Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

SEGUITO ALLA DOMANDA: Potrei avere una frattura della corona del ponte?

Scritto da marina / Pubblicato il

Salve sono Marina, da ieri uso tachipirina 500. Ieri sera dopo spazzolamento e non durante ho avvertito piccole scosse senza dolore sempre in quel punto tra incisivo e premolare. E' brutto segno? Vorrei porre due domande, con l'ablazione è possibile rovinare lo smalto, la corona o forare un otturazione? Se così fosse avrei sensibilità al freddo e al caldo? il ponte che ha 20 anni è in oro resina. Grazie ancora

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/4861_scosse-dopo-ablazione-dentale.html

Gentile Marina, dopo l'ablazione del tartato è normale che per un pò di giorni i denti risultino più sensibile agli stimoli termici. Le consiglio di contattare il suo dentista ed esporre a lui direttamente i suoi fastidi. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se lei è una persona normopeso, la tachipirina 500 mg è forse poco, ma se ha benefici, va bene lo stesso. Senta cosa dice il curante. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Marina stia tranquilla, sono solo dei fastidi, non sono queste le cose gravi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Marina, le ho risposto abbondantemente già il 30-11-2011. Perchè non è andata dal Dentista nel frattempo, anzichè continuare a studiarsi e addirittura a porre nuovi ansiosi quesiti a se stessa? Detto questo, la pulizia dei denti non può fare nulla di quello che teme. La Tachipirina l'ha presa prescritta da chi? Scommetto da sola, lei non è tipo da andare o telefonare al Dentista per sapere! E' pericoloso assumere farmaci da soli. Poi la Tachipirina è assolutamente sbagliata come prescrizione per i suoi problemi. Vada dal Dentista se no questo fine settimane verrà assalita da altri mille "dubbi". Lo dico per il suo bene. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Può succedere tutto come lei ha detto ma la cosa migliore è farsi vedere da uno specialista

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile Sig.ra Marina, l'ablazione del tartaro non può rovinare lo smalto, la corona o forare un otturazione. La tachipirina 500 mg. potrebbe essere poco, dipende dal suo peso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Marina, l'ablazione del tartaro, soprattutto se cospicua, crea un nuovo ambiente nel cavo orale cui il suo organismo deve nuovamente adattarsi. La rimozione del tartaro può determinare l'esposizione di aree più sensibili, come i colletti dentari o tratti di radice, per cui la sensibilità a stimoli termici è tutt'altro che rara, ma si risolve nel giro di qualche giorno. Piuttosto che passare ad una cura farmacologica fai da te vada dal suo dentista, che controllerà la presenza di altre condizioni che possono determinare il suo fastidio!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Umberto Tersigni
Palermo (PA)