Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Cosa devo pensare?

Scritto da Paola / Pubblicato il
Io so che forse dovrei essere più saggia, ma non posso permettermi economicamente di esserlo. In seguito a situazioni familiari, mio padre ha avuto una lunga malattia conclusasi con la morte nell'ottobre del 2008, ho molto trascurato la mia bocca. Quando ho ricominciato a curarmi, sono andata dal mio dentista, poi da un altro, ed un altro ancora. Il preventivo per il lavoro che devo fare purtroppo è altissimo: 11000 euro. I preventivi si equivalgono, con piccole differenze di poche centinaia di euro. Devo mettere corone, fare piccoli interventi di chirurgia gengivale, ecc. ecc. ma non implantologia Ora io non avrò MAI 11000 euro da spendere per i miei denti. Ho spedito il preventivo con fax a varie cliniche all'estero, Ungheria, Croazia, Albania e le risposte sono state tutte attorno ai 3000 euro. Cosa devo pensare?
Cara Signora Paola...deve pensare male dell cliniche estere Low Cost ...sono "trappole" per ingenui che vengono attirati dal miraggio di cure a costi bassissimi con qualità pessima ed igiene spessi inesistente!...ma scusi non la fa pensare che le abbiano fatto un preventivo via fax o Web...il preventivo è la conseguenza di un piano terapeutico che nasce da una o più visite cliniche in cui si fa una DIAGOSI precisa...non si lasci "abbindolare" cara signora.....mi dispiace molto per quello che è accaduto nella sua vita...nella vita di suo padre... mi dispiace per i problemi che ha... le do due consigli: uno di adeguare le sue "cure" alla sua disponibilità...le faccio un esempio : se avesse bisogno di protesi fissa in oroplatino porcellana...la faccia in altri materiali come vetropolimeri, titanio (veener) che costano molto di meno...oppure se ha bisogno di una protesi fissa, la faccia rimovibile = costa una enormità di meno..oppure se ha bisogno di interventi sulle gengive...si limiti a fare quelli indius pensabili per riavere la funzione e la salute...di quelli per l'estetica ne faccia a meno ed il preventivo scenderà di molto...e così via...ma in ITALIA...i Dentisti Italiani sono i migliori del mondo ... meglio poche terapie da un dentista italiano che molte da uno dell'est di queste "fantomatiche cliniche tutto APPARIRE e niente ESSERE !!!...poi si rivolga alla ASL, ci sono sempre ambulatori convenzionati, strutture in cui paga solo il ticket...Ci sono anche Dentisti convenzionati...certo con i limiti che la convenzione da...ma sempre bravi... e soprattutto ITALIANI...ossia competenti e curanti dell'igiene...lo sa quante malattie serie si possono prendere in "studi" in cui l'igiene è un optional?...e l'igiene è un opzional in quegli studi e cliniche di cui parla lei...perchè i costi per l'igiene sono talmente alti che non si possono fare terapie da 11.000 euro a 3.000 euro...da qualche parte si deve risparmiare e si risparmia sulla qualità dei lavori, qualità dei materiali e qualità dell'igiene...e su questo "non ci piove"....Le ho dato diversi consigli... li metta a frutto...ci riscriva se avesse problemi ulteriori cara e gentile signora.....Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Paziente, senza alcun interesse da parte mia, anche perchè la distanza è tale, tra me e lei, che ogni ipotesi di terapia sarebbe improponibile, perlomeno per come intendo io una terapia specie se complessa e bisognosa di controlli a distanza; per curiosità mi potrebbe far avere il preventivo esotico e i preventivi italiani? Inoltre Le vorrei raccontare in breve un episodio: circa dieci giorni fa ho ricevuto una ragazza di 26 anni per una visita, veniva dalla provincia di Cosenza, in breve mi ha raccontato che circa tre anni fa aveva effettuato un lavoro odontoiatrico in Ungheria, in quanto il preventivo era allettante (poco più di 4500 €, in Italia glie ne avevano chiesti 13000) dopo essersi recata in Ungheria ( un posto dal nome impronunciabile e irricordabile almeno per me), viene fuori che il preventivo mandato via email non era corretto perchè erano sorti degli imprevisti che tradotti dalla lingua ungherese erano pari a 2500€ in più, sempre conveniente rispetto all'italia! Per fargliela breve a distanza di tre anni oltre ai piccoli e grandi problemi che gli sono rimasti è venuto giù un ponte con gli impianti attaccati ed ora, la poveretta dovrebbe fare una causa internazionale; non aggiungo altro, credo che abbia abbastanza elementi per rispondere alla sua domanda "COSA DEVO PENSARE ?". Grazie Gustavo De Felice sapri (sa). gusfelix@libero.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Non so se lei signora si rende conto davvero di cosa può essere l'Albania o uno dei paesi nominati. Certo, anch'io rimango senza parole (sempre che stiamo paragonando un chilo di mele con un chilo di mele e non un chilo di patate, nel senso che bisogna vedere se davvero gli albanesi le fanno lo stesso lavoro)..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Il dott. Petti ha pienamente ragione, non c'è altro da aggiungere...e non dico questo per difendere la categoria dei dentisti italiani...la migliore odontoiatria è quella italiana...ho visto con i miei occhi lavori eseguiti in questi paesi da lei citati...ho curato due fratelli albanesi che vivono in Italia che avevano fatto grossi lavori soltanto due anni prima del mio intervento...mi creda, non soltanto lavori orribili alla vista, ma anche non eseguiti a regola d'arte...stessa cosa ho visto nella bocca di una badante trasferita in Italia...addirittura i denti posteriori, poichè meno visibili, ricoperti direttamente da corone in lega vile...si cerchi un buon dentista nella sua città, magari disposto a venirle incontro con il preventivo o con le modalità di pagamento...io credo che un pò tutti oggi lavoriamo in questo modo...non tutti i pazienti oggi hanno la disponibilità immediata per curarsi, basta solo prendere degli accordi e invece di fare subito tutta la bocca, incominciare con le urgenze, magari riabilitando prima un settore e poi un altro...fare dei buoni provvisori armati per qualche mese, intanto il tempo passa e magari il piano economico è più diluito nel tempo....personalmente ho sempre trovato una strada col mio paziente, quando posso cerco sempre di accontentarlo...e credo proprio che siamo di più quelli che la pensiamo in questo modo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Salvatore Zaffarana
Catania (CT)

Sig. Paola, la nostra salute non è quantificabile, come può essere un’automobile che possiede delle quotazioni, per cui questo confronto di preventivi non trova grandi significati. Le consiglio di contattare le strutture pubbliche, dove si può accedere pagando un semplice ticket. In alcune strutture è anche possibile avere delle riabilitazioni protesiche in solvenza. Forse non troverà la qualità e la cortesia dell'ambiente privato, ma troverà un responsabile della sua salute. Nei paesi da lei citati, difficilmente si è responsabili della salute del paziente. Se, ad esempio, durante i trattamenti venisse infettata da epatite C, come potrebbe attribuire le responsabilità a un medico extracomunitario che segue una legiferazione differente dalla nostra?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig.ra, non c'è paragone tra l'odontoiatria Italiana e quella dei paesi da lei citati. Anni fa era di moda l'Olanda poi l'Ungheria, poi la Croazia ecc. Deve sapere che l'odontoiatria italiana negli ultimi 15 anni è diventata leader in campo mondiale, ma tutto ciò ha costi in studi di laurea e specialità, attrezzature, personale collaboratore medico e paramedico, aggiornamento, materiali di consumo sterili, spese immobiliari, tasse ecc che non esistono eguali negli stati da lei citati. Ma soprattutto vorrei farle notare che non è importante solo la prestazione terapeutica ma soprattutto l'assistenza ed il controllo post trattamento:quanto le costerebbero i viaggi all'estero e quante volte pensa di poterselo permettere? Come ben dice il collega dr Ruffoni, potrebbe trovarsi in regalo un'epatite, una tbc, una parotite o altro..Segua il consiglio del dr Ruffoni. Cordialmente Dr Angelo Beghini Cassano D'Adda MI Comazzo LODI
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Gentile signora, ne parlavamo fra colleghi l'altra sera: se domani, nel mio studio, venisse un paziente ungherese con un biglietto di sola andata per casa dopo 4 giorni riusciremmo anche noi a fargli un lavoro low cost: niente cure sofisticate, niente controlli e prove per valutare la precisione, niente correzioni colore per personalizzare il lavoro, NESSUN PERICOLO DI ESSERE TRASCINATI IN TRIBUNALE SE QUALCOSA VA MALE poichè soggetti a giuristizioni molto distanti... nel nostro lavoro il costo più alto è il tempo, risparmiando sul tempo i costi precipitano. Però il tempo è anche il vero elemento distintivo del lavoro di qualità... quindi se lei ha la possibilità di trasferirsi qualche mese in un paese dell'est probabilmente può trovare anche qualche buon professionista che le faccia un buon lavoro, a prezzi un po' inferiori (in virtù dei costi di gestione inferiori ai nostri). Se però spera in una settimana di ricevere un lavoro di pari qualità di quello che a Bologna Le farebbero in tre mesi... Le assicuro che resterà delusa.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Rimango sconcertato.. Bisogna vedere se davvero sono mele. E se non le mettono ad esempio, protesi contenenti arsenico come fanno in Italia i centri low cost prendendole in cina per risparmiare. Mettiamola così: Se lei dovesse impiantare una valvola cardiaca artificiale, andrebbe in Albania per risparmiare?? Perchè i denti sono così maledettamente sfigati nell'immaginario collettivo da dover essere ridotti al rango di una cloaca?? Non si è resa conto che è salute anche quella?? Però lei ha ragione. Lo sconcerto è grande.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, non voglio ripetere concetti già egregiamente espressi dai miei colleghi. Le ricordo, comunque, che la riabilitazione della bocca può essere fatta anche con presìdi di minor costo pure in Italia ( p.es. scheletrati ) i quali, se ben fatti, garantiscono un buon comfort estetico e funzionale senza raggiungere le cifre da lei accusate. Cordialità

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Deve pensare...alla salute! Se crede di trovarla in un centro low cost può recarsi lì (ce ne sono anche in Italia). Ma allora perchè non alla ASL o da un dentista convenzionato col SSN? E pensare alla salute non significa confrontare tariffe e prezzi. Significa bonificare la propria bocca (costo: esiguo). Quindi faccia le sue scelte. Immagino che abbia sperimentato con il suo papà cosa significa l'assistenza medica nel momento del bisogno. La stessa cosa accade con la bocca: è parte dell'organismo come cuore, reni e polmoni. Quindi tolto il discorso emergenze odontoiatriche, se necessita di una riabilitazione completa, ricordi che un volta rimessa in sesto la sua bocca, come le auguro di fare quanto prima, inizia la lunga fase del mantenimento, che deve fare per il resto della vita con il medico-odontoiatra di fiducia per non vanificare non solo quanto speso fino a quel momento, ma anche per evitare di perdere tutto il lavoro di riabilitazione effettuato: questo vale sia per chi fa l'implantologia che per chi fa la dentiera. Se pensa che sia possibile in Croazia o senza un dottor Pinco Pallino, ma sempre lui e non altri la volta dopo, faccia pure, la salute è la sua.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Enrico Cauli
Roma (RM)