Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Ho una macchia nera su un incisivo

Scritto da Daniela / Pubblicato il
Salve ho una macchia nera su un incisivo e il collega dice di farla per evitare nel tempo che la carie possa danneggiare il dente io ho un po paura perché l' ultima volta che sono stata dal dentista per togliere la carie mi e venuta un iperemia pulpare, da premettere che ho cambiato dentista visto che questo si faceva pagare le consulenze telefoniche. Devo andare dal dentista il 28 mi date un consiglio? Grazie e un felice natale
Cara Signora Daniela...è stata dal dentista per togliere la carie e le è venuta una iperemia pulpare?... evidentemente non era stata fatta una DIAGNOSI corretta per impostare la giusta terapia...ora non abbia paura...la carie va curata se no distrugge il dente e, penetrando in esso, causa una Pilpite acuta con dolore violento e pulsante prima e poi se non si interviene una necrosi della polpa...quindi si faccia curare tranquilla...oggi non si soffre più per curare una carie...basta fare una giusta e competente diagnosi, come le ho detto ... e le spiego però alcune cose: il dolore è dovuto semplicemente ad un maggior afflusso di sangue nel dente tramite l'arteria che lo porta, dovuto ad un meccanismo di difesa nei confronti dello stimolo irritativo, questo maggior afflusso causa una pressione dentro il dente che è inespandibile e comprime le terminazioni nervose causando dolore esacerbato dallo stringere i denti...o dal "picchiettarvi sopra"...o dagli stimoli termici...in questo caso (che si chiama iperemia attiva) il processo è reversibile...la polpa si abitua ed in qualche giorno o settimana tutto scompare!...se invece il danno causato dalle tossine dei microbi continua si ha una alterazione della vena che fa uscire il sangue dal dente e succede che il sangue arriva con l'arteria e non esci più con la vena danneggiata...si ha pressione che può anche scatenare dolori forti...o essere talmente leggera da non causare dolori in questo caso anche molto lenta..le cellule della polpa del dente, arterie, vene, linfatici e tessuto nervoso, muoiono= necrosi...e si può formare una zona di osteolisi periapicale (pallina nera alla Rx) intorno all'apice della radice = granuloma, cisti...però è sufficiente da parte del dentista fare un semplice esame che si chiama di stimolazione termica: si saggia la risposta del dente ad un liquido che abbassa la temperatura istantaneamente a qualche grado sotto zero...dai 37 gradi che abbiamo in bocca...a -4 , il dente risponde con un dolore immediato: 1- se dura qualche secondo...il processo è reversibile e si aspetta, 2- se dura molti minuti, il dente è in Pulpite e bisogna devitalizzarlo subito. 3- Se non risponde al dolore vuol dire che il dente è in necrosi, è morto per infezione e bisogna devitalizzarlo in un modo particolare subito sotto protezione antibiotica! 4- Se non risponde al freddo ma risponde allo stimolo con "guttaperca" molto calda, allora significa che il dente è in necrosi, ma non completa..qualche zona di polpa vicino all'apice è ancora vitale (si chiama sintomatologia radicolare della polpa) e il dente và devitalizzato... ...ora non potendo raggiungere gli apici delle radici per la presenza della corona...per via normale...li si raggiungono per via retrograda ...sigillando..gli apici con MTA o Amalgama chirurgica priva di zinco...il concetto è questo:... ...Concettualmente i microbi presenti nella radice inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi ... tolti i microbi con la terapia nuova endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso. Per togliere il dolore basta fare questo una volta individuato il dente e fatta una diagnosi ...LE LASCIO UNA FOTO DI UN DENTE MOLTO DISTRUTTO PER UNA CARIE TRASCURATA...quindi si faccia curare... Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazioni Orali Complete in Casi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Daniela, non è certo la paura che risolve la macchia nera al suo dente, anzi la peggiora. Molte consulenze telefoniche sono a pagamento, perché il tempo è prezioso per tutti, i servizi di consulenza Dentisti Italia sono completamente gratuiti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Daniela, se c'è una lesione su un incisivo è indubbio che debba essere curata. Non risolverla adesso, che si può curare con una semplice otturazione, può significare un lavoro più lungo e costoso in seguito. Come criterio generale occorre ricordare che quando una lesione è riconoscibile anche dal paziente, vuol dire che è già parecchio avanzata. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Consulenza telefonica a pagamento, o meno, se c'è il problema va curato. Cordialmente, gianluigi renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile Daniela, una macchia o una carie? Vada dal dentista che saprà darle tutte le spiegazioni del caso. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Ma li trovano tutti gli altri i furbi? e gia difficile farsi pagare dopo le prestazioni, ma farsi pagare le consulenze telefoniche mi sembra come tel ai vari 899 è già assurdo fare consulenza telefonica farsela pagare poi diciamo che e' deontologicamente scorretto signora vada tranquillamente da un bravo dentista che le risolvera' il problema nel migliore di modi

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Cara Daniela mi consta che lei ha curato ormai tanti denti ed inserito impianti, ma ha davvero paura di una carietta adesso? Stia tranquilla e faccia come tutti i miei colleghi le hanno giustamente consigliato. Cordialmente Orazio ischia

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Daniela è meglio curare subito e risolvere il problema con una semplice otturazione mantenendo il dente vitale che aspettare e un domani devitalizzare il dente.

Scritto da Dott. Marco Pellegrini
Cesano Maderno (MB)