Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Paura dell'estrazione dentale

Scritto da Fabio / Pubblicato il

Buongiorno a tutti, in seguito ad un eccesso di medicinali in fase infantile ed alla cultura dell'estrazione che vigeva 40 anni fa, mi ritrovo con una bocca completamente rovinata e il terrore del dentista. Dato che non riesco più ad affrontarlo ( sono due anni che convivo con un ascesso) mi chiedevo se nella zona di Verona o provincia esiste qualche struttura che utilizzi metodologie di anestesia alternative o un diverso approccio. Grazie Fabio

Ciao Fabio. Non Opero nei dintorni di Verona, ma un consiglio te lo voglio dare lo stesso. Le metodiche che abbiamo oggi a disposizione sono ben diverse da quelle usate anche solo quindici anni fa. Strumentario ed anestesie sono oggi cosi confortevoli, che tu non devi avere alcun timore del dentista. La tua condizione odontoiatrica ora forse non ti crea problemi più di tanto, ma nell'andare avanti con l'eta le patologie che possono subentrare per colpa dei denti, tu non immagini nemmeno quante sono. Prendi un po di coraggio e vedrai che rimarrai sorpreso, anzi ti chiederai: perche non ci sono andato prima? Cordiali saluti Dott Giglio Andrea www.studiodentisticogiglio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

No non si faccia attirare dall' anestesia totale o da altre metodologie "strane"... Ormai il timore della terapia odontoiatrica, pur comprensibile e "normale", vista l'invasione di una zona così intima come la bocca, è razionalmente non giustificato. L'anestesia locale pizzica molto meno di una zanzara... e la sua profondità è tale che molto pazienti si addormentano durante le terapie! :) Piuttosto scelga un dentista che le da piena fiducia e non abbia timore di confidargli le sue ansie. Inoltre, lo suggerisco spesso ai miei pazienti ansiosi nelle prime sedute, un' ottimo antidoto può essere prendere 15 gocce di ansiolitico mezz'ora prima dell' intervento. Se lo faccia prescrivere. Attenzione però a non guidare nelle ore successive, esita una leggera sonnolenza!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessio Bosco
Sanremo (IM)

La cosa giusta non è l'anestesia generale, ma farsi trattare in "sedazione cosciente" con protossido d'azoto-ossigeno.. Prova a vedere chi c'è nella tua zona tramite internet. La tecnica si chiama anche analgesia relativa secondo Langa. E' completamente innocua, chi la pratica è di certo un operatore gentile che saprà come aiutarti in tutto, io la uso dal 1985 e mi ha permesso di curare moltissima gente, anzi, TUTTI i pazienti, con grande serenità da parte loro. La uso in odontoiatria pediatrica su bimbi piccolissimi, anche 3 anni, per le cure dei denti da latte.. Vacci tranquillissimo e risolverai tutto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Fabio i tempi sono cambiati, dimentichi i suoi ricordi, vada a sentire il parere di qualche odontoiatra della sua zona e valuti le sue proposte. I consigli dati dai colleghi" ansiolitici o sedazione cosciente" sono ottime alternative che può discutere con il professionista che le da più fiducia. Gli odontoiatri della sua zona li trova ben descritti in questo portale. Dott. Ruffoni Diego.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non pensi neppure all'anestesia totale. Esistono vari tipi di sedazione cosciente, oltre a mezzi del tutto indolori, come il Laser ErYag per curare le carie non penetranti senza usare trapani ed anestesia. Si affidi ad un odontoiatra che applica tutte queste diverse metodiche (non creda di essere un caso unico, ne vedo spesso!!!) Dott. Nicola Passarin passarinlonigo@virgilio.it

Scritto da Dott. Nicola Passarin
Lonigo (VI)

Gentile Sig.or Fabio, l'ansia e la paura del dentista sono emozioni cosi' soggettive, che oltre a poter essere controllate con tecniche anestesiologiche mirate, in relazione alle problematiche che devono essere affrontate, spesso possono essere portate ad un livello di maggior razionalità a seguito del rapporto di fiducia, sicurezza e serenità che il Dentista riesce ad instaurare con il proprio paziente. Molto spesso è anche una questione di "filling" Dott. Mariateresa Grecchi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Mariateresa Grecchi
Verona (VR)

Egregio Sig. Fabio,gli altri miei Colleghi hanno già dato risposte esaurienti per cui non mi dilungo, volevo solo segnalarLe la possibilità di essere visitato, senza impegno alcuno da parte Sua, presso il mio studio sito in Peschiera del Garda dove opero anche con l'ausilio del Laser ErYag che permette di curare molti denti senza usare anestesia e strumenti rotanti tradizionali. Credo comunque sia obbligo da parte Sua farsi visitare almeno per avere un' idea delle problematiche cliniche. Se lo desidera si metta in contatto con me via mail.Cordialmente Dott. Nicola La Torre nicola.la.torre@email.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Nicola Walter La Torre
Peschiera del Garda (VR)