Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 14

Estrazione ottavi superiori e.....

Scritto da Erica / Pubblicato il
Egregio dott. 1 anno fà ho tolto gli ottavi superiori nella stessa seduta operatoria e fin qui nulla di strano ma dopo 5 o 6 mesi ho cominciato ad avvertire un dolore di tanto in tanto al lato superiore sinistro della faccia, fino al punto che questo dolore incomincia ad essere sempre più frequente. A questo punto faccio un opt di controllo mostrandola all'operatore dell'intervento il quale mi riferisce che è tutto nella norma tanto che l'osso si è riformato bene. Premetto che non vi sono carie di alcun tipo. il tutto si sta ripetendo sempre più spesso (il Dolore) al punto tale che quando mangio sono costretta a fermarmi finchè il dolore non passi. Le chiedo cortesemante quale possa essere la causa di tutto ciò. Nel ringraziala anticipatamente si porgono Distinti Saluti
Le cause possono essere varie, anche se probabilmente il collega le  avrà data giustificazione, posso solo ipotizzare non avenndo nulla per suffragare il mio assunto e cioè: residui radicolari, perforazioni pavimento seno mascellare, lesioni iatrogene alla radice distale del settimo, disestesie per trauma chirurgico ecc.. Le consiglio di tornare dal collega per rivalutare con calma il tutto, magari eseguendo delle rx mirate più dettagliate. Saluti

Scritto da Dott. Tiziano Berton
Treviso (TV)

Gent.ma Sig.ra, dalla sommaria descrizione dei segni e sintomi è possibile fare solamente ipotesi che poi andrebbero confermate con un esame obbiettio ed una attenta anamnesi strumentale. Comunque, dissento dal dire che possa esserci stata una perforazione del seno mascellare, in quanto anatomicamente il sito estrattivo è più posteriore alla zona "critica"; inoltre, avrebbe accusato sinusiti e dolori già subito; cioò che per me sarebbe più plausibile, è che potrebbe trattarsi di una sintomatologia da ricondursi ad una probabile pregressa malocclusione che oggi si manifesra con dolore in zona pre-auricolare sx; questo, da conferma mediante esame clinico mirato e raccolta di ulteriori dati ad esso correlati, tipo: scrosci articolari, dolenzìa da affaticamento masticatorio, latero-deviazione mandibolare nel movimento di massima apertura, pregresse avulsioni dentarie -in particolar modo dei primi molari, etc. .. . Oppure, si potrebbe trattare di una mancata rimodellazione ossea a livello del sito post-estrattivo, facilmente risolvibile con una banalissima osteoplastica. distinti saluti!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Mario Barbarito
Empoli (FI)

Gent.ma Erica la sintomatologia che lei descrive, dato l'esito negativo rispetto a complicanze di tipo chirurgico, già sottolineato dal suo dentista con l'indagine radiografica, difficilmente è da mettere in relazione all'estrazione del dente del giudizio. Per cui si tranquillizzi. Verosimilmente, invece, può essere dovuta a problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare dello stesso lato oppure come ipotizzava anche il collega che mi ha preceduto nella risposta il sintomo di una malocclusione o più semplicemente di natura muscolo scheletrica. Questo è avvalorato dal fatto che lei riferisce l'acutizzarsi dei sintomi durante la masticazione. NON MASTICHI AL MOMENTO CIBI DURI, GOMME AMERICANE, DORMA SUPINA E NON PRENDA FREDDO Queste patologie, in genere, sono saltuarie e/o passeggere. A volte, nei casi più gravi occore fare terapie ( bite; molaggio selettivo; ortodonzia; protesi ...) per eliminare i precontatti o risolvere la malocclusione che determina contrazioni muscolari e/o incoordinazione condilo discale. Si rivolga di nuovo al suo dentista che le potrà dare la terapia adeguata. In alternativa, le sarà utile uno gnatologo o un collega che si occupa di queste tematiche. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Faccia una visita gnatologica per controllare l'ATM (articolazione temporo-mandibolare). Soffre di cervicalgie, acufeni, mal di testa, dolori alle orecchie? Sente rumori nell'aprire e chiudere la bocca (click, scrosci, ecc)? Riesce ad aprire bene (dovrebbe riuscire ad inserire tra gli incisivi superiori e gli inferiori almeno 3 dita in verticale)? Non sforzi l'articolazione mangiando cibi duri ed elimini le gomme da masticare. Inoltre NON COMPRI BITE FAI DA TE in Farmacia, ma vada dal suo dentista che le farà una visita all'ATM o le indicherà un bravo gnatologo. Se non dovesse essere questo il problema faccia ulteriori indagini. Ci faccia sapere.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

Cara Erica, per poter formulare un minimo di diagnosi e' necessario avere un quadro radiologico e, nel suo caso in particolare, e' fondamentale una scrupolosa visita clinica. I problemi che possono essere in relazione alla regione che citi sono multeplici e solo clinicamente possiamo dignosticare cio' che ti crea problema programmando di conseguenza una terapia mirata e completa. Fornisci degli elementi maggiori o recati in visita dal tuo dentista di fiducia, in mancanza consulta il database regionale nel nostro sito e troverai sicuramente il professionista che sara' in grado di dare una risposta alle tue domande. Resto a disposizione per eventuali approfondimenti. Cordialita'
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Sig.ra Erica, il suo dentista con visita clinica e Rx opt non è riuscito a far diagnosi, ancor più difficile risulta ipotizzare una diagnosi da parte mia. Le consiglio, di analizzare bene il tipo di dolore e cercare di riferirlo a un dente o ha una zona ben precisa, in modo che il suo odontoiatra possa farle un rx endorale mirata, che per ciò che riguarda i denti, risulta essere più specifica rispetto la rx opt .

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Erica, senza poter valutare delle indagini radiologiche, o visitarti clinicamente è difficile fare diagnosi. Ti invito a fare una visita anche presso il mio studio, col mese della prevenzione ANDI è gratuita. Distinti saluti

Scritto da Dott. Vincenzo Bifaro
Giugliano in Campania (NA)

Confermo la riposta del Dott. Palumbo..direi che io avrei risposto cosi...ma già prima di me questo bravo dentista che si occupa di TMD o in traduzione italian language Disordini Cranio Mandibolari

Scritto da Dott. Evaristo Giovanni Arnaldi
Caldogno (VI)

Carissima Erica, per poter darle un consiglio vero, franco e che Le dia soddisfazione, purtroppo avremmo bisogno di vedere la OPT, ma soprattutto un tracciato cefalometrico e un TC dell'ATM in apertura e chiusura, per valutare se esistono delle discrasie morfo funzionali all'articolazione temporo mandibolare. Sicuramente attraverso il Nostro Portale troverà un collega esperto nelle Sue vicinanze. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gentile Erica, senza visita ed esame rx, posso ipotizzare e dirle che dopo 6 mesi l'intervento non ha lasciato sequele, il suo problema potrebbe essere provocato da una malocclusione con risentimento dell'A.T.M. le cosiglio valutazione presso gnatologo. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia