Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 9

Mi mancano parecchi denti sulla parte sinistra della bocca

Scritto da Laurent / Pubblicato il
Scusate se vi scrivo. Parto a dire che mi mancano parecchi denti sulla parte sinistra della bocca. Un giorno, mentre dormivo sentivo dei dolori non continui sull' orecchio sinistro. Veniva e andava questo dolore. Poi il dolore si spostava verso la parte superiore dell'orecchio stesso. Andai da un dentista perche' mi faceva male il dente del giudizio. Il dentista dopo che mi tolse il dente del giudizio (C'era una infezione), mi assicurò che i dolori erano dovuti al dente. Ma subito dopo i dolori continuavano. A volte anche dietro la testa. Andai da un altro dentista che mi disse di fare una visita maxillo facciale. L'ho fatta e il medico mi ha detto che per la mancanza dei denti le mandibole si muovono male e da cio e' venuto il dolore. Mi ha consigliato di mettere i denti e poi mettere una placca. Mi fanno rumore anche le mandibole. Sono passati 2 mesi e mezzo e io sono molto stressato. Ho paura. Non so quanto andra' avanti questa storia. Il dolore e' a volte forte sulla parte superiore dell'orecchio sinistro e io sto prendendo troppi antinfiammatori. Mi potete dire qualcosa di più?
Sig. Laurent, perdere tutti quei denti alla sua età preoccupa un pò, ma ormai è fatta e quindi deve immediatamente farsi costruire una protesi mobile da portare sempre ed un byte, oppure un byte con denti inclusi e solo dopo aver sistemato l'articolazione provvedere alla stabilizzazione con una protesi fissa. Per saperne di più legga l'articolo che si trova nella home page: Disfunzioni Cranio Mandibolari e postura. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gent.mo Sig. Laurent, i dolori da lei lamentati sono quasi certamente dovuti ad una disfunzione della ATM (articolazione temporo mandibolare)e la causa scatenante è la perdita degli elementi dentari non sostituiti protesicamente. In pratica accade questo: i denti posteriori (molari e premolari) oltre che avere una funzione masticatoria, hanno il compito di assicurare alla ATM una posizione di riposo corretta, fungono un po da barriera di protezione contro l'eccessivo arretramento del condilo mandibolare nella fossa articolare. La perdite dei suddetti elementi non sostituita, provoca nel tempo una mal posizione della mandibola che va a comprimere i legamenti articolari causando forti dolori; a questo si accompagna frequentemente una contrazione dolorosa del muscolo temporale che anch'esso non è in condizioni di trovare la posizione di riposo. Il dolore non rimane localizzato alla articolazione ma si trasforma spesso in una cefalea temporale: Il mio consiglio è quello di rivolgersi ad uno "Gnatologo" cioè ad un odontoiatra che si occupi specificatamente di queste problematiche e che partendo dalla realizzazione di un bite di riposizionamento mandibolare potrà porre rimedio ai suoi problemi. Dott. Francesco Tanda specialista in odontostomatologia, Implantologo, ortognatodontista e gnatologo in Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Tanda
Sassari (SS)

Caro Signor Laurent...Possono esserci relazioni tra il dente del giudizio estratto e l'orecchio medio ed interno ed esterno...e tra le stesse strutture auricolari e la articolazione temporo mandibolare e l'occlusione...vedo di spiegarmi:...Devo fare un piccolo preambolo anatomico : sappia che dal nervo alveolare inferiore, prima che entri nel canale della mandibola, si diparte verso l'interno il nervo linguale che innerva la metà corrispondente della lingua ...da questo nervo ... a ritroso c'è un nervo ...detto "la Corda del timpano" a forma di "arco" che lo unisce al Nervo Facciale (importante come dice il nome per l'innervazione degli organi della faccia), passando per gli organi dell'orecchio...non solo ma lo stesso nervo linguale come ho già detto, è un ramo del nervo Mandibolare che nasce dal Ganglio del Famoso Trigemino e passa sotto o vicino al dente del giudizio nel Canale Mandibolare. Perchè le dico questo?... per farle capire che un "risentimento a livello della bocca" può dare i sintomi che ha lei...in particolare cause gnatologiche (cattivi rapporti tra le arcate dentarie) e delle Articolazioni Temporo Mandibolari...c'è un intera specialità dell'Odontoiatria che studia queste patologie: La GNATOLOGIA: essa studia la “complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola “malocclusione”... L’avulsione chirurgica di un dente del giudizio incluso, a limite, può provocare spostamenti degli altri denti, quindi precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione...(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!): aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi: l'apparato Cocleare dell'Orecchio...(che determina la capacità di stare in equilibrio...ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali . Il sintomo è la vertigine e il senso di caduta ..L’ACUFENE), gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione ...ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. le Articolazione Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture)...Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide ... Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile..perché è uno dei primi muscoli a “saltare” in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura sia che essa sia discendente ossia a partenza da una malocclusione sia che essa sia ascendente ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. ha Bisogno di UN ECCELLENTE GNATOLOGO e di un altrettanto ECCELLENTE Posturologo che sia anche osteopata e fisiatra e collabori con lo Gnatologo ( Questo le dico perchè è mia prassi fare così in Gnatologia!!!) Le ho spiegato perchè...non entro nel merito delle terapie delle singole tre specialità...perchè senza averla visitata non è possibile ...infine ci sono terapie ... di riabilitazione neuro muscolo-occlusale. Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto “sottile” sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare e non lo si può spiegare in due parole tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio senza averla visitata clinicamente studiandone il caso di persona. Sappia che in ogni caso... il Bite Plane deve essere ben realizzato da persona competente ... sembra una "sciocchezza" ma non lo è...anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica...poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo ...ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore...è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite...così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari... il cervello...per così dire...in questo modo dimentica la posizione errata patologica memoriata da esso e si può trovare anche così...la nuova posizione della mandibola...quella "buona"..."corretta"...il bite infatti può essere terapeutico sintomatico...e diagnostico...una volta trovata la nuova posizione della mandibola si eseguono dei rilievi clinici che permettono di impostare una terapia !!! MI occupo di Gnatologia oltre che di Parodopntologia da oltre 32 anni...mi creda occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Solo se è fattibile può servire un bite per una terapia unicamente sintomatica e/o diagnostica .per dirle qualcosa di certo ossia fare una DIAGNOSI e PROGRAMMARE UNA TERAPIA bisognerebbe vederla Clinicamente questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La BOCCA NEL SUO INTERO) sono complesse e richiedono CULTURA, INTELLIGENZA E CAPACITA' CLINICA OLTRE CHE TERAPEUTICA!!! cordialmente suo Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Penso che il primo problema da cui partire e' la mancanza dei denti che lei non ha rimesso. E' una consuetudine di molti pazienti non rimettere i settori posteriori: tanto non si vedono. Da tale situazione inizia uno squilibrio della bocca dovuto alle sollecitazioni che esercitiamo normalmente. Si ha un sovraccarico di masticazione dei denti rimanenti con conseguente squilibrio delle forze esercitate dai musoli masticatori e cio' si riflette con un continuo sforzo esercitato da tutto il complesso che riguarda muscoli denti articolazioni. Il paziene normalmente non avverte sintoimi da ricorrere ad una soluzione, ma compensa suo malgrado abituandosi ad una situazione costantemente diversa. Da un disturbo funzionale che puo' essere reversibile si passa ad un condizionamento dell' articolazione temporo mandibolare che squilibrandosi costantemente si modifica ed e' li che siamo ad un punto di non ritorno. Una volta che il problema e' organico e' difficilmente, ma non impossibile, trattarlo. Nel suo caso opterei per un trattamento gnatologico ( byte plane costruito in dinamica cioè con rilevamento computerizzato per arrivare ad una occlusione non dico centrica, ma il piu fisiologica possibile costantemente controlata) , dopodiche ( un anno circa ) opteri per riabilitazione occlusale con elementi provvisori eventualmente corretti e quindi protesi definitiva
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Ti consiglio di consultare www.galiffa.it e in particolare il capitolo disfunzioni atm

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Sig. Laurent, il non ascoltare i giusti consigli dei medici, può portare alle conseguenze da lei descritte, ripristini i denti mancanti, poi si valuteranno le articolazioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Signor Laurent, perchè in due mesi e mezzo ancora non ha provveduto a reintegrare quel che la natura le aveva fornito e le vicissitudini della vita le han fatto perdere? Badi che era già in possesso della soluzione ai suoi problemi dalla visita maxillo. Cordialmente Orazio Ischia

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Lei ci chiede cosa fare, ma in coscienza gliel'hanno già consigliato!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Mettere i denti (definitivi) deve essere l'ultimo atto del suo percorso terapeutico: pensi prima a normalizzare la funzione della sua dinamica mandibolare

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia