Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Ho mal d'orecchio dopo l'estrazione di un dente

Scritto da concetta / Pubblicato il
Ciao sono Concetta, volevo esporvi un mio problema: un paio di giorni fa ho cominciato ad avere un dolore ai denti, all'inizio lieve, ma col passare dei giorni, pur prendendo un antidolorifico (Aulin), aumentava sempre più. così tre giorni fa sono stata da uno specialista che mi ha detto, dopo una radiografia, che c'era un' infiammazione al premolare superiore destro e visto il dolore fattosi insopportabile, ha deciso di estrarlo. appena tornata a casa, pur essendo ancora anestetizzata, ho avvertito un fortissimo dolore all'orecchio. era normale sentire dolore al dente, ma all'orecchio? Sono passati tre giorni e il dolore persiste ancora. a cosa può essere dovuto? Devo preoccuparmi? Grazie in anticipo per la vostra disponibilità. Cordiali saluti
Sig. Concetta, non deve preoccuparsi, ma dovrebbe contattare l'odontoiatra che le ha tolto il dente, che in caso di dubbio la invierà per una visita otorino.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Concetta...le è stato estratto un dente perchè aveva un dolore insopportabile... ma è assurdo...ma da chi è andata da un Dentista o da uno "stregone"...per il dolore all'orecchio ... le connessioni nervose sono tali e tante che è possibile...anche se improbabile...probabilmente oltre al dente questo "genio" di professionista le abbia causato qualche complicazione o non abbia fatto la revisione chirurgica dell'alveolo...mi dispiace parlare così di un collega...ma non lo considero neanche tale...se estrae un dente solo perchè ha un dolore forte...il dolore si domina in un dente qualsiasi patologia abbia...non mi dilungo...perchè stasera negli ultimi tre o quattro post ho risposto proprio a domande simili...spiegando come si controlla il dolore in un dente in pulpite o in necrosi...legga le mie risposte..quella per esempio con la lastra con i due granulomi...per non ripetermi ulteriormente...cara signora vada in dietro di una, due tre risposte e legga!...Cordialmente Gustavo Petti Parodontologia in Cagliari e Riabilitazioni Orali Complete in Casi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra  Concetta non corrispondono i tempi da lei indicati. Da due giorni mi fa male il dente dopo alcuni giorni aumenta il dolore... sia più precisa, gia' e difficile rispondere alle domande vie e mail , se poi non si ha dati precisi diventa ancora più difficoltoso. Gustavo, calma per favore...

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Gentile Concetta, dopo l'impeccabile dott Ruffoni, il sanguigno e Competente Dott. Petti, e la la risposta del saggio dott. Sanna, avrei voglia di porle un quesito: dolore fortissimo a parte (per trovare dolori incoercibili bisogna disturbare ben altre patologie, ed oggi nemmeno quelle), se per ipotesi avesse avuto lo stesso dolore ad un braccio o ad un occhio, se lo sarebbe fatto togliere per via di una non meglio identificata infiammazione? L'infiammazione è un sintomo molto generico e aspecifico; prima di un atto chirurgico irreversibile, come l'estrazione, andrebbe fatta una diagnosi. Cordialità Gustavo De Felice sapri (SA)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sig.ra Concetta, mi associo totalmente al collega Petti, perchè un dente con una tale infiammazione non si toglie assolutamente, ma bisogna fare una terapia antibiotica ed antinfiammatoria, tale da eliminare totalmente il dolore e la patologia in atto, solo dopo, eventualmente l'estrazione se non ci sono altre strade da prendere per salvare l'elemento dentale. Mi scusi, ma Lei non è andata da uno specialista.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Se la visita è stata fatta con dovizia, quindi abbia escluso l'interessamento di altri denti da processi infiammatori-infettivi, concordo pienamente coi colleghi che le hanno già sapientemente risposto. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Sig.ra Concetta ha già capito che qui nessuno le dirà mai che è stato giustificabile estrarre il suo dente così potentemente sintomatico, non lo faro neanch'io. Solo non posso fare a meno di ricordare a me stesso le innumerevoli volte che di fronte ad un paziente che arrivava in studio con dolori lancinati una volta sedato faticavo non poco a convincerlo a non estrarre il suo dente, a volte senza riuscirci. Il dolore che ancora accusa è assolutamente in linea con il ventaglio di possibili epiloghi di infiammazioni importanti come la sua, forse ci sta pure un certo trauma chirurgico, ma in linea di massima deve solo assumere dei potenti antiinfiammatori, magari il suo medico le consiglierà anche un'associazione con un cortisonico. Cordialmente Orazio Ischia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia