Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Seguito alla domanda: Il rapporto con il medico non pu├▓ che essere un rapporto fiduciario e non di prezzo

Scritto da michele / Pubblicato il

RINGRAZIO I DOTTORI CHE HANNO RISPOSTO E MI SCUSO SE MI SONO ESPRESSO MALE. Qualcuno però dice: se non puoi permetterti costi elevati ti accontenti e....stimati dottori! stiamo parlando di salute e di persone non di rolex o auto. Meglio di me sapete l'importanza che ha una dentizione sana per la vita di un individuo allora perchè, anche da parte dello stato, non cooperare affinchè chiunque possa accedere a questo tipo di cure? Non gioverebbe all'intera società avere individui sani? Quello che chiedo, in fin dei conti, é solo un po'di chiarezza. Dal canto mio sono anni che mi attacco gli incisivi superiori usando una pasta e l'attack,denti in resina rotti per un pugno, solo che adesso sono stanco di questa situazione.

 

Precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/1955_il-rapporto-con-il-medico-non-puo-che-essere-un-ra.html

Caro michele, all'ospedale Le Scotte, in Siena, si effettuano cure in convenzione sia per l'applicazione di protesi mobili che per impianti. i prezzi sono ampiamente vantaggiosi ed i professori che operano altrettanto competenti. Cordialmente, gianluigi renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Ma lei ha assolutamente ragione.. Non ho informazioni certe, ma alcuni stati molto progrediti come Norvegia, Svezia o Danimarca probabilmente concorrono a queste spese per i cittadini. Ma lì non c'è la mafia, o forse ha meno peso, e i mille problemi dell'Italia che nessuno riesce a risolvere, di destra o di sinistra che sia.. Noi siamo ora la sesta nazione del mondo (anche se questa classifica è solo economica e non tiene conto dell'indice di felicità della gente, per il quale potremmo già annoverarci fra i primi o forse molto indietro, non so) e questo nonostante centinaia di anni di malgoverno. Ci pensiamo se avessimo avuto governi efficienti dove staremmo?? Forse molto più in alto. Quanto alle protesi, l'Italia forse a causa di gestioni inopportune, non si può permettere (se non in rarissimi casi come gli ospedali citati dal collega Dr. Renda, che peraltro io non conosco) di contribuire. Per cui è tutto privatizzato. Provi ad informarsi meglio, e veda cosa esce fuori. Io, anche se non sono favorevole a parlare di prezzi qui, sono del tutto dalla sua parte: se io avessi contributi statali seri per aiutare i casi come i suoi, potrei essere solo contento, per me e per i pazienti. Si ricordi anche una cosa, che se ci si trascura, tutto va in peggio, fatalmente.. Lasci perdere l'attack e faccia qualcosa di buono in un modo o nell'altro per la sua salute orale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, la tecnica All on Four è solo una delle varie tecniche implantogiche. Io utilizzo altre metodiche: la mia preferita è quella di Scuola Italiana, mediante l'implantologia elettrosaldata. Inserisco, in sostanza, 8-10 impianti in un'arcata (che mi danno MOLTA più sicurezza di soli 4 impianti) e li saldo insieme con una barra in titanio. Nella parte chirurgica non si può fare NESSUN COMPROMESSO. Ma proprio questa elettrosaldatura, formando una palizzata solidissima, permette l'applicazione di una protesi più economica della classica ceramica su metallo, con un notevole risparmio di costi globali. Non è ancora una implantologia "per tutti" (diffidi fortemente dei 2-3.000 euro: è una cifra che non sta né in cielo né in terra), ma neppure una implantologia "solo per pochi" (quella dei 14.000 euro, per intenderci). Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondov├Č (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile paziente certamente la sua è un'argomentazione degna di considerazione, infatti tutti noi teniamo presente che l'escaletion dei costi nella nostra professione è cosa che ci rende invisi a molti dei nostri pazienti però allo stesso tempo non siamo noi gli artefici di questo, ma le leggi stringenti, la continua ricerca scientifica, che costa, le metodiche in evoluzione, i materiali più performanti, i requisiti sempre più elevati in tutti gli standard di qualità,i n studio e nell'odontotecnica.I nfine c'è poco da aggiungere purtroppo non tutti possono essere ben curati e ci dispiace. Cordialmente Orazio Ischia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signor Michele... almeno per quanto riguarda la mia risposta, il mio disappunto nasceva dal suo non capire che i costi di qualsiasi prestazione libero professionale...in particolare Odontoiatrica, dipendono da una infinità di fattori che non voglio ripeterle e mi ha dato "fastidio" ...scusi il termine che lei non comprendesse o non avesse compreso questo e che scaricasse colpe su noi Liberi Prifessionisti, colpe dicevo, che non abbiamo...se lei ovviamente fa ...come ora sta facendo...un rimprovero allo Stato Italiano, alla Sanità Pubblica che si disinteressa completamente della salute dei denti, del Parodonto, delle riabilitazioni orali in genere dei suoi cittadini...IO Gustavo Petti, Sono il PRIMO= a schierarmi al suo fianco perchè è indegno di un Paese Civile e Demopcratico tutto questo...ma noi Dentisti che esercitiamo una professione privata..cosa c'entriamo?...mi scusi?...è lo Stato che DEVE pensare alla salute dei suoi cittadini..e dare loro una assistenza sanitaria degna di un paese civile...civiltà, da cui evidentemente il nostro povero Paese è ben lontano!...ha tutta la mia solidarietà in questo mi creda...parlare per Web a volte da adito ad incomprensioni... Cordialmente...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Michele tutti condanniamo facilmente lo Stato dimenticando che lo Stato fa i conti con i nostri soldi. Le cure odontoiatriche sono costosissime e lo stato le garantisce, a tutte le persone che rientrano nelle caratteristiche L.E.A. (livelli, essenziali di assistenza), mi sembra già un grande sforzo. Nel suo caso forse, lei non doveva aspettare anni con automedicazione, lasciando peggiorare verso gravi livelli la sua bocca, ora dovrà spendere tutto ciò che non ha speso in questi anni, purtroppo dobbiamo imparare a prevenire e prevedere eventuali spese improvvise, senza pensare che lo stato debba provvedere a tutto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sig. Michele, persino il Presidente americano ha capito il suo concetto e sta provvedendo, per quanto riguarda l'Italia, conosce meglio di noi i disagi che da a noi cittadini, la penso come Passaretti. Non so se esistono in Italia, forse nelle Università di odontoiatria, dove però operano non i professori, ma GLI ALUNNI, Striscia docet, strutture pubbliche per risolvere il suo problema, certo che noi privati dobbiamo fare i conti con una burocrazia asfissiante, per tenere a regola i nostri Studi e ovviamente i costi si ripercuotono sui lavori, al di la del mero costo dei materiali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)