Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Cinque anni fa ho avuto un incidente ho perso i due incisivi sinistri

Scritto da Valentina / Pubblicato il
Buongiorno. Ho 26 anni cinque anni fa ho avuto un incidente ho perso i due incisivi sinistri, mi sono stati reimpiantati, attualmente si muovono la gengiva in quel punto si è ritirata. I denti non sono più allineati come prima, in più ho il palato stretto un affollamento di denti, malocclusione(morso aperto), mi hanno detto che devo subire un intervento chirurgico. E proprio necessario? Qual' è la cosa più adatta per il mio caso?
Gentile Sig.ra, bisogna conoscere la situazione clinica per poter rispondere con professionalità alla sua domanda, pertanto, Le consiglio di rivolgersi ad un collega odontoiatra con esperienza di chirurgia. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gent. ma sig.ra Valentina, mi sono espresso più volte sul reimpianto, sempre negativamente, e questo ne è il motivo. Temo che il primo passo sia trovare vicino a lei un bravo dentista che le sappia pianificare una terapia completa da tutti i punti di vista. Obbligatori un esame radiografico per quantificare la perdita ossea, una strategia riabilitativa, e probabilmente molta pazienza. Si affretti. Cortesi saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Esempio di correzione protesica di malocclusione
Cara Signora Valentina....buongiorno a lei, purtroppo i due impianti, 5 anni fa, sono stati fatti, a quanto lei stessa afferma,. senza tenere conto e della malocclusione e della sua patologia Ortodontica! Purtroppo viviamo nell'era "delle pinze facili e degli impianti facili", nel senso che l'implantologia è una specialità meravigliosa, ma che va fatta con intelligenza e risolvendo prima le patologie di disgnazie e /o occlusali gnatologiche.... solo dopo, si fa l'impianto!...Non tutti possono ricevere un impianto, così, indiscriminatamente senza una diagnosi, Gnatologica, Ortodontica e Parodontale......CHE DIRE...ora si muovono, ossia sono affetti da PERIMPLANTITE...(per capirci, facendo un esempio terra terra, come i denti naturali soffrono di Parodontite (=la volgare Piorrea), così gli impianti soffrono di perimplantite.... che ci vuol fare, se gli impianti vengono programmati senza tenere conto del contesto della "bocca" in cui vanno....succedono queste cose!....che fare? = estrarre gli impianti (cosa molto distruttiva per l'osso perchè bisogna "carotizzarli"... ).... poi programmare una terapia Gnatologica ed Otodontica seria per ridare alla sua bocca una occlusione ad HOC.... e nel caso, dopo avere rigenerato l'osso chirurgicamente parodontalmente, rifare gli impianti o se non si avessero risultati buoni con le patologie suddette, ricorrere ad altre soluzioni....per esempio protesi... ma come si può dire via web senza conoscerla clinicamente?...........aggiungo solo che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere........è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati...e chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta...abbia pazienza, mi dispiace, ma è così...................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Valentina, la durata media dei reimpianti dentali può arrivare fino a 7 anni, è possibile in alcuni casi la perdita anticipata di qualche anno. Ritengo valida la scelta di aver recuperato temporaneamente i suoi elementi dentali avulsi per trauma, perché questi denti probabilmente sono andati incontro a rizolisi con il vantaggio di aver mantenuto gli spazi con una continua apposizione ossea. A fine crescita in alcuni casi oltre la cura ortodontica occorre anche la chirurgia ortognatica.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Purtroppo il reimpianto di denti persi per incidente spesso è seguito da questi insuccessi scarsamente evitabili.. Assolutamente doveroso tentare, ma poi spesso ci sono complicazioni, come il riassorbimento della radice che portano a perdere i denti naturali. Bisogna fare una diagnosi radiografica.. Se non sono ulteriormente recuperabili, vanno quindi rimpiazzati. Con sistemi di implantologia o protesi. Ma molto opportuno è riesaminare tutta la situazione nella sua completezza. Quindi effettuare, se necessario, previa diagnosi accurata come dice il dr. Petti, cefalometria etc (se vuole, legga i miei articoli in proposito qui sul sito) un trattamento ortodontico. Questo garantirà molte cose: salute di tutta la bocca a lunga distanza (per tutti i decenni che seguiranno) ed anche maggiore estetica e stabilità della soluzione protesica, per non rimetterci le mani tanto presto. Infatti la stabilità occlusale è il segreto del successo di ogni lavoro si faccia in bocca.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

In generale i colleghi le hanno già risposto esaustivamente, mi sento di aggiungere cosi a "naso" non mi sembra che lei abbia un morso aperto, comunque senza una visita accurata non si può far diagnosi. Saluti

Scritto da Dott. Ciriaco Francesco Tufarelli
Foggia (FG)

Gentile Valentina, io sono più ottimista e le dico che intanto ha goduto dei suoi elementi avulsi durante l'incidente per 5 anni, ora con più serenità e maturità può vagliare le diverse ipotesi che le verranno proposte: ortodonzia, chirurgia maxillo-facciale, implantologia, e perchè nò una protesi in zirconia-ceramica dei sei elementi anteriori che le colmerebbe anche l'open-byte. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Sicuramente è un caso complesso, si affidi ad un'equipe di professionisti seri e di comprovata esperienza. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)
Consulente di Dentisti Italia