Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 2

Ulteriore seguito alla domanda: Da circa 4 anni ho un problema al penultimo dente dell'arcata superiore

Scritto da tania / Pubblicato il

Gentilissimo dott. Petti, sono contenta di esser stata chiara e di aver ricevuto la sua risposta. Non voglio più insistere, ma quindi cosa dovrei fare? Cambiare di nuovo dentista? E cosa dirgli? Di risolvermi solo questo problema? Perchè io attualmente sto in cura e lui, dal bigliettino da visita, è solo medico odontoiatra. Ma è possibile che non mi ha visto la tasca quando pochi mesi prima un altro suo collega mi ha pulito proprio la tasca? Oppure questa si vede solo dalla pulizia, che lui mi ha fissato alla fine del lavoro? Dovrei andare da un paradontologo? E' costoso risolvere questo problema? Ho speso così tanti soldi che ho paura a spenderne altri. Non ci capisco più nulla, ho paura..paura di avere all'improvviso dolori fortissimi, paura di masticare.. La ringrazio vivamente.

 

Precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/2567_dolore-dente.html

Cara Signora Tania... se la tasca c'è, stia certa che si vede e si sonda con un sondino parodontale millimetrato che permette di prendere sei misure intorno ad ogni dente, tre esterne e tre interne per semplificare ... come posso suggerirle cosa fare... vediamo, rimanga col suo dentista ... però gli dica apertamente che intende fare una visita parodontale da un parodontologo ... gli chieda di consigliargliene uno confermandogli che per tutte le altre terapie lui sarà sempre il suo Dentista e rimarrà in cura da lui ...lei vuole solo un consulto da un Parodontologo per chiarire i suoi eventuali problemi parodontali...se venissero confermati, il parodontologo si occuperà di tali problemi , rimanendo in tesi che per tutti gli altri presenti o eventuali, si rivolgerà sempre a lui che è il suo dentista....io penso che se il suo Dentista è una persona intelligente non si offenderà... lei ha diritto di cercare consulti su materie che lui non tratta...se poi lui si offendesse, allora non la meriterebbe e si metta allora nelle mani del Parodontologo per tutte le terapie... non so...forse è un consiglio "giusto" il mio...spero almeno...le ho già spiegato nel precedente post come avviene una visita parodontalke (così saprà se si trova da un "vero" parodontologo o no, non che la visita debba essere proprio così...ma deve essere simile e soprattutto con una prima visita, una preparazione iniziale con curettage e scaling ed una seconda visita con una nuova misurazione delle tasche...perchè solo nella seconda verrebbero misurate le reali profondità delle eventuali tasche...OK?mi tenga informato se lo desidera gentile signora Tania........suo Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Tania, lei si è rivolta a un odontoiatra che ha studiato anche la parodontologia, ma può anche essere un operatore che non si occupa di parodontologia, in questo caso il corretto professionista la invia a un collega specialista della materia. Non abbia paura di sbagliare, segua i consigli e le cure del suo odontoiatra che si assume la responsabilità dei trattamenti effettuati nella sua bocca.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)