Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 9

Cure odontoiatriche e dosaggio antibiotici in caso di prolasso parcellare mitralico

Scritto da any / Pubblicato il
Salve, ho scoperto di avere un prolasso parcellare mitralico. il mio medico e il mio dentista hanno pareri diversi sull'uso dell'amoxicillina, uno sostiene che devo prendere 2 compresse prima di ogni intervento una ogni 8 ore e continuare con altre 2-3 post intervento , l'altro 2g un'ora prima. chi devo seguire? grazie
Cara Signora Any...le avranno spiegato certamente che il prolasso parcellare mitralico, provoca spesso una Insufficienza della valvola mitralica per flail del lembo posteriore ridondante. Non si può e non è serio nè professionale dare una risposta su disagio qualità di antibiotici per via "virtuale"...senza conoscerla clinicamente...la risposta comunque è facilissima e tra i due litiganti...Medico e Dentista "gode" il terzo: il "cardiologo" che l'ha in cura...è lui che deve decidere tipo, dosi e durata della somministrazione di antibiotici... o macrolidi ... mi sembra semplice e ovvio...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia in Cagliari, Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Any, ritengo che entrambi i protocolli siano validi per la prevenzione dell'endocardite batterica, perché entrambi sono citati in letteratura, di norma l'odontoiatra si assume tutte le responsabilità derivanti dalle sue prescrizioni effettuate prima dell'intervento.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Entrambe le raccomandazioni sono riconosciute, personalmente, salvo disposizioni diverse del cardiologo del paziente,consiglio, negli adulti, Amoxicillina 2 grammi per os 1 ora prima dell'intervento;nel caso di allergia alle penicilline un macrolide.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo pienamente coi colleghi. personalmente, faccio assumere 2 g di amoxicillina 1 ora prima di ogni intervento odontoiatrico che esponga alla possibilità di una endocardite batterica. quindi in tutte quelle pratiche che causano seppur minimamente, la fuoriuscita di sangue. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

I protocolli sono sovrapponibili. Saluti

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Direi che i colleghi hanno pienamente esaudito la sua richiesta. La profilassi standard prevede. Penicillina. 2 grammi 1 ora prima dell'intervento 1,5 grammi 6 ore dopo la prima somministrazione. Nei pazienti allergici alla penicillina. 1.5 grammi di eritromicina 2 ore prima dell'intervento. 500 mg. 6 ore dopo la prima somministrazione.

Scritto da Dott. Massimo Bezzi
Torino (TO)

Direi che i colleghi hanno pienamente esaudito la sua richiesta. La profilassi standard prevede. Penicillina. 2 grammi 1 ora prima dell'intervento 1,5 grammi 6 ore dopo la prima somministrazione. Nei pazienti allergici alla penicillina. 1.5 grammi di eritromicina 2 ore prima dell'intervento. 500 mg. 6 ore dopo la prima somministrazione.

Scritto da Dott. Massimo Bezzi
Torino (TO)

I due protocolli sono molto simili ed hanno lo stesso scopo: quello di proteggere le sue valvole già  danneggiate da un ulteriore danno provocato da altri batteri in arrivo dal cavo orale. La cosa migliore, a questo punto, è terminare qualsiasi estrazione, anche la più semplice, con accurata sutura, per minimizzare l'eventuale stress batterico.

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

cara Sig. Any, come già anticipato dai miei colleghi le due risposte sono sovrapponibili, ma in tal caso, dopo consulto con il cardiologo, io consiglio 2 g. di amoxicillina ( o macrolide in caso di allergia) un'ora prima dell'intervento e poi il monitoraggio post-operatorio in base al tipo di intervento, per evitare sovradosaggi.

Scritto da Dott. Fabio Vitulano
Roma (RM)