Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 11

Ogni tanto ho un leggero fastidio alla gengiva

Scritto da Francesco / Pubblicato il
Aggiungo una foto e l'informazione che ogni tanto ho un leggero fastidio alla gengiva nella zona in questione. Il dentista l'ha attribuito al fatto che probabilmente digrigno i denti nel sonno. E' stato proprio questo fastidio a spingermi a guardare il dente scoprendolo rotto. Ringrazio ancora Francesco
Gentile Francesco, da una foto è impossibile stabilire se la linea centrale di infrazione interessi solo lo smalto o anche le dentina sottostante. E' assolutamente necessario che lei si faccia visitare da un buon dentista che con opportune indagini quali ad esempio rx endorale, sondaggio parodontale, test di vitalità etc. stabilisca se i suoi problemi siano attribuibili alla lesione cui lei ha fatto riferimento. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gengivite da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Francesco, stia tranquillo , il dente non è rotto come dice lei, è semplicemente affetto da una frattura coronale incompleta detta infrazione che di solito non ha importanza funzionale ma solo estetica. In pratica è la parte superficiale dello smalto che ha una piccola linea di infrazione solo in superficie. Bisogno solo vederla e valutarla clinicamente e questo lo può fare solo il Dentista in Studio! Vedo invece che ha una gengivite che si evince dall'aspetto lucido ed edematoso della gengiva e della papilla tra il centrale e il laterale. Deve sapere che la gengiva sana ha l'aspetto a buccia d'arancio, dovuto alla compenetrazione di due strutture anatomiche:L'epitelio che dalla superficie si protende verso la profondità creando delle concavità in superficie e dal connettivo che invece proviene dalla profondità (periostio) e si protende verso la superficie, creando delle convessità. L'alternarsi di queste concavità e convessità danno9 l'aspetto a buccia d'arancio! Quando si ha una Gengivite, si distruggono per prime le fibre connettivali con la perdita di questa compenetrazione e la gengiva appare lucida. La gengivite va valutata con un sondaggio parodontale e di solito la si cura con ripetuti curettage e scaling, sempre che non sia la manifestazione di una iniziale Parodontite che allora va ben valutata da un Parodontologo. Le lascio una foto e la invito a leggere nel mio profilo:"GENGIVITE" e "CURETTAGE E SCALING" e Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi). Per l'estetica dell'infrazione esistono tanti metodi di terapia valutando però se ne vale la pena. Dalle faccette estetiche a tanto altro!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Francesco, copi ed incollo la risposta dotta del Dr Savino. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Dalla foto è presente un'infrazione che è da valutare se circoscritta allo smalto, margine incisale usurato da parafunzione...è in trattamento per il bruxismo?

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentmo Francesco, a parte la linea di infrazione,la cui estensione è di difficile valutazione,riscontro una leggera ipertrofia della papilla interdentale tra incisivo centrale e laterale che depone per una gengivite.Un curettage dovrebbe essere sufficiente alla risoluzione del problema: chieda lumi al suo dentista. Cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Oltre la linea di frattura si notano delle scheggiature su questo dente e sul dente vicino: se è un bruxista provveda ad una terapia.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Le risposte dei colleghi sono ottime e faccia riferimento a ciascuna di loro. Mi sento inoltre d'accordo con il suo dentista: ci sono segni molto evidenti di abrasione e probebilmente lei bruxa o sera. Questo potrebbe dipendere da una malocclusione o da uno stress. E' necessario un byte mi sembra, e se possibile ortodonzia.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Il suo dente non è fratturato ma solo scheggiato e incrinato. Il digrignamento potrebbe essere stata la causa di questi piccoli inconvenienti. Probabilmente il dente si è un po' estruso per cui è in precontatto. Risolvendo questa cosa il fastidio le passerà. Se il dolore non recede ma aumenta probabilmente ci sarà anche un interessamento pulpare. Si faccia fare una radiografia di controllo.. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Leonardo Resta
Gioia del Colle (BA)

Sig. Francesco, il sospetto del suo odontoiatra va confermato con altri accertamenti diagnostici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo che necessitano altri accertamenti: intanto va assolutamente preso in considerazione il problema bruxismo..tutti i denti visibili nella foto sono scheggiati. Non sappiamo quale sia lo stato dei molari e delle ATM. Il dr. Petti le ha già spiegato il problema che la preoccupa, ma chieda al suo dentista una diagnosi globale. Auguri

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)