Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Ho un dente otturato da circa un anno e mezzo...

Scritto da Giorgia / Pubblicato il
Gentili dottori, ho un dente otturato da circa un anno e mezzo e nei mesi successivi dall'otturazione, in certi momenti mi dava fastidio (non nella masticazione ma magari in situazioni di forte stress). Il mio dentista mi ha più volte ripetuto che, un dente otturato con otturazione così alta vicina al nervo, è normale che possa dare fastidio attribuendo poi il problema al digrignare i denti la notte. Nel dubbio quattro mesi fa (quindi dopo più di un anno) ho fatto una radiografia e tra l'otturazione è il resto del dente ho notato che c'è un piccolissimo spazio, una specie di "riga" millimetrica trasparente che fa da contorno alla parte alta dell'otturazione. Ero convinta fosse una nuova carie ma, a detta del dentista che ha eseguito il lavoro, quella trasparenza è dovuta ad una visione bidimensionale della lastra. Facendo delle ricerche sulle varie domande di altri utenti ho letto di "mancato sigillo tra dente e otturazione" e non vorrei fosse il mio caso. Il dente non mi dà mai problemi se non, come già detto, durante periodi molto stressanti (fortunatamente rari). Il fastidio si traduce con qualche leggerissima pulsazione di breve durata ma mai dolore, neanche masticando cibi duri. Tra un mese dovrò prendere l'aereo per un viaggio di circa due ore e dunque temo di poter avere problemi in vacanza causa cambi di pressione (in caso si trattasse di aria o altro). Può davvero quella "riga" che contorna l'otturazione" essere dovuta ad una visione bidimensionale? In caso possa essere qualcosa di diverso ho almeno un mese a disposizione per farmi fare una nuova otturazione. L'ultima volta che ho fatto vedere il dente è stata due mesi fa in una normale visita di controllo generale. Il dentista ha fatto un test poggiando del cotone ghiacciato sul dente e ha confermato che sta bene. In caso dovesse esserci dell'aria, il dolore si risolve dopo essere atterrata o durerà fino a che non lo faccio ricurare? Grazie per l'attenzione e le risposte
Sig. Giorgia, la RX non è delle migliori, la definizione è scarsa; la stessa densità di colore che troviamo distalmente al secondo molare la ritroviamo anche nel primo. Attualmente, sono corrette le manovre cliniche del suo odontoiatra, il volo non le darà problemi al dente, per sicurezza può portarsi un comune antidolorifico. Dalla sintomatologia da lei descritta, concordo nell'attendere ancora qualche periodo prima di passare a un eventuale trattamento canalare.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Giorgia, otturazioni profonde possono talvolta provocare dei fastidi inizialmente. Se il suo dentista ha ritenuto,dopo gli opportuni accertamenti, che il dente sta bene non vedo il motivo di dubitare dell'operato. Si sottoponga a periodici controlli semestrali per valutare la situazione. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Giorgia, lei parla in prima persona, ho fatto, ho notato, vedo, non è lei che deve vedere o capire ma il suo Dentista. O si fida o non si fida! Ha un rapporto errato con Lui. Ci deve essere Fiducia reciproca se no è perfettamente inutile essere lui il suo Dentista e Lei la sua Paziente. Che dirle ancora? Se non si fida vada da un altro, anche se personalmente non vedrei assolutamente il perchè! Ne parli con lui!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Giorgia, è molto difficile esprimere un parere certo senza poter esaminare dal vivo l'otturazione e ripetere dei test di sensibilità, certamente l'otturazione è molto in prossimità della polpa; l'alone di radiotrasparenza è visibile e non mi sembra dovuto a un falso radiografico: dall'aspetto potrebbe trattarsi di qualche sottofondo (radiotrasparente) applicato a protezione pulpare. Certamente se l'otturazione è stata eseguita senza utilizzare la diga di gomma come isolamento il sigillo marginale del composito potrebbe risultare compromesso... Mi convince poco l'attribuire la sensibilità al digrignamento notturno, se ci sono dei precontatti sull'otturazione vanno intercettati ed eliminati e se davvero sussiste un digrignamento importante bisognerebbe prevedere un byte, anche per salvaguardare le superfici masticatorie degli altri denti. Concludendo, mi pare di vedere sull'rx una carie mesiale anche a carico del secondo molare (ma andrebbe verificato di persona). A sua disposizione per altri chiarimenti, cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Ripetendo l'otturazione non credo migliorerebbe la situazione, siamo proprio ai limiti con un'eventuale terapia endodontica...si fidi dell'operato e dei consigli del suo dentista e faccia buone vacanze.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

La riga a cui si riferisce potrebbe essere anche un tipo di fondino utilizzato per, appunto, proteggere il nervo. Non avendo dati oggettivi, questa è però una semplice ipotesi. Torni dal suo dentista, e faccia presente la cosa. E' sempre in tempo per fare un controllo che riduca al minimo il rischio di problemi durante il viaggio. I problemi legati al volo si hanno solo in caso di repentino cambio di pressione dell'aereo, eventualità peraltro abbastanza rara. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Giorgia, per quello che riguarda la terapia conservativa cui è stato sottoposto il suo dente, ha ricevuto esaurienti risposte dai Colleghi. Io vorrei soltanto rassicurarla a proposito del suo viaggio aereo, durante il quale nella cabina passeggeri e piloti viene mantenuta una pressurizzazione costante ed umanamente perfettamente accettabile..quindi non tale da far scoppiare un dente. Inoltre in caso, rarissimo e praticamente inesistente, di un guasto, automaticamente viene espulsa per ogni passeggero una maschera di ossigeno. Monti sull' aereo senza preoccupazioni odontoiatriche!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Sig.ra Giorgia ,il suo dentista sta facendo tutto quello che si deve fare. Purtroppo la vicinanza dell'otturazione può causare sofferenza al nervo. Se è così terrorizzata dalla possibilità che possa avere male il suo dentista può fare una sola cosa:devitalizzare il dente. Questo però è quello che fino ad oggi, giustamente,ha cercato di evitare. Parli con lui dei suoi dubbi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Se le da fastidio questo fastidio le rimane solo da devitalizzare

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile paziente, da cio che si intuisce dalla mini radiografia, è evidente che la base dell'otturazione è molto vicina alla polpa del dente, a lungo andare, poichè è un dente fortemente masticante, le consiglio una terapia endodontica nel caso dovesse continuare ad avere quei leggeri fastidi a cui fa riferimento. Cordiali saluti Dr. Tommaso Giancane

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia