Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 14

Denti inclusi

Scritto da angelo / Pubblicato il
Vi scrivo da Taranto; ho appena ritirato una dental scan nella quale è stata riscontrata una inclusione parziale con deviazione mesiale degli ottavi superiori nonchè una inclusione totale con completa deviazione mesiale degli ottavi inferiori. Vorrei sapere qualcosa riguardo l'intervento, i tempi, conoscere i rischi a cui si va incontro e se lo stesso va eseguito in studio o se è preferibile ricorrere ad un centro specializzato. A tal proposito mi è stato consigliato la struttura di Acquaviva delle Fonti (BA). Attendo con fiducia vostre risposte. Grazie sin da ora.
Gentile Angelo, la sola malposizione degli elementi dentari non è una indicazione all'estrazione dei denti in questione. Se non vi è sintomatologia (cioè dolore, ecc.) e se sono sepolti al di sotto della gengiva e/o dell'osso è preferibile lasciare i denti lì dove sono. Qualunque atto chirurgico, anche eseguito dal migliore medico, presenta delle complicanze, legate in parte all'anestesia ed in parte all'intervento stesso (danni ad arterie, nervi, ecc.). Bisogna perciò sempre valutare il rapporto rischi/benefici. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

Se le è stato richiesto un esame del genere è probabile che il suo dentista di fiducia abbia ritenuto che esistono le indicazioni all'avulsione dei denti del giudizio che immagino non abbiano una posizione favorevole. Valuti col suo dentista la necessità o meno dell'avulsione.

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Sig. Angelo, le consiglio la lettura dell'articolo in home page del collega Caruso. I tempi che lei chiede sono difficilmente stimabili via E-mail, i rischi che possono subentrare sono valutabili solo dalla Dental scan, il trattamento può essere eseguito in qualunque studio odontoiatrico, qualora l'operatore non fosse in grado di dare un buon risultato, le comunicherà la struttura dove rivolgersi per l'intervento. Non sono a conoscenza della struttura che lei cita.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gent.mo Sig. Angelo, la presenza di ottavi ( III° molare ) in inclusione ossea totale o parziale, non è sempre sinonimo di necessità all'estrazione degli stessi. Si deve valutare radiograficamente se la mesioinclinazione degli stessi, non sta provocando un riassorbimento dell'osso di sostegno attorno alla radice distale del II° molare, con compromissione futura dello stesso . Si deve quindi valutare sempre attentamente se la presenza dell'ottavo sta creando problemi agli elementi vicini: è il caso di un ottavo in inclusione parziale che sotto la spinta eruttiva, si posiziona a ridosso delle radici del settimo ( II° molare ) creando tasca e riassorbimento osseo con possibili episodi ascessuali. In questo caso, previa una attenta analisi delle complicanze all'estrazione ( presenza di radici che si impegnano o sono contigue al Nervo Alveolare Inferore, presenza di corticale linguale molto sottile >>> rischio per il Nervo Linguale, etc) e tramite esame della Panoramica e in casi dubbi della TAC, si dovrà effettuare l'avulsione. Se invece l'ottavo è completamente ritenuto in osso,( Inclusione totale), l'avulsione non sempre è necessaria. Il mio consiglio è di valutare col suo dentista serenamente la necessità e le complicanze dell'intervento. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Gentile sig. Boccuni, si può rivolgere presso la Unità Operativa di Chirurgia del Policlinico di Bari, validissima struttura. Per info puo' contattarmi grazie

Scritto da Dott. Matteo Rossini
Modugno (BA)

Caro utente, a tal proposito, c'è un giovane paziente che ha il suo stesso problema. Per questo sono state date molte esaudienti spiegazioni alla domanda del sig. Marco Nappi di Marcianise del 30/09 . Cordiali saluti

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Gentile Angelo, se ha necessita' puo' consultare il database del nostro portale dove trovera' molti validi professionisti che le risolveranno il problema nel migliore dei modi. Cordialita'

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

I motivi che comportano l'avulsione degli ottavi sono molteplici: possono cariarsi essi stessi, possono avere difficoltà di eruzione, possono dare problemi ai denti vicini, possono essere un ostacolo ad un trattamento ortodontico, ecc. L'intervento può essere molto semplice, e quindi eseguibile in studio, oppure complesso (se gli elementi hanno continuità con strutture quali seni mascellari o nervo mandibolare. Questo si valuta tramite Dentascan per esempio). Non posso dire se il suo intervento sarà semplice oppure complesso. Posso solo dirle che è possibile che si abbiano complicanze come in qualsiasi intervento, ma che generalmente tali casi sono rari se gli interventi vengono programmati correttamente. Il post intervento può dare un pò di fastidio ma si combatte facilmente con i farmaci. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

Sig. Angelo, se ha fatto un dental scan presumo che le sia stato prescritto dal suo dentista per valutare l'opportunità dell'estrazione o meno, per quanto riguarda il tempo, i rischi e le complicanze, chi più del suo dentista glie le può fornire? visto che ha in visione il dental scan e può valutare sia l'anatomia dei denti ed i rapporti anatomici?

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gentile Angelo, l'intervento estrattivo di un dente del giudizio, è un intervento che richiede esperienza. consiglio di rivolgersi a un esperto collega. Non ci sono grosse complicanze se l'intervento, ripeto, è eseguito da mani esperte. anche il post operatorio non comporta particolari attenzioni. si affidi e se necessario esegua gli interventi. cordialmente.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia