Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Dovro' estrarre un molare inferiore

Scritto da jessica / Pubblicato il
Lunedì dovro' estrarre un molare inferiore in quanto nel 2009 l'ho devitalizzato e ricostruito, ma ora da circa febbraio almeno una volta al mese mi si gonfia il lato della faccia dove c'e' il dente e mi viene un ascesso! ho cambiato dentista e mi ha suggerito o di toglierlo e fare un impianto nuovo oppure aprirlo per vedere cosa c'e e tentare di salvarlo, ma non ne ho proprio voglia perche e un dente malato!! il mio dentista nuovo mi fara' anche un prelievo del sangue per poi metterlo in un macchinario e riutiizzarlo come liquido per il dente.. non ho capito molto su sto punto potete spiegarmi qualcosa? è doloroso e ci vuole molto a guarire? dato che lo estraggo lunedì e sabato ho un matrimonio Grazie mille della risposta
Gentile Jessica, nel suo racconto si esprime abbastanza bene sul tipo d'intervento a cui il suo dentista dovrà sottoporla lunedì e ciò è senz'altro merito anche del suo dentista che le ha spiegato (come d'altronde è giusto fare) i vari passaggi e, pertanto, non comprendo come mai non ha chiesto a lui i tempi di guarigione. L'utilizzo del suo sangue che viene centrifugato e poi riposto nell'alveolo del suo molare avulso è una tecnica valida e che le consente di mantenere l'osso per un'eventuale implantologia. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Jessica, quando non si capisce qualcosa, è meglio farselo ripetere, perchè noi a distanza senza la conoscenza del caso e il parere del collega, risulta difficile interpretare la domanda. Se è presente infezione, non è corretto cercare di rigenerare l'osso con fattori di crescita presenti nel suo sangue.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Denti con varie patologie gravi salvati con una buona e semplice Odontoiatria. Da casistica del Dr. Gustavo Petti e della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Jessica, anche qui aprirlo per tentare di salvarlo. Si deve invece fare una Diagnosi esatta e impostare la relativa terapia endodontica. E' assurdo procedere alla avulsione di un dente solo perchè ha una patologia infettiva endocanalare e/o periapicale! Lo si cura e basta. Se il suo Dentista non ne fosse capace deve inviare il proprio paziente da un Endodontista! Ma non si estraggono i denti così per fare impianti! Almeno io non lo faccio! Le lascio una foto con denti con patologie gravissime e salvati, altroichè estrarre i denti!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Manca qualsiasi elemento di giudizio, e in particolare una rx endorale del dente in questione, per poterle dare un parere sensato... comunque personalmente non condivido la sua scarsa motivazione a mantenere un dente naturale piuttosto che sostituirlo con un impianto, se ci sono le condizioni per mantenere il suo dente (leggasi: adeguato supporto parodontale - assenza di danni iatrogeni non riparabili - operatore con buone competenze endodontiche - terapia sotto diga di gomma) io al suo posto mi sottoporrei senz'altro al ritrattamento. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Gentile Sig. ra Jessica, francamente un dente è recuperabile o no. Aprire il dente per vedere cosa c'è non mi sembra corretto. Prima di tutto va fatta una diagnosi e poi va discussa la relativa terapia. Ricorrere poi ad una tecnica rigenerativa quando vi è una infezione imponente può essere un azzardo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Dia fiducia al suo dentista

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Non capisco se ha deciso lei o il suo dentista l'estrazione...ogni dente se possibile andrebbe "salvato"...sul P.R.P. se vorrà leggerlo c'è un mio articolo su questo portale.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Da quello che ci dice sembra che il suo dentista utilizzerà la tecnica del prgf pre preservare il riassorbimento osseo. Per quanto riguarda il piano di trattamento se estrarre o provare a curarlo mi unisco ai colleghi.... cordiali saluti

Scritto da Dott. Alberto Ciatti
Legnano (MI)

Gentile Signora Jessica, mi è difficile dare consigli senza vederla, per una diagnosi corretta. Personalmente, prima di farmi togliere un dente, tenterei tutte le vie possibili. Il PRP ed il PRGF, sono ottime metodiche per far guarire prima e meglio e conservare una maggior quota di osso in previsione di impianti. Cordialmente Dr A. Beghini Cassano D'Adda MI

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Gentile Jessica, perchè chiede a noi cos'è quello che le farà il suo dentista? Lo chieda a lui e vedrà che saprà farle comprendere il tipo di metodica adottata e le finalità. Per quanto riguarda il dolore post-estrattivo e i tempi di guarigione è impossibile fornire dei parametri ci sono troppe variabili in gioco. Solo il suo dentista, dopo l'estrazione, potrà darle delle indicazioni in merito.

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)