Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 11

Al mio compagno è stata praticata ieri l'estrazione di due denti. Non dovrebbe prendere per qualche giorno un antibiotico?

Scritto da ginevra / Pubblicato il
Salve. Al mio compagno è stata praticata ieri l'estrazione, nel corso di una stessa seduta, di due denti, con successivo inserimento di punti di sutura. Lui ha perso per un pò di tempo sangue, ma è stato mandato a casa dicendogli solo di mangiare cose fredde e, se voleva, di prendere un antinfiammatorio la sera. Ci sembra alquanto strano che non debba fare una cura antibiotica, visto che i denti estratti sono due (uno accanto all'altro) e che gli sono stati messi 3-4 punti. Non sarebbe opportuno prendere per qualche giorno l'augmentin? Grazie
Non è affatto scontato l'uso di antibiotici ad uso post-estrattivo. Ma si utilizzano solamente in quei casi di complicanze dovute ad attacchi batterici o inquinamento della ferita. Un eventuale supporto di antinfiammatori (All'occorrenza) è più che sufficiente. Naturalmente tutto ciò è riferibile ad estrazioni avvenute in modo non complesso e con strumentazione eccessiva.

Scritto da Dott.ssa Anna Wojdan
Roma (RM)

Oggigiorno si fa troppo abuso di antibiotici...concordo con quanto detto dalla collega che mi ha preceduto. Se le estrazioni non richiedevano l'utilizzo di una terapia antibiotica è probabile che la situazione non era accompagnata da un infezione batterica acuta che poteva causare complicanze.

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Perchè fasciarsi la testa senza essersela rotta? Personalmente, prescrivo di routine la terapia antibiotica solo in presenza di diabete o infezione in atto o nel caso di estrazioni lunghe e indaginose, durante le quali, il rischio di infezioni batteriche (a causa della saliva) è alto. Nel suo caso, visto che il collega ha finito l'intervento suturando i lembi, il rischio è ridotto veramente al minimo. Comunque, se vuole stare tranquilla, chiamo il dentista e senta da lui come mai non le ha prescritto antibiotici.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

La cosa che mi colpisce è, come in questo caso, che si indichi anche la marca del farmaco; cara Ginevra lasci al medico questa chance, vedrà che al bisogno le saprà indicare quello giusto. Attenzione alle allergie da farmaco, in particolare con le penicelline. Un abbraccio V.

Scritto da Dott. Valeriano Capone
Roma (RM)

Non necessariamente, spesso dopo estrazione può essere sufficiente il ghiaccio e alla bisogna un antidolorifico sempre prescritto dal medico.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

A lei sembra strano che non le hanno prescritto A.T.B, a me sembra strana la sua domanda. I farmaci si danno nel caso di necessità, non a prescindere.

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Mi fa piacere poter dare una risposta a questa domanda che troppo spesso tutti noi dentisti ci sentiamo fare, magari con una certa irritazione, ogni qual volta si presenta una fastidiosa sintomatologia algica dopo un'avulsione dentale, cosa che nessun paziente vorrebbe avere. C'è da dire al riguardo che è opinione diffusa da parte non solo dei pazienti, ma purtroppo anche della categoria dei medici curanti, che si renda obbligatoria la terapia antibiotica preventiva, non già per un'estrazione ma addirittura pure per praticare un'endodonzia. La cosa è bene dirlo non ha alcun fondamento scientifico anzi, ben dicevano i nostri nonni, tolto il dente tolto il dolore! Tale esagerato ricorso alle cure antibiotiche ha come effetto l'insorgenza di resistenze batteriche, visto che è assodato che per affezioni odontostomatologiche si abusa di antibiotici. Per esempio lo zimox cavallo di battaglia delle pennicilline ormai ha perso di efficacia e viene somministrato non più ogni 12 h ma ogni 8. Concludendo è bene tenere presente che quanto detto da i miei colleghi è assolutamente cosa che mi trova daccordo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Ginevra, se non ci sono patologie generali (vizi cardiaci, ecc) non è necessario associare la terapia AB dopo l'estrazione anche multipla di denti. Il Collega avrà giudicato la sua chirurgia particolarmente "pulita" e quindi non abbisognosa di copertura AB. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Ginevra, un vero odontoiatra conosce bene come svolgere la sua professione e sa benissimo quale cura farmacologica deve prescrivere. Se ci saranno complicanze può sempre contattare il suo dentista.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Secondo me assolutamente si, ci vogliono antibiotici per essere sicuri di minimizzare le reazioni. Cioè, se ne può fare anche a meno perchè l'organismo combatte da solo le infezioni fin dai tempi in cui, nelle caverne, mangiavamo carne cruda andata a male.. Ma oggi c'è la penicillina. Da 50 anni..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia