Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Da circa 1 anno soffro di dolore lombosciatalgico sulla parte destra

Scritto da MARCELLO / Pubblicato il
Da circa 1 anno soffro di dolore lombosciatalgico sulla parte destra. Dopo diversi accertamenti mi ha visitato anche un ortodonzista dicendomi che il mio problema potrebbe derivare da una mia malocclusione dentale. Quindi ho cominciato la terapia con apparecchio ortodontico fisso. Ho eseguito anche una panoramica e un dentalscan sull'arcata inferiore dato che ho un 5° incluso. Il referto del dentalscan dice: SI METTE IN EVIDENZA PREMOLARE INCLUSO NELL'EMIMANDIBOLA DESTRA, CON ORIENTAMENTO IN ISTALIZZAZIONE DALLA CORONA, INDENNE DA LESIONI SCHELETRICHE PERIFOCALI CHE CONTRAE INTIMI RAPPORTI DI CONTIGUITA' COL DECORSO SCHELETRICO DEL CANALE MANDIBOLARE, CHE APPARE DISPOSTO VESTIBOLARMENTE. INTEGRO IL TESSUTO SCHELETRICO CORTICALE IN ENTRAMBO I VERSANTI. Desidero chiedervi se la mia sciatalgia potrebbe derivare da questo problema? Conviene toglierlo dato che ho sempre dolore? Che complicazioni potrebbe portare l'operazione? Ci sono centri specializzati a Catania? Grazie. Saluti.
Arco facciale di trasferimento durante visita Gnatologica
Caro signor Marcello....lei fa una domanda da "un milione di euro"... anzitutto lasci che le esprima la mia comprensione per tutte le sofferenze che sta vivendo da tempo... le cause, per darle una risposta professionale e corretta ... possono essere molteplici... è vero che una malocclusione può causare patologie discendenti con alterazioni della postura che si possono correggere riequilibrando l'occlusione stessa ed il Bite è uno dei mezzi (badi uno dei mezzi...non la "panacea")...ma.... è anche vero il contrario ...ossia che patologie a livelli bassi dello scheletro, piedi, anche, vertebre...possano portare ad una patologia ascendente con alterazioni della postura che causano l'insorgere di una malocclusione... ed è vero anche che tutto il "distretto cervico-dorsale di per sè in prima causa possa essere il punto di partenza di tutto....ciò detto e anticipandole che le parlerò proprio della Gnatologia che è la specialità Odontoiatrica che studia questi problemi...le vorrei dire però che si sta abusando molto a volte delle cause orali in lomboscatalgie...la causa più frequente è da ricercarsi in un'ernia del disco o in una patologia vertebrale da ricercarsi a volte con Risonanza Magnetica e TAC, in particolare a livello di L4-L5-S1 ... la "zona cerniera" della nostra colonna vertebrale o in patologie dei muscoli del bacino quali lo Psoas per esempio...quindi dopo che un Neurologo e un Ortopedico specialisti nelle patologie vertebrali avessero escluso qualsiasi causa di loro pertinenza ... si può pensare eventualmente ad una causa discendente da una malocclusione ...per quanto riguarda il premolare incluso...non capisco dice che le fa dolore...ma è proprio sicuro?...se è incluso totalmente è difficile che possa dare dolore..a meno che non dia compressioni sul nervo alveolare inferiore...ma avrebbe parestesie...o sui denti vicini...solo il suo Dentista può stabilirlo..per i rischi, dipendono dai rapporti col canale mandibolare ed il nervo alveolare inferiore ed il forame mentoniero..chieda al suo dentista...che la conosce clinicamente...e veniamo alla spiegazione da lei richiesta.....:.....ciò premesso le spiego: la specialità che si occupa di questi problemi è La GNATOLOGIA: essa studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione"....si possono avere nelle arcate per cause varie locali o neuromuscolari o di patologie della Articolazione Temporo Mandibolare (che però possono essere oltre che primarie anche secondarie alla malocclusione stessa)... spostamenti degli altri denti, quindi precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione.....(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!): aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi: l'apparato Cocleare dell'Orecchio...(che determina la capacità di stare in equilibrio...ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali …. Il sintomo è la vertigine e il senso di caduta…..L’ACUFENE), gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione ...ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. le Articolazione Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture)...Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide .... Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile..perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura…sia che essa sia discendente …ossia a partenza da una malocclusione …sia che essa sia ascendente…ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. ha Bisogno di UN ECCELLENTE GNATOLOGO e di un altrettanto ECCELLENTE Posturologo che sia anche osteopata e fisiatra e collabori con lo Gnatologo ( Questo le dico perchè è mia prassi fare così in Gnatologia!!!) Le ho spiegato perchè...non entro nel merito delle terapie delle singole tre specialità...perchè senza averla visitata non è possibile ...infine …ci sono terapie…... di riabilitazione neuro muscolo-occlusale. Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto "sottile"…sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare…e non lo si può spiegare in due parole…tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio…senza averla visitata clinicamente …studiandone il caso…di persona. Sappia che in ogni caso... il Bite Plane…deve essere ben realizzato da persona competente….... sembra una "sciocchezza" ma non lo è...anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica...poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo ...ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore...è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite...così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari... il cervello...per così dire...in questo modo dimentica la posizione errata patologica memoriata da esso e si può trovare anche così...la nuova posizione della mandibola...quella "buona"..."corretta"...il bite infatti può essere terapeutico sintomatico...e diagnostico...una volta trovata la nuova posizione della mandibola si eseguono dei rilievi clinici che permettono di impostare una terapia !!! MI occupo di Gnatologia oltre che di Parodopntologia da oltre 33 anni...mi creda occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Solo se è fattibile può servire un bite per una terapia unicamente sintomatica e/o diagnostica….per dirle qualcosa di certo…ossia fare una DIAGNOSI e PROGRAMMARE UNA TERAPIA…bisognerebbe vederla Clinicamente…questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata…è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La BOCCA NEL SUO INTERO) sono complesse e richiedono CULTURA, INTELLIGENZA E CAPACITA' CLINICA OLTRE CHE TERAPEUTICA!!! …cordialmente suo Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo in Cagliari e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Egregio Marcello, il dente incluso d per se non le può dare la lombosciatalgia, casomai è la malocclusione che lei ha che potrebbe essere concausa della lombosciatalgia. Le relazioni tra occlusione e postura e scientificamente provato dunque oltre a un buon odontoiatra (ortodonzista)farebbe bene a consultare un ortopedico o meglio ancora (per me) un osteopata. La scelta o meno di togliere il dente occluso è una scelta che deve prendere il suo dentista. Da quello che vedo nella rx e dai suoi sintomi converrebbe estrarlo però è un giudizio da 300Km di distanza. Parli con un chirurgo orale. A Catania conosco il Dott. Marco Csonka, con il quale ho lavorato e ne conosco i meriti. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Carissimo Marcello, probabilmente è la cattiva occlusione che in qualche modo interferisce con i problemi posturali. Il dente incluso va tolto qualora si decide che non serve all'occlusione oppure che è impossibile rimetterlo in arcata (in questo secondo caso si deve pensare a rimpiazzarlo per creare uno scompenso nell'occlusione. Tutto ciò va deciso dopo una diagnosi corretta. Essa viene eseguita basandosi su un esame clinico approfondito e degli esami radiografici (telecranio laterale, frontale, ortopantomografia e, la più importante, la stratigrafia dell'articolazione temporo-mandibolare a bocca aperta e a bocca chiusa di entrambe le articolazioni). Grazie per averci contattato. Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento. Dott. Sergio Sambataro Direttore COS Centro di Ortodonzia e Gnatologia di Catania www.centrodiortodonzia.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Sambataro
Catania (CT)

Potrebbe in questo senso. Se fosse rimasto dello spazio a dx questo determina una torsione mandibolare a dx. Mi aspetterei però un compenso lombare sn. Se il molare dietro al 45 inclinato in avanti può andare in precontatto determinando una torsione mandibolare sn da cui mi aspetto un compenso lombare dx. Si faccia fare un bite secondo questi principi. Chiaro che prima va esclusa qualsiasi causa ascendente di tipo ortopedico. Saluti.

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Sig. Marcello, la sciatalgia non ha come causa primaria la mal occlusione che potrebbe essere una concausa. Conviene toglierlo dato che ho sempre dolore? Se il dolore è riferito al dente, probabilmente non ci sono grandi scelte. Le complicanze dopo l'avulsione potrebbero esserci, ma di norma sono informate prima di procedere all'intervento.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Convengo in tutto e per tutto con il collega Ruffoni: non c'è una univoca correlazione tra sciatalgia e malocclusione. consideri che spesso si possono associare problemi posturali che sono più spesso causa di problemi simili. è vero che ci possono essere delle condizioni tali per cui la malocclusione associata a parafunzioni (tipo digrignamento notturno) indotte da stati ansiogeni possono determinare fenomeni algici articolari e indurre delle alterazioni posturali craniosacrali, ma non credo proprio che ci sia una vera e assolutamente certa correlazione con il suo dente incluso; qualora quest'ultimo determini una sintomatologia specifica e una manifestazione infiammatoria allora deve essere eliminato. provi a consultare un osteopata cordiali saluti dr. Pierluigi Avvanzo Prof. a contratto di Chirurgia Orale e responsabile del Dipartimento di Chirurgia e Implantologia Orale della Clinica Odontoiatrica Universitaria di Foggia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Avvanzo
Foggia (FG)

Sig. Marcello la Sua sciatalgia non dipende dal dente incluso! La Sua malocclusione potrebbe parzialmente essere la causa di lombosciatalgia!Le consiglio una visita osteopa-medico. Saluti

Scritto da STUDIO ASSOCIATO YGEA
Trecastagni (CT)

Difficile che una lombosciatalgia dipenda da un'inclusione dentaria, mentre possibile che dipenda da un problema occlusale dico possibile in quanto più sono i disturbi della colonna caudali più è rara la loro correlazione con l'occlusione; vero è che comunque risolvendo l'eventuale problema occlusale o incoordinazione condilo meniscale se presente si possono eliminare le influenze negative a partenza occlusale più che un ortodonzista è importante per lei la valutazione di un gnatologo che non necessariamente può essere un ortodonzista cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia