Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Il continuo distacco della ricostruzione dal dente è frutto di una non perfetta esecuzione da parte del professionista?

Scritto da Daniele / Pubblicato il
Buongiorno, 4 anni fa ho devitalizzato un premolare (4° sup destro) poi ricostruito e incapsulato. Il problema è che in 4 anni l'intera ricostruzione si è decementata e distaccata per ben due volte e ad oggi la capsula si muove come se si fosse distaccato tutto per la terza volta. Il dentista che ha fatto questo lavoro un anno fa(nuova ricostruzione + capsula) dice che si muove tutto il dente e mi ha rimandato a casa dicendomi di non forzarlo... Un secondo dentista, da cui sono stato una settimana fa, mi ha fatto una lastra e fortunatamente il dente sembra integro (nessuna carie), mi ha detto però che la chiusura canalare non è stata fatta fino all'apice e in ogni caso, secondo lui, il movimento è dovuto al distacco della ricostruzione dalla radice e che il dente non si muove ma bisogna rifare tutto utilizzando un perno moncone. Il primo dentista eventualmente tirerebbe giù la capsula e la ricostruzione con... pinze e martello e poi ricementerebbe tutto, il secondo dentista ha detto assolutamente no, si potrebbe rompere il dente. La mia domanda è: il continuo distacco della ricostruzione dal dente è frutto di una non perfetta esecuzione da parte del professionista o ci potrebbero essere altre cause che non mi vengono prospettate? Grazie
Gentile Daniele, non avendo alcun elemento oggettivo è difficile se non impossibile poterle rispondere. E' comunque certo che se il problema che descrive si è presentato a poca distanza dalla fine delle cure e si è ripresentato regolarmente si è propensi a ritenere che qualcosa non va nella ricostruzione forse per l'utilizzazione di un perno che si discementa facilmente. Le consiglio di chiedere spiegazioni al suo dentista che potrà riconoscere che qualcosa può essere andato storto e che sarà disposto a risistemare tutto. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Evidentemente c'è qualcosa che non va. A 32 anni tutto può essere ma è difficile che i denti si muovano. Quindi sono le ricostruzioni che non tengono, e forse si possono rifare bene..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Daniele, copio ed incollo la risposta del Dott. Savino. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Daniele, se il primo odontoiatra, che ha operato su di lei è iscritto all'ordine dei medici, le consiglio di non cambiare e continuare le cure da lui consigliate, solo così avrà un unico responsabile della sua bocca. Cambiare significa disperdere le responsabilità.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Daniele, generalmente se una ricostruzione si stacca i motivi sono due. Nuova carie o problemi nella ricostruzione. Condivido il pensiero del secondo dentista, se qualcosa non va, bisogna rifare tutto dall'inizio. Soprattutto perché se rimane con una ricostruzione parzialmente staccata, nel lasso di un breve periodo di tempo il dente si caria e la situazione potrebbe peggiorare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Daniele, concordo con tutte le risposte date fino ad adesso, aggiungo solo di "responsabilizzare" il dentista che ha fatto il lavoro, non foss'altro che conosce perfettamente cosa è stato effettivamente fatto e quindi dove sicuramente c'è il problema. Buongiorno

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Gentile Daniele, se le ricostruzioni vengono fatte secondo regola è un pò difficile che si stacchino con facilità, fatto salvo i casi dovuti a fattori traumatici o nuova carie. Probabilmente qualcosa non va;ne parli serenamente col suo dentista, penso che non sia così difficile trovare una soluzione. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Perno moncone su radice con allungamento della corona clinica con intervento parodontale. Da casistica della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Caro Signor Daniele, se ha una corona, alla Rx endorale (mi auguro che non sia la solita "panoramica" che in questi casi non serve a nulla!) non si può vedere ciò che sta sotto la corona, se essa è definitiva e quindi in metallo (spero oro o zirconio e non acciaio o altri metalli non nobili e spero non provvisoria in resina perchè si creerebbe malacia e se in resina anche alterazione della occlusione con estrusione dell'antagonista), dicevo non si può vedere niente. Molto di più si vede con una visita clinica e con uno spicillo per ricerca delle carie in particolari interprossimali e sotto il margine della corona, valutando e "saggiando" la chiusura della corona sulla spalla del moncone! Detto questo solo la Diagnosi corretta può portare il Dentista a decidere di tagliare o rimuovere con estrattori la corona, se possibile e pianificare, tolta la corona. la terapia idonea che penso potrebbe essere un pernomoncone dopo eventualmente avere allungato chirurgicamentew con interventi parodontali, la corona clinica, per avere una chiusura della gengiva sul dente e non sulla nuova corona che essendo artificiale farebbe aprire una tasca parodontale!Legga nel mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti " e "Restauro conservativo di un elemento dentale recuperato con intervento parodontale gengivale e osseo" e "Restaurazione protesica di un elemento dentale, fratturato, recuperato con un piccolo intervento parodontale" Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Come sempre il dott. Petti ha esaustivamente risposto alla domanda, risposta che condivido totalmente. Buona vita

Scritto da Dott. Silvano Siniscalchi
Castelfidardo (AN)

Salve Daniele, spero di aver capito di cosa si tratta. Se viene via solo la corona, c'è un problema di preparazione, di cementazione o di contatti non registrati. Se viene via, perno e corona insieme, o il perno non scende sufficientemente nel canale radicolare o non è ben cementato. Spero di aver centrato il problema..e se fosse uno di questi, bisogna rifare il lavoro.. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)