Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 4

Ho dei dubbi circa lÂ’eventuale estrazione del mio dente n. 37

Scritto da Anna / Pubblicato il
Buongiorno! Ho 37 anni. Ho da poco iniziato una cura odontoiatrica in seguito a una visita effettuata da due dentisti diversi. Ho dei dubbi circa l’eventuale estrazione del mio dente n. 37. Un dentista mi ha prescritto un ritrattamento canalare con l’applicazione di perno moncone e corona. Secondo l’altro dentista, invece, l’unica soluzione per questo dente è l’estrazione, in quanto è in cattivo stato e pare vi sia qualcosa di rotto (purtroppo mi mancano informazioni più precise). Vorrei avere un vostro parere. Mi chiedo se coprire questo dente significherebbe solo rimandare il problema... Di recente mi è già stato estratto il dente 47. In assenza di questi due denti potrei avere problemi di masticazione? E'' raccomandabile e usuale la sostituzione di questi due denti? La loro assenza può provocare uno spostamento importante degli altri denti o altri scompensi? Il buco che rimane dopo l’estrazione può provocare ulteriori problemi/danni? Vi ringrazio in anticipo per il prezioso parere che vorrete darmi. Cordialmente. Anna
Salve Anna, io e i miei colleghi consigliamo sempre ai pazienti di salvare i denti e rimandare quanto più possibile l'estrazione dell'elemento.. anche quando la prognosi non sia lunghissima. E poi, quando proprio non sia possibile salvarlo, dopo l'estrazione sostituirlo. Questo perchè l'estrazione di un dente, causa indirettamente problemi all'antagonista (che col tempo si "allunga") e ai denti contigui (che si "adagiano sul vuoto lasciato dal dente estratto). Quindi, senza andare troppo nel sottile, togliendo un dente ne può compromettere altri tre. Cordialmente, Gianluigi Renda
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Cara Signora Anna...sono in perfetta sintonia col Dr. Gianluigi Renda... i denti si curano, non si estraggono...e se il Dentista le ha proposto il pernomoncone, ben venga il pernomoncone è quanto di più solido esista in protesi per salvare una radice o un dente molto compromesso e dura moltissimo di regola...personalmente in miei pazienti ci sono in bocca perni monconi fatti 25/30 anni fa e non hanno alcun problema!...per quanto riguarda l'assenza dei due secondi molari ...è importante che vengano rimessi o con l'implantologia..o con una protesi fissa = ponte...perchè se no gli antagonisti, non trovando più il contatto col dente mancante, si allungano (estrudono), portandosi dietro gengiva ed osso = parodonto e i denti distali e mesiali al mancante si inclinano verso lo spazio vuoto..questo crea problemi gnatologici importanti..in statica ed in dinamica occlusale e articolare (=ATM)...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Anna, non è possibile risponderle in modo esaustivo senza visitarla, certo mi associo a chi mi precede nel dire che è sempre preferibile curare, ad estrarre c'è sempre tempo. Quindi se il collega ha proposto una cura sarà certo in grado di portarla a termine con una buona aspettativa di successo. Cordialmente Orazio Ischia

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Anna, probabilmente entrambi i professionisti arrivano allo stesso risultato, uno è più conservativo e l'altro meno, ma non possiamo giudicare le condizioni del suo dente a distanza e darle la scelta più indicata.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)