Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Ho un bimbo di 8 anni che ha un gemma sovrannumeraria in zona 1 1-/2 con diastema degli stessi.

Scritto da stefania / Pubblicato il
Buon giorno, io ho un bimbo di 8 anni che ha un gemma sovrannumeraria in zona 1 1-/2 con diastema degli stessi. Il mio dentista mi ha consigliato di fare l'estrazione in anestesia totale presso una struttura abilitata! xchè ambulatoriamente è più fastidioso ed essendo appunto un bambino vuole evitargli vari traumi!!!!!(anche xchè lo sappiamo benissimo che non si và molto volentieri dal dentista)..ora la mia domanda è questa?????? Che faccio? Io ho molta paura, considerato quello che si sente ogni giorno!!! Vorrei un parere da voi!!!! In attesa di risposta i miei più cordiali saluti!
Signora Stefania, valuti nella Sua zona un collega che utilizzi, l'analgesia sedativa mediante Ossigeno e Protossido d'Azoto.

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Cara Signora Stefania...faccia come le dice il suo Dentista che evidentemente non se la sente di fare lui l'avulsione ed onestamente la indirizza presso una divisione Ospedaliera od Universitaria di Chirurgia Maxillo Facciale ed Odontostomatologia o cerchi tra i Dentisti Pedodontisti della sua Città!!!...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Signora tutto dipende dalla effettiva complessità dell'intervento, non mi pare che un mesiodens o qualcosa ad esso affine come un sovrannumerario possa essere liquidato come questione da chirurgia ospedaliera,senza prima valutarne la fattibilità con metodiche ambulatoriali. Per esempio analgesia cosciente o magari veda da un pedodontista. Cordialmente

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Stefania, per accedere a una narcosi occorrono delle indicazioni ben precise, perché i rischi sono maggiori rispetto l'anestesia locale. La sedazione cosciente farmacologica o con protossido, potrebbe essere un buon compromesso se non esistono delle vere indicazioni all'anestesia generale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Credo che ad otto anni e per il problema presentato si possa intervenire usando un approccio più "tranquillo" vale a dire sedazione cosciente con protossido e, se necessario, benzodiazepine, metodiche assolutamente sicure ed efficaci. Quindi le consiglio la ricerca di un pedodontista abile e volenteroso.

Scritto da Dott. Paolo Nardin
Brescia (BS)

Sono perfettamente d'accordo con i colleghi che mi hanno preceduto, l'analgesia è una soluzione più giusta per il suo caso. Per saperne di più legga il caso clinico da me redatto: denti soprannumerari.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

I miei colleghi hanno risposto in maniera mirabile. Ci vuole un dentista che faccia piccola chirurgia ambulatoriale e nel contempo abbia la tecnica della sedazione cosciente con protossido d'azoto (legga i miei articoli sul sito). Ma per curiosità, cos'è, signora Stefania che si sente ogni giorno???

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Signora, francamente, se si trattasse del mio bambino, mi assicurerei prima che questo intervento non si possa realizzare in altro modo che sotto anestesia generale. Nella maggior parte dei casi, si può fare senza problemi con una sedazione più leggera, come quella mediante protossido d’azoto. Il trauma dell’anestesia generale, con tutto quello che comporta, è sicuramente più grande di quello dell’intervento in sé. Inoltre, sulla base dell’esperienza, avendo realizzato numerosi interventi sotto anestesia generale, le posso dire che raramente il caso è così complesso da richiedere effettivamente una sedazione più profonda o una vera e propria anestesia generale. Le consiglio quindi di recarsi con tutto il materiale radiografico (lastra e TAC se necessaria) da un pedodontista esperto, che le suggerirà la soluzione più appropriata. Cordialmente, Annelyse Garret Bernardin.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Annelyse Garret Bernardin
Roma (RM)

Gentile signora, L' intervento in sè dovrebbe essere semplice, il problema è che si tratta di un paziente di 8 anni che sicuramente non consente di operare normalmente. Le dico come risolviamo questi problemi nel mio studio di Lecce: collaboro con un anestesista ospedaliero molto capace che induce una sedazione farmacologica della durata necessaria all' intervento, se è necessaria la sutura, usiamo un filo riassorbibile, che non va rimosso Dopo di ciò il bambino può tornare subito a casa, tornerà in studio solo per dei controlli. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Solo se fosse davvero non collaborante ci sarebbe indicazione all'anestesia generale. Ma se il suo bambino è un normale bambino di 8 anni, un bravo dentista esperto con bambini saprebbe trattarlo senza alcun rischio aggiuntivo nel proprio studio. Tutte le altre informazioni già fornitele dai colleghi, in particolare sull'analgesia sedativa, sono da tenere in considerazione. Distinti Saluti

Scritto da Dott. Enrico Cauli
Roma (RM)