno lavorando senza i corretti guadagni, proprio per andare incontro alle esigenze del pubblico. Le convenzioni e i grossi centri devono rientrare anche loro nei costi, compresi quelli pubblicitari, per cui a volte è solo il paziente che crede di spendere di meno, in realtà paga uguale, se non di più rispetto a un comune odontoiatra, che in una sola voce fa rientrare tutti costi. Le faccio l'esempio di una struttura che pubblicizza la corona protesica a prezzi di sottocosto per attirare il paziente, poi quando tirano le somme oltre la corona e le cure endodontiche c'è, la preparazione, le impronte di precisione, la prova, la cementazione provvisoria e la cementazione definitiva, facendo lievitare il prezzo ai livelli dei comuni dentisti, se poi devono rientrare anche le spese pubblicitarie, sono costretti a essere maggiori.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)