Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Ho 20 anni ed ho un dente incluso precisamente il canino superiore/destro, che è bloccato nell'uscita dal dente da latte.

Scritto da bernardo / Pubblicato il
In primis mi scuso per l'ignoranza in materia e spero di farmi capire. Ho 20 anni ed ho un dente incluso precisamente il canino superiore/destro, che è bloccato nell'uscita dal dente da latte. Volevo spiegazioni e rassicurazioni per quanto riguarda l'operazione di cui mi hanno parlato, rassicurazioni sull'uscita del dente ed eventualmente i tempi necessari e le modalità varie. Grazie anticipatamente.
Si ci vuole l'estrazione del canino da latte, l'applicazione dell'apparecchio fisso e l'intervento per tirare giù il canino definitivo.. Questo lo dico a centinaia di km di distanza, ed è una diagnosi.. ad occhio. Ma dovrebbe essere così. I tempi sono molto variabili, ma l'unità di misura di un trattamento ortodontico si misura in anni, non in mesi. Nel senso che ci vorranno un anno e mezzo o due e mezzo. Questo lo devi chiedere al dentista. Ti dico solo che è una cosa assolutamente indovinata perchè avere il canino permanente al posto giusto in arcata è estremamente importante per la salute della bocca e della schiena. Infatti c'è una relazione fra la forma della bocca e la postura della colonna vertebrale. Quanto all'interventino, è una stupidaggine, meno fastidio, in una scala ipotetica dei fastidi, di una estrazione..! Quanto alla riuscita e alla fattibilità questo davvero non è possibile che noi ti possiamo rispondere, deve farlo il tuo dentista. Assicurati che sia un vero dottore laureato e che sia bravo in ortodonzia. Dopodichè fagli mille domande e fidati di lui. Peccato solo che nessun dentista se ne sia accorto per tempo, quando avevi 10 anni... Se preso per tempo..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Bernardo....un canino incluso..lo si aggancia ortodonticamente tramite un piccolo intervento chirurgico che ne "scopra" la parte "necessaria" della corona per l'agganciamento e, dopo aver tracciato chirurgicamente nell'osso del palato un invito al percorso che deve fare il dente ( e questo è il "trucco" se vogliamo dire così che velocizza molto il suo riposizionamento), lo si posiziona in sede ortodonticamente...il processo è abbastanza veloce...diventa lento se contemporaneamente a questo ci fossero disgnazie da correggere ortodonticamente e di cui lei non ci parla....di tempi come posso parlarle se non la conosco clinicamente?...è veloce di regola...comunque.................Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Bernardo, non conosco radiograficamente la sua storia, ma se lei si è rivolto a un odontoiatra che si occupa anche di ortodonzia, non dovrebbe avere nessun problema. Di norma gli interventi di questo genere sono svolti in anestesia locale, senza dolore durante l'intervento.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Penso che chi le ha proposto l'intervento, sia perfettamente in grado di gestire completamente il caso fino in fondo. Si fidi!

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Ciao Bernardo, giusto tutto quello che i sapienti Passaretti, Petti e Ruffoni ti hanno detto. Adesso è necessario risolvere il problema. Mi permetto di dirti che questo è un trattamento necessario.. ovvero indispensabile per la salute della bocca (e non solo). Quindi procedi tranquillamente con la terapia chirurgica e ortodontica, non aver paura dei dolori.. non ci sono (solitamente solo qualche fastidio). I tempi non sono predicibili e dipendono da troppe variabili (posizione del dente ecc ecc). Cordialmente, Gianluigi Renda.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

In coda a tutti pareri già espressi, con i quali sono in linea aggiungo, solo per informazione, che esiste la possibilità che il canino si possa presentare in anchilosi, te lo dico per esperienza personale di numerosi casi trattati, a volte l'anchilosi non si presenta in soggetti di 25 anni e potresti trovarla a 18, se così fosse, la discesa del canino sarebbe impraticabile e bisognerebbe pensare a soluzioni alternative vista l'importanza del canino in arcata. Cordialità Gustavo De Felice sapri (sa)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Aggiungo a quanto detto dai miei colleghi che deve aver fretta perché aspettando il canino incluso si può cementare all’osso ed allora non riuscirà ad essere portato in arcata. Dovrà naturalmente fare anche un po’ di spazio perché il canino di latte è più piccolo del permanente quindi dovrà fare ortodonzia e, a spazio sufficiente, si potrà procedere con l’intervento. Cordialità E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Bernardo, non deve pensare due volte a risolvere questa situazione, anzi è già troppo avanti con l'età. Il canino è un elemento troppo importante in arcata, perchè da la guida canina e cioè quando si disclude l'arcata in lateralità (andare con la mandibola lateralmente)è il canino che guida tale escursione, in mancanza di esso si avrà una guida di gruppo, cioè tutti i denti partecipano a tale movimento.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)