Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 13

Ieri sera mi sono accorta di avere un pò di sangue su gli incisivi superiori...

Scritto da loredana / Pubblicato il
Salve a tutti dottori, ho 30 anni, ieri sera mi sono accorta di avere un po'di sangue su gli incisivi superiori, ho premuto un po sulla gengiva ed è uscito un pochino di sangue, quando premo ma giusto un "righino" da sotto il bordo gengivale. Cosa può essere? Il fatto si ripete ogni volta che premo sulla gengiva da ieri, ma ci tengo a rinnovare che è proprio poco sangue. Grazie in anticipo saluti
Gengivite e Curettage e Scaling. Da casistica del Dr. Gustavo Petti e della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Loredana, buongiorno a Lei, ovvio che bisognerebbe visitarla per risponderle. Può essere una patologia Gengivale tipo Gengivite Marginale per flogosi (infiammazione) della gengiva libera o di una tasca parodontale per una Parodontite o una patologia infettiva della radice del dente (endodonto) o del coinvolgimento infettivo di parodonto ed endodonto con formazione di una Endoparodontite o di una flogosi di una Recessione Gengivale. In assenza di altri sintomi e di ascessi (parulidi se di origine Parodontale) propenderei per una Gengivite. Le suggerisco di leggere i miei seguenti articoli e pubblicaszioni che trova cliccando sul mio nome :"La 'tasca parodontale.... questa sconosciuta!", "GENGIVITE", "CURETTAGE E SCALING", " Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi)"Terapia chirurgica della parodontite" , "RECESSIONI GENGIVALI : Innesto libero di gengiva con tessuto connettivo autogeno e protezione della zona donatrice con lembo a spessore parziale".Le lascio una foto sulla più probabile, la Gengivite e la sua terapia, il Curettage e scaling e Root Planing. Le occorre una visita da un Parodontologo e non da un Dentista Generico che, salvo eccezioni, non fa il sondaggio parodontale , che è indispensabile nel suo caso per fare diagnosi corretta, legga "Visita Parodontale", Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Loredana, potrebbe essere malattia parodontale, occorre al più presto visita odontoiatrica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Loredana, è probabile si tratti di un problema parodontale che può andare da una semplice gengivite fino alla formazione di uno "scollamento" con formazione di una tasca. E' necessario procedere ad una visita odontoiatrica per una giusta diagnosi. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Signora Loredana, la fuoriuscita di sangue dalle gengive, sia spontaneamente che dopo pressione del dito o dopo spazzolamento, è il primo segno di infiammazione delle gengive, ossia "gengivite". In genere basta una semplice seduta di igiene orale presso lo studio del suo dentista per mettere fine a questo sanguinamento, dovuto ad un leggero accumulo di tartaro nel solco gengivale. Altre volte, invece, questo "righino" ematico è un campanello d'allarme di una gengivite marginale che sta per evolvere in una forma più grave di parodontite, con gravi conseguenze della salute orale e dei denti! La differenza tra una semplice gengivite marginale ed una parodontite grave allo stato iniziale sta nella sua eziologia, ed è compito del medico dentista valutarla con un'attenta diagnosi. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Loredana, il problema da Lei lamentato trova la sua causa in una trascuratezza della sua igiene orale domiciliare e nei mancati controlli semestrali dal dentista. Non perda ancora tempo per recarsi dal suo dentista se non vuole perdere i suoi denti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Verosimilmente c'è un problema o limitato alla gengiva o più in profondità, al tessuto di sostegno del dente e quindi al parodonto meglio una visita da un collega esperto di paradontologia.. cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Loredana, credo che sia qualche cosa di semplice che si può risolvere con una buona seduta di igiene dentale presso il suo dentista. Sarebbe un po’ più complicato se dovesse trattarsi di una "parodontite" dove oltre alla gengiva c'è un’ampia infiammazione che coinvolge l'osso alveolare, cioè quello intorno al dente. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

C'è sicuramente qualche problema alle sue gengive da trattare con un'igiene professionale, ma è meglio che glielo dica il suo dentista.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora si tratta probabilmente di una infiammazione dei tessuti gengivali. Si rechi da un dentista per una visita e non sottovaluti il problema. Cordiali Saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Gentile signora, una gengivite può avere molte cause, che concordano sempre con l'esistenza di placca e infiammazione relativa, tartaro, ecc. Anche una malocclusione può essere una causa di ritenzione di placca, bisogna vederla. Intanto la invito a farsi far una buona seduta di pulizia ed igiene orale, con un controllo nel tempo. Bisognerebbe anche sapere se prende farmaci che possano indurre una gengivite secondaria, cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia