Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

SEGUITO ALLA DOMANDA: Con l'anestesia generale si possono curare le carie o vengono solo tolti i denti?

Scritto da giovanna / Pubblicato il

Buongiorno vorrei ringraziarvi per aver risposto alla mia domanda. In base alle vostre risposte mi sono resa conto che probabilmente non ho spiegato bene la situazione. Mia figlia è andata da diversi dentisti ma non è riuscita a curare la carie perchè ha subito un'anestesia probabilmente presa male perchè a parte il forte dolore si è gonfiata la gengiva si è formato del pus ed è rimasta scioccata nonostante i mille tentativi fatti da me e dai miei parenti. Anche io non vorrei far fare a mia figlia un'anestesia generale per una semplice carie ma nessun dentista al mio paese mi aveva detto della sedazione cosciente. Questa sedazione possono farla anche i dentisti privati o bisogna andare in ospedale?

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/4661_anestesia-generale.html

Cara Signora Giovanna, allora le cose cambiano! La sedazione cosciente la può fare tranquillamente presso Dentisti Privati! Però il problema sembra essere l'anestesia locale, problema evidentemente legato a patologie locali non diagnosticate, se è vero che si è formato una ascesso!Non vorrei prendere neanche in considerazione la mancanza di Igiene se è andata da un Dentista abilitato all'esercizio Professionale, ossia iscritto all'albo dei Medici e degli Odontoiatri! Quindi più che ad una sedazione Cosciente, penserei a reperire un Dentista Cosciente :) che sappia il fatto suo! I due metodi principali di sedazione cosciente sono la sedazione inalatoria ed endovenosa. In Italia è maggiormente diffusa la sedazione inalatoria con protossido d'azoto perché non c’è la competenza necessaria, in genere, per poter effettuare la sedazione endovenosa. Qui sembra che la Sedazione Cosciente sia la "panacea" di tutti i problemi e sia assolutamente scevra da rischi! Invece non è così. I rischi di complicazioni anche gravi, sia pur rari, esistono e si verificano! La consapevolezza dell'esistenza di complicazioni, deve essere pienamente conosciuto dall'intero team Odontoiatrico affinchè sappia agire di conseguenza! Il Team intero deve essere formato ed abile in tutte le procedure mediche e di rianimazione d'urgenza! In particolare, deve essere esperto in protezione delle vie aeree, apporto di ossigeno e farmaci per uso d'emergenza. Il paziente sotto sedazione cosciente deve essere monitorato continuamente nei valori di pulsemetria, pressione sistolica e diastolica ed ECG che ovviamente lo si deve saper interpretare.(quest'ultimo monitoraggio non è da tutti ritenuto per la verità importante ma da molti e da me per primo, si!). Il Medico deve essere in grado di somministrare ossigeno con intermittente ventilazione a pressione positiva in caso di complicazione cardiopolmonare. Protossido di azoto e bombole di ossigeno, devono essere sotto costante manutenzione e si deve avere una perfetta conoscenza dei due gas e delle giuste proporzioni. Bisogna avere conoscenza della giusta pressione a cui vanno usate! Bisogna avere una conoscenza clinico-internistico-medica non indifferente perchè non tutti i pazienti e soprattutto non tutte le patologie sistemiche possono sopportare una sedazione cosciente! Per farle capire che le variabili da affrontare sono talmente tante, come ha visto, che si deve guardare, da parte di voi pazienti con più "rispetto", meno superficialità e più consapevolezza ed informazione (questo è il tanto importante consenso informato), alla tanto ricercata Sedazione Cosciente! Questa è ovviamente una opinione mia personale supportata però da tanta letteratura scientifica! Quindi non era mia intenzione di spaventarla ma solo di renderla consapevolmente edotta che esistono rischi! Ora, quando vale la pena di correre questi rischi? Quando non esiste nessuna altra possibilità di curare in altro modo patologie importanti dell'apparato stomato-gnatico! Lei, o meglio, sua figlia ha veramente questo bisogno e necessità? Per me no! Ripeto, un corretto approccio al paziente ed una corretta anestesia locale o regionale risolvono tutto e sono preferibili, a mio avviso naturalmente!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Giovanna, la sedazione cosciente la fanno anche i privati. Cerchi nel sito uno studio vicino a lei che la effettui. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Giovanna, parecchi dentisti nei loro studi privati adoperano la sedazione cosciente e per trovarne qualcuno nella sua zona può consultare questo portale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Purtroppo è molto molto raro che un reparto ospedaliero abbia la sedazione con protossido. C'è a Milano, ma più vicino non credo. Invece ci sono alcuni dentisti privati che la usano..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

La sedazione la può trovare anche privatamente

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Si, alcuni dentisti privati si avvalgono della sedazione.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giovanna, la sedazione con protossido non è eseguita da molti dentisti, ma la farmacologica è alla portata di tutti. Si può effettuare sia in ambiente ospedaliero sia privato.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Giovanna, per la mia esperienza sono convinto che con la sedazione cosciente che non è solo quella con la mascherina e il protossido d'azoto, ma anche quella farmacologica con l'infusione in vena di farmaci ansiolitici, sua figlia possa essere curata tranquillamente. Si effettua sia negli studi privati che nelle strutture pubbliche. Se si rivolge ad una struttura privata, è essenziale che si accerti prima che l'odontoiatra possa vantare titoli e preparazioni specifiche nell'ambito della sedazione. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia