Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 14

Quando arrivo dal dentista inizio a tremare ed è quindi impossibile visitarmi

Scritto da cristina / Pubblicato il
Avrei un problema; ho un molare molto cariato, praticamente ne e' rimasto ben poco e mi sta facendo impazzire però non riesco ad andare dal dentista perchè ho troppa paura. Quando arrivo dal dentista inizio a tremare ed è quindi impossibile visitarmi. Mi chiedevo se nella mia zona ci sia qualche dentista che intervenga con anestesia totale o almeno che mi "addormenti" un pò; praticamente che io non senta nulla. grazie
Gentile Cristina, è sufficiente la sedazione cosciente con protossido d'azoto per i soggetti paurosi come lei e non è opportuno ricorrere all'anestesia totale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Cristina, la sua paura è immotivata in quanto è sufficiente effettuare una corretta anestesia locale per insensibilizzare temporaneamente la zona e non avvertire dolore. Una anestesia di tipo generale per la cura di un dente è assolutamente esagerata come soluzione e inoltre non priva di rischi. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Il protossido fa miracoli e permette di recuperare e di strappare alla totale o ai pericoli delle infezioni, persone ansiose come lei. La tecnica della sedazione cosciente con N2O-O2 è ideale nei casi come il suo. Ovviamente la anestesia locale permetterà cure o estrazioni senza dolore, ma bisogna occuparsi dell'ansia e della paura che possono essere una cosa molto seria.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Cristina le posso garantire in 34 anni di onorata professione che basta un giusto approccio col paziente ed un giusto modo di procedere ad una anestesia locale , previo preanestesia di contatto per calmare qualsiasi paziente anche diversamente abile! Legga quello che ho scritto il 14 Settembre, 10 domande fa, sulla anestesia cosciente e capirà. Questo per non ripetermi e tediare tutti, pazienti e colleghi, lo legga e capirà che deve solo scegliere il dentista adatto che instauri prima con una visita, poi con una bella chiacchierata informativa, il giusto rapporto per il suo stato di "panico" che verrebbe superato tranquillamente! Legga e mediti: il titolo della domanda è "Sedazione cosciente ad Alessandria", per facilitarle la ricerca!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Cristina, assolutamente non si può ricorrere all'anestesia generale per curare un dente, non è corretto. Si può usare, invece, la sedazione con il protossido o anche a quella farmacologica. Si può richiedere infatti la collaborazione di un anestesista che tramite farmaci induce un profondo stato di sedazione. In ogni caso la cosa più importante è un corretto approccio psicologico da parte del dentista, a volte basta questo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Dal suo medico di fiducia si faccia prescrivere un buon ansiolitico, un benzodiazepinico probabilmente andrà bene, (es.: Valium, Prazene ecc.), e lo assuma secondo il dosaggio che le verrà raccomandato un'oretta prima di sottoporsi alle cure, vedrà che non saranno necessarie altre cose. Informi però il dentista del farmaco che ha assunto poichè alcuni di essi possono interagire con l'eventuale uso di anestetico. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Giuseppe Quarta
Parma (PR)

Gentile signora , se il suo medico conosce i fiori di Bach il suo problema è facilmente risolvibile.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Il mio consiglio è quello di non ricorrere all'anestesia generale, ma ricorrere alla sedazione con protossido di azoto, io la utilizzo con ottimi risultati da parecchi anni e sono certo che questo presidio potrà risolvere il suo problema.

Scritto da Dott. Antonino Albanese
Palermo (PA)

Il mio consiglio è quello di non ricorrere all'anestesia generale, ma ricorrere alla sedazione con protossido di azoto, io la utilizzo con ottimi risultati da parecchi anni e sono certo che questo presidio potrà risolvere il suo problema.

Scritto da Dott. Antonino Albanese
Palermo (PA)

Gentile signora, L'anestesia totale nel suo caso è assolutamente un'esagertazione, e non priva di rischi e controindicazioni. La sedazione cosciente con protossido d'azoto può sicuramente essere una buona alternativa, anche se a mio parere sarebbe opportuno provare, prima di ricorrervi,ad usare la classica anestesia locale preceduta però da una premedicazione con ansiolitico da effettuare un'ora -mezz'ora prima della seduta. Cordialmente

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Reggio Calabria (RC)