Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 15

E' necessario togliere il frenulo?

Scritto da laura / Pubblicato il
Ho una bambina di 9 anni con diastema e con un dente (forse canino) superiore dx molto rientrato rispetto agli altri denti. Per una mia insicurezza (sono sola a decidere per lei) l'ho fatta visitare da 3 dentisti, i quali mi hanno dato 3 diagnosi e costi diversi, ora purtroppo sono molto confusa. Solo l'ultimo mi ha consigliato di togliere il frenulo. E' un intervento necessario? e può dare complicazioni? E quali apparecchi sono indicati tra fissi e mobili? C'e' chi mi ha parlato di stellina chi di elastico. Non so che fare. potete aiutarmi? Grazie
Gentile Sig.ra, nonostante non sia molto chiaro quale sia il problema della sua piccola, ritengo sia di stretta pertinenza ortodontica. Pertanto più che continuare a girare e confondersi le idee, scelga di affidarsi ad uno specialista ortodontista che sappia spiegarle con dovizia tutti gli aspetti della diagnosi e del trattamento che sua figlia dovrebbe effettuare e di cui sente di potersi fidare. In realtà credo che i pazienti abbiano un "istinto" molto fine in tal senso, usando paramentri anche molto semplici che possono essere di verificare i titoli esposti, farsi mostrare eventuali casi simili già trattati e fotografati (ed è improbabile che un ortodontista non effettui una documentazione fotografica prima di iniziare il trattamento, e ciò vale anche per sua figlia) o vedere le procedure seguite dallo studio etc. Se poi ha altri dettagli mi faccia sapere. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Manzo
Frattamaggiore (NA)

Il frenulo ipertrofico è raramnte responsabile del diastema degli incisivi centrali (spazio tra gli incisivi) solo nel raro caso in cui la sua inserzione è nel muscolo papillare. A 9 anni spesso i canini permanenti non sono ancora erotti, o lo sono solo parzialmente, una grande percentuale dei diastemi si chiudono spontaneamnte nel momento in cui i canini permanenti erompono in arcata. La frenulectomia e' un intervento semplice con rarissime complicazioni ma spesso inutile. Quale tipo di ortodonzia ? Per rispondere correttamente occorre una visita seria, degli esami radiografici, e un' analisi dei modelli e delle radiografie. Riccardo Della Ciana
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Riccardo Della Ciana
Civitanova Marche (MC)

Gentile Laura, l'intervento di frenulectomia con l'uso del L.A.S.E.R. e' oggi assolutamnete una banalità, e' forse più importante conoscere il programma terapeutico che le è stato proposto in cui quest'intervento si inserisce. Cordialmente

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Gentile signora, i miei colleghi hanno già risposto molto bene. A distanza non è facile allontanarsi dal dare solo consigli generali perchè ogni paziente è diverso dall'altro.Il frenulo, preso in considerazione è, come ha scritto la collega, quasi sempre tolto inutilmente. Dovrebbe comunque valutare, o lo dovrebbe aver fatto il dentista che ha visitato la bambina se, tirando il labbro superiore in fuori, diventa più chiara la papilla interincisiva (quella specia di rughetta posta subito dietro e al centro degli incisivi superiori, e solo in questo caso che un frenulo può creare un impedimento all'avvicinarsi dei due incisivi. A volte invece manchiamo di controllareil frenulo linguale che, se corto, impedisce alla lingua di sollevarsi contro il palato durante la deglutizione. Quasi sempre la lingua riesce a spingere solo contro gli incisivi spostandoli in fuori ed aprendo lo spazio. Ma la lingua si comporta così anche quando per uso di succhietti e tettarelle abbia imparato un movimento di deglutizione sbagliato. Se il palato è stretto ed il canino non trova spazio spesso la colpa è contemporaneamente dei muscoli delle guance che vengono usati per ingoiare. Faccia ingoiare la bambina; se si accorgesse che si aiuta contraendo le labbra e le guance, converrà che si rivolga ad un collega chec pratica anche la terapia miofunzionale (a Bari c'è qualcuno). Se vuole io sarò all'università a Bari venerdì 10 ottobre per un corso. nell'intervallo del pranzo potrei darle un consiglio.  Saluti Antonio Ferrante
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Sig. Laura, probabilmente i tre professionisti, concordavano in un unica diagnosi " diastema ", hanno proposto 3 soluzioni diverse. Difficile dirle a distanza quale è il professionista da scegliere e non è detto che quello che le consiglio sia quello giusto, non conoscendone nessuno. Legga i consigli dati dai colleghi che mi hanno preceduto e tragga le sue conclusioni nel professionista che le da più fiducia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile signora,per quanto riguarda il frenulo: Viene asportato solo se si tratta di frenulo tectolabiale e cioè quei frenuli che hanno inserzione sul palato e possono (in genere) provocare diastemi, l'intervento si può eseguire con tecnica laser in pochi minuti e non dà complicazioni. Per quanto riguardda l'ortodonzia, la consiglio di affidarsi ad un buon ortodonzista il quale deciderà (dopo aver fatto diagnosi) quale sarà la terapia migliore se fissa o mobile.saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Graziano Giorgini
Bari (BA)

Gentile Laura, mi occupo esclusivamente di ortodonzia in cui sono specializzato e quindi comprendo benissimo i suoi dubbi perchè sento giornalmente pazienti che hanno avuto tanti consigli diversi. Cercherò per quanto possibile di darle qualche risposta semplice: - Il frenulo viene eliminato solo quando veramente necessario (pochi casi in percentuale) e generalmente dopo l'eruzione dei due canini permanenti. Per verificare se effettivamente necessario, come già descritto, si tira il labbro superiore e si osserva se l'inserzione del frenulo è anche verso il palato e provoca un'impallidimento della papilla interincisiva. - Dato che sua figlia ha 9 anni è improbabile, anche se possibile, che siano già erotti i canini permanenti. La chiusura del diastema deve essere effettuata solo DOPO L'ERUZIONE DEI CANINI per varie motivazioni. - La scelta dell'apparecchio dipende dalla situazione clinica, ma normalmente quando sono presenti tutti i denti permanenti si usano sempre apparecchi fissi, eventualmente anche accompagnati o precediti da mobili. Assolutamente da eliminare, invece, la proposta dell'elastico da solo che rischia anche di provocare danni gravi. Naturalmente una diagnosi completa richiede la visita, le impronte e due radiografie (OPT e teleradiografia latero-laterale). Le sono già state richieste? Resto disponibile per altri chiarimenti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Dario Spinelli
Bari (BA)

Gentile paziente, purtroppo la sua confusione è giustificata. Ma alcuni punti devono essere chiari. A 9 anni la faccia del bambino deve ancora crescere (e parlo apposta di faccia e non di denti). La terapia a questa età è quindi FUNZIONALE: deve cioè giudare la crescita craniofacciale delle ossa e educare i muscoli. A quest'età dove sono posizionati i denti ci interessa poco (ci sono delle eccezzioni, ovviamente). A crescita craniofacciale finita (cioè 12-13 anni circa, con grande approssimazione però) si possono spostare solo i denti. Ecco quindi la risposta: Prima dell'età dello sviluppo la terapia è essenzialmente con apparecchio RIMOVIBILE, in genere più adatto a guidare la crescita craniofacciale e poco adatto a spostare i denti. Dopo l'età dello sviluppo la terapia è essenzialmente con apparecchio FISSO, inadatto a guidare la crescita ma adatto a spostare i denti. La valutazione se tagliare il frenulo o no è all'interno di questo schema. Essendo uno schema, è da prendere "cum grano salis".
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Laura, se può spedirci delle foto o i rx di sua figlia è meglio. Sui prezzi non la posso consigliare, ci sono tante variabili nei diversi mercati. La frenulectomia accertata la necessità meglio eseguirla con il LASER. Poi per correggere le diverse situazioni che ci descrive consigilerei una ortodonzia fissa. Ripeto meglio dare prima uno sguardo alle foto. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gent.le Signora Laura, si è vero che la terapia ortodontica mobile è mirata a sfruttare la crescita e lo sviluppo della faccia e che poi quella fissa aiuterà a raddrizzare i denti, una non esclude l'altra. Ma allora visto che da come descrive il caso di sua figlia arriverà sicuramente alla terapia fissa, perchè sottoporla anticipatamente a cure impegnative per una bambina ! Anche se non riceverò l'applauso dei colleghi le dico caldamente: la lasci tranquilla e le faccia fare regolari visite per monitorare la crescita, e quando sarà il momento sarà li pronta ad intervenire.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Ceolin
Venezia (VE)