Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Apparecchio radiografico digitale e radiazioni

Scritto da Anna / Pubblicato il
La dentista di mia figlia (7 anni) mi ha richiesto una radiografia panoramica delle arcate dentali e una radiografia laterale del cranio per studiare la "cura" da intraprendere. Fin qui tutto bene. Alla Usl mi davano un appuntamento per fine settembre, così ho telefonato ad uno studio privato di radiologia e ho avuto l'appuntamento per il giorno successivo. Così ho portato la bambina...non mi hanno fatto entrare nello studio medico...sono rimasta nella sala di aspetto...mi hanno fatto togliere gli elasticini che aveva nei capelli. Quando la bambina è uscita mi ha detto che NON le hanno fatto indossare il "grebiulino pesante" come le avevo anticipato. Ho chiesto loro perchè e mi hanno risposto che è una precauzione inutile per l'esame in questione. Mi chiedo: è proprio vero?? Alcuni anni fa ho fatto fare le stesse radiografie a mio figlio...in ospedale...e li hanno usato il "grembiulino". Serve o no??? Grazie per la disponibilità Anna
Sig.Anna i moderni radiografici emettono dosi radiogene minime con pochissime dispersioni, rispetto ai vecchi impianti. Normalmente è consigliato l'uso di schermi, ma non sempre però ne è di consuetudine l'utilizzo. Sua figlia, avendo ricevuto la concentrazione delle radiazioni limitatamente al cranio, lontano dalle gonadi, "poco dalla tiroide", si presume che le stesse non abbiano causato alcun danno. Poco corretto è stato il comportamento dello studio, che dopo la sua richiesta anticipata non ha applicato il grembiulino.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Effettivamente i nuovi apparecchi rediografici emettono dosi molto più basse di raggi Roentgen rispetto al passato. Tuttavia sono dell'opinione che non solo lo studio dentistico, in generale, ma soprattutto un centro specializzato in radiologia devono adottare in ogni caso tutte le opportune precauzioni, specialmente in bambini e donne in accertato stato di gravidanza.

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Gent. ma sig.ra, concordo con i colleghi, cmq rimango dell'opinione che alle ASL quasi sempre non considerano questi aspetti preventologici e a volte non hanno neanche il materiale per applicarli. In Italia purtroppo la sanità privata e in specie quella odontoiatrica è decisamente più efficiente ed attenta al paziente. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Pietro Convertino
Alberobello (BA)

Anche se le dosi sono minime, ritengo che l'applicazione di una protezione di piombo sia un dovere da parte del tecnico di radiologia che esegue l'indagine.

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Gentile Anna, fermo restando che le dosi ormai sono ridotte, penso che l'uso del greambiule di piombo è obbligatorio, anche per le semplici endorali, figuriamoci per esami che richiedono una maggiore esposizione ai Rx. Cordialmente

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sia i radiologi privati che quelli pubblici se ne infischiano allegramente.. Non esiste una dose minima che possiamo considerare innocua. Sicuramente la bambina non ha rischiato nulla, ma perché tanta trascuratezza?? Per fare un altro esempio, sapete quante infezioni cosiddette opportunistiche ospedaliere si eviterebbero ogni anno se solo medici e infermieri facessero la cosa più elementare del mondo, cioé lavarsi le mani (ogni tanto..)??? Tantissime!! Questo é scandaloso. Noi medici siamo degli animali alle volte; Altre salviamo vite o salute, ma talora...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Anna, anche io sono daccordo con i colleghi che si sono espressi pro giubotto con il piombo, ma consideri che una volta tantum, le radiazioni non creano gravi problemi, anche in un bambino tanto piccolo, la società moderna ci espone a ben altre radiazioni dannose. Distinti saluti

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Bhe Signora Anna, Sicuramente la risposta dei radiologi è stata poco professionale. In teoria secondo le ultime normative cee e per la sicurezza della salute, il grembiule piombato sarebbe obbligatorio, ma i moderni macchinari ormai non disperdono piu raggi e possono studiare solo la zona interessata senza insultarne altre. Quindi stia tranquilla. Cordiali saluti 

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)