Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 14

Ho un ascesso alla guancia destra

Scritto da marco / Pubblicato il
Ho un ascesso alla guancia destra e passando col tempo è diventato veramente enorme, la notte non riesco a dormire a causa del dolore e non riesco a mangiare perchè non riesco ad aprire correttamente la bocca a causa della bolla. Per far passare il dolore uso oki invece per la cura utilizzo spiramicina (3 compresse al giorno) il dentista dice che finchè l'ascesso non passa non può curarmi la causa : un dente infetto... come faccio a far passare subito l'ascesso? non ce la faccio più sto impazzendo dal dolore
Gentile Marco, le consiglio di far presente il problema, che sta diventando ingravescente, al suo dentista. Deve assolutamente cambiare strategia; o cambiare antibiotico e via di somministrazione anche per via intramuscolare certamente più efficace che per os oppure se l'ascesso è colliquato provvedere all'incisione e drenaggio dello stesso. Temporeggiare a volte può peggiorare la situazione. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Se l'ascesso è veramente di grandi dimensioni ed è tale (e cioè è una raccolta saccata di pus e non una infiltrazione di pus nei tessuti senza saccatura) allora oltre all'assunzione di antibiotico (anche per diverse vie di somministrazione, come dice bene il collega Savino) si può tentare di incidere l'ascesso per un drenaggio più rapido. Attenzione: un ascesso ha sempre una causa. Questa va ricercata ed eliminata, o il problema presto o tardi si ripresenterà. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Si deve fare diagnosi della causa dell'ascesso con visita, sondaggio ed rx endorale...in urgenza aprire il o i canali del dente o incidere l'ascesso per favorirne il drenaggio. La corretta molecola antibiotica, la sua giusta somministrazione e via di somministrazione giocano un ruolo fondamentale per la gestione dell'ascesso, se possibile in associazione ad un fans, antiedemigeni fino al cortisone.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Marco, chieda al suo Dentista una immediata visita urgente di controllo. Il dolore si può e si deve togliere con terapie odontoiatriche endodontiche appropriate e l'ascesso va assolutamente curato bene con una terapia antibiotica più appropriata , potente e parenterale. La tumefazione se fosse matura, ossia molle, andrebbe incisa per drenare il pus o altrimenti corre rischi seri di formazione di un pericoloso Flemmone. Qualsiasi Odontoiatra sa intervenire. Chieda che intervenga! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Marco, bisogna subito drenare l'ascesso, aprire i canali del dente necrotico, pulirli, mettere una medicazione intermedia e possibilmente passare ad un antibiotico per via intramuscolare. Assolutamente non bisogna aspettare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Marco, ritorni dall'odontoiatra che ha prescritto la spiramicina e lo inviti a iscriversi al nostro forum, dove potrà trovare i migliori consigli di come trattare un ascesso. Controlli se chi opera su di lei, è iscritto all'ordine dei medici, se cosi non fosse, vada immediatamente a un pronto soccorso odontoiatrico o dal medico di base o dalla guardia medica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Marco, la risposta per risolvere in tempi rapidi il suo fastidio dovrà dargliela il suo dentista in quanto se è abilitato ha tutti i requisiti ed i mezzi idonei per poterlo fare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se l'ascesso è in fase di colliquazione và inciso e drenato. Se la causa , come sembrerebbe è odontogena il dente in causa deve essere immediatamente trattato. In fase di colliquazione difficilmente la terapia antibiotica da sola , anche parentelare, è in grado di risolvere il problema, se non in tempi lunghi e snervanti, e comunque l'infezione è destinata a ripresentarsi.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Si rechi al pronto soccorso odontoiatrico dell'Ospedale a lei più vicino ! http://www.aslchieti.it/strutture_ospedali_det.asp?idR=36&ids=3 cordiali saluti

Scritto da Dott. Alberto Ciatti
Legnano (MI)

Cambi dentista e si faccia curare

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)