Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

La dottoressa ci ha consigliato la pulpotomia

Scritto da sara / Pubblicato il
Buongiorno, mio figlio di 5 anni e mezzo, giocando, ha subito un forte trauma sul labbro superiore, retroinclinando i due incisivi centrali superiori e spostando verso sinistra l'incisivo centrale di sinistra. La dentista ha effettuato una radiografia, constatando che le radici non sono state lesionate. Dopo 10 gg l'incisivo spostato verso sinistra si è ingrigito e la dottoressa ci ha consigliato la pulpotomia. Chiedo se sia necessaria (vista l'età, l'eruzione dei permanenti non tarderà molto; non ragiono certo dicendo "tanto sono denti da latte che devono cadere " !) ed eventualmente se possa essere un intervento doloroso (onde evitare un trauma al bambino per le future visite). Grazie, cordialità Sara
Trattare in qualche modo due denti da latte incisivi a 5 anni e mezzo, a poche settimane (!) dalla permuta, è una vera stupidaggine. Questi dentini, traumatizzati, sono in procinto di essere sostituiti dai nuovi. Bisogna liberare la strada ai permanenti affinchè non trovino l'ostacolo dei denti da latte traumatizzati nel loro percorso di eruzione. Qualunque trattamento può causare danni ai permanenti allo smalto o deviazione del percorso di eruzione.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Sara, tra sei - 40 mesi circa, eromperanno gli incisivi centrali permanenti. Bisogna fare una Rx per valutare lo stato di maturazione dei denti permanenti affinchè sia predicibile l'epoca della loro eruzione (dipende dalla lunghezza e maturità della loro radice in rapporto a quella della loro corona). Se si prevede che erompano presto, gli incisivi Decidui non vanno toccati, salvo ascessi o infezioni e se si prevedesse che invece ci potrebbe essere un ritardo di eruzione che tuttavia rimarrebbe nella norma, dato che gli incisivi centrali erompono tra i 6 e gli 8 anni come tempi limite, allora bisogna fare come dice la sua Dentista! Un buon metodo è stabilire l'età scheletrica di suo figlio, su cui non mi dilungo perchè la sua Dentista conosce benissimo il problema e spetta alla sua decisione se valutarla o no!Consigli e suggerimenti per i pazienti". Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Sara, è vero l'eruzione dei permanenti non tarderà molto, per cui concordo con la competente risposta del dott. Passaretti. I trattamenti endodontici dei denti decidui potrebbero dare complicanze maggiori, rispetto a una perdita leggermente anticipata, eventualmente curabile in futuro con ortodonzia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sara, se, dalle radiografie effettuate, si evidenziano già prossimi all'eruzione i corrispondenti denti permanenti sarebbe bene soprassedere dal trattamento endodontico sui decidui. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Sara, bisogna fare una valutazione sul grado di riassorbimento della radice del dente da latte e della maturazione della radice del permanente. Se da questo studio risulta che la permuta verrà presto non bisogna fare nulla, altrimenti bisogna procedere alla pulpotomia. Vi sono bambini che già a 5 anni e mezzo cominciano a cambiare gli incisivi, in altri avviene molto più tardi. Pertanto la terapia va personalizzata. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentma Sigra Sara, se non ci sono infezioni e le lastrine effettuate mettono in evidenza che gli incisivi centrali permanenti sono prossimi all'eruzione, soprassiederei alla pulpotomia. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Preg.ma Sig.ra Sara, sono certo che la collega che ha in cura suo figlio, per suggerirle un intervento di tipo endodontico, ha valutato accuratamente la maturazione del dente permanente che dovrà sostituire il dente in questione. Mi sembra evidente che preveda tempi lunghi per l’eruzione del permanente e quindi l’ intervento endodontico appare opportuno per conservare l’elemento deciduo in arcata. Il dolore oggi non è più un problema, ci sono tante tecniche perché un intervento del genere non risulti traumatizzante. Quella che preferisco è il rapporto di fiducia che il sanitario riesce a creare con il piccolo paziente. Si affidi tranquillamente al professionista di cui lei si fida si faccia spiegare tutti i passaggi e poi vedrà come un bambino possa essere collaborativo. La saluto cordialmente.Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Loreto Recchia
Isola del Liri (FR)

Dalla situazione descritta forse si può soprassedere alla pulpotomia.... però si ricordi che per un corretto piano di trattamento è necessaria una visita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sara, proporre una pulpotomia non è una follia se è stato accurato il processo diagnostico. Come diceva il dott. Tabasso ci sono indici precisi che vengono valutati per la scelta terapeutica in questi casi. Se la radice dei permanenti è formata per almeno due terzi è preferibile estrarre il deciduo per facilitare e velocizzare l'eruzione del permanente;viceversa si può prendere in considerazione una pulpotomia, soprattutto se presente una sintomatologia a carico del dente interessato. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Umberto Tersigni
Palermo (PA)

Se questo è quello che le è stato proposto ci sarà un perchè.

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)