Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 4

Mia moglie soffre di osteoporosi e mi è stato detto che è rischioso sottoporla all'avulsione dei denti

Scritto da giovanni / Pubblicato il
Salve mi chiamo Giovanni vorrei sapere a riguardo di mia moglie che è paraplegica da circa 4 anni e da circa 6 mesi a causa di osteoporosi cronica prende una bustina di osteofos alla sera e un giorno a settimana una compressa di fosavance al mattino. Ora ha dei problemi ai denti diversi si muovono e verrebero tolti e fatta una protesi, ma il dentista non ha voluto intervenire in quanto è rischioso vorrei un vostro giudizio e consiglio di come agire in quanto gli fanno male e si muovono tutti. Grazie Cordiali Saluti
Caro Signor Giovanni...I bifosfonati rappresentano un’importante classe di farmaci, utile per il trattamento di patologie metaboliche e oncologiche (AIO)...Il loro meccanismo d’azione si basa sulla capacità di inibire il riassorbimento osseo mediato dagli osteoclasti...l’American Academy of Oral Medicine e l’American Academy of Oral and Maxillofacial Pathology. hanno dimostrato proprietà anti-angiogenetiche che porta ad una profonda soppressione del turnover osseo e riduzione o cessazione del rimodellamento osseo e soprattutto ad una necrosi ossea che si manifesta con un focolaio osteomielitico tipo banale patologia infiammatoria alveolare, refrattaria però alle comuni manovre terapeutiche ... tale focolaio tende ad estendersi alle zone limitrofe fino a manifestarsi con vaste aree di necrosi... l’osso esposto si presenta di colore giallo-biancastro, circondato da aree mucose fortemente edematose ed arrossate... molto dolorose e spesso con parestesie cutanee e sovrapposizioni ascessuali infettive. Le necrosi sembrano interessare soprattutto la mandibola . E' controindicata qualsiasi manovra chirurgica e tra queste l'implantologia... I denti si possono e si devono curare, sia endodonticamente che conservativamente o parodontalmente o con avulsiuone e protesi perchè la patologia non colpisce la struttura dei denti ... Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e riabilitazioni Orali Complete in Casi Clinici Complessi, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro signor Giovanni lo stimato dott. Petti le ha dato il motivo delle titubanze del suo dentista, ma anche detto quanto sia importante curare i denti di sua madre. Stia comunque tranquillo poichè per terapia per os ed intrapresa da appena 6 mesi non c'è alcun motivo di temere l'insorgenza di temibili complicazioni da osteonecrosi. Esse sono statisticamente insignificanti nel caso di sua moglie, cambi dentista e vedrà che non avrà problemi, se vuole maggior tutela allora si rivolga ad un centro universitario. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giovanni, non conosco l'anamnesi di sua madre, ma i rischi di osteonecrosi post- avulsione dentari, con terapia orale con bifosfonati sono minimi se vengono applicati degli appositi protocolli. Ritroviamo completamente diversi i rischi di osteonecrosi, nei pazienti che assumono o che hanno assunto bifosfonati, per endovena per effetti chemioterapici. Le consiglio di riparlare al suo odontoiatra del problema ed eventualmente metterlo in contatto con noi, che siamo a sua disposizione. ruffonidiego@virgilio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Si rivolga ad un altro dentista. Non vi sono grandi problemi per le dosi che sua moglie sta assumendo, ma solo piccole precauzioni da prendere, alla portata di qualsiasi dentista preparato.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia