Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Vorrei sottoporre alla vostra attenzione lo studio del caso ortodontico fatto a mia figlia di 10 anni

Scritto da Paola / Pubblicato il
Buon giorno, vorrei sottoporre alla vostra attenzione lo studio del caso fatto a mia figlia di anni 10 inviandovi integralmente ciò che l'ortodontista mi ha dichiarato: A seguito dell'esame clinico, dell'esame dei modelli di studio, delle radiografie e dell'esame cefalometrico dichiaro che il paziente è affetto da: malocclusione di I classe scheletrica con biretrusione, morso scheletrico profondo (20°intermascellare) proalveolia superiore. Laterodeviazione mandibolare in occlusione centrica abituale. Classe molare II destra superiprima sinistra linea interincisiva deviata superiormente a sinistra e inferiormente a destra. Affollamento inferiore in zona canina destra, carenza di spazio per l'eruzione dei canini superiori.Deficit trasversale del mascellare superiore particolarmente localizzato in zona premaxillare. TRATTAMENTO: Correttivo ortodontico espansivo. FASE ORTODONTICA: Sup: possibile impiego di un espansore rapido tipo ragno per aumentare la dimensione premaxillare e favorire eruzione ed allineamento di 13 e 23 poi apparecchio fisso Inf: Bandaggio inferiore completo eventualmente ricorso a stripping, possibile ricorso a terapia neuromiscolare con placche di occlusione per favorire la centratura della mandibola. RISCHI E COMPLICAZIONI: la malocclusione è già ben strutturata data l'età dentale della paziente, distalizzare i primi molari è difficile perchè i secondi sono quasi erotti. In particolare spostare il centro dell'arcata superiore verso destra potrebbe non essere facile dato che il canino ha già poco spazio, se l'espansore non dovesse dare effetti sufficienti ad una soluzione esteticamente e funzionalmente accettabile si dovranno prendere in considerazione altre ipotesi come quella di estrazioni esempio il 14 e comunque un certo grado di asimmetria può sempre restare.fine Le mie domande sono:è proprio necessario togliere il premolare ad una bambina di 10 anni? Non si può far spazio togliendo per esempio le gemme dei denti del giudizio? E poi vorrei chiedere: non sarebbe meglio aspettare che scendano tutti e due i canini visto che quelli da latte sono già caduti e poi in base allo spazio rimasto intervenire come suddetto? Vi ringrazio fin d'ora della vostra gentile collaborazione e vi auguro un buon lavoro.
Alcuni concetti. -Bisogna intervenire subito, già è molto tardi. -I denti permanenti vanno tolti 4 o nessuno. Raramente 2 invece di 4. Quasi mai 1. Diffidare gravemente di chi pensa a togliere solo un dente: questo significa mantenere od introdurre asimmetrie fra dx e sx fatali per la funzione, per le articolazioni ATM e per la postura della colonna vertebrale. -probabilmente l'ortodontista che vuole trattare la bambina si accontenta solo di migliorare l'estetica e non pensa alla funzione. Quindi non si pone come obiettivo l'unico possibile: la perfezione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora Paola, mi sembra che il caso di sua figlia è stato ben studiato e credo che il suo ortodontista è molto competente. La prospettiva di estrazione di un premolare è stata avanzata come possibile eventualità e solo in un secondo tempo. Alla sua domanda se non si può estrarre il germe del 3° molare per ottenere più spazio rispondo di sì usando in tal caso un apparecchio per spingere i molari e poi i premolari ed il canino nello spazio ottenuto (pendulum o forsus). Sottoponga al suo dentista questo mio suggerimento e cordiali saluti E.Spagnoli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Paola... l'avulsione del primo premolare sup.dx, proposto, porterebbe ad una pericolosissima asimmetria gnatologiuca con possibili patologie occluso-gnatologiche che non è il caso di "creare". L'analisi già fatta dal collega ed amico Dr. Paolo Passaretti è perfetta e concordo con essa, in pieno. Per rispondere adeguatamente alle sue domande, non basta la diagnosi fatta da un altro collega...ma bisogna fare una diagnosi personalmente ed a questo si può arrivare solo con uno studio personalizzato cefalometrico dei piani e degli angoli che "passano" per formazioni anatomiche precise dello scheletro e dei tessuti molli...che si studiano di regola con una radiografia latero laterale ...modelli di studio e tanto altro ancora...questo si chiama check up ortodontico che è il solo che permette di fare una corretta diagnosi ed impostare una altrettanto corretta terapia...Cordialmente Gustavo Petti Parodontologo E Claudia Petti Ortodontista Pedodontista in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Pur non essendo ortodonzista, ( in studio è l'unica competenza odontoiatrica che affido ad un collaboratore esterno altamente qualificato) mi interesso ormai da molto tempo di riabilitazioni gnatologiche con particolari attenzione alle implicazioni posturali, utilizzando esami particolari come la pedana posturale e dinamica, il T-Scan e l'elettromiografia. Concordo assolutamente col collega Passeretti che ben raramente togliere un premolare( 4°) può portare ad una corretta funzionalità masticatoria, con tutte le sequele del caso. Di solito per mancanza di spazio si avulgono i 4° sia superiori che inferiori ( tecnica estrattiva ) per risolvere la mancanza di spazio nelle arcate dentarie...anche questo trattamento, pur essendo bilanciato e simmetrico, in un ottica futura di sviluppo gnatologico, crea altri problemi a livello funzionale, seppur ridotti rispetto alle estrazioni asimmetriche. D'altronde in alcuni casi NON si può proprio fare altrimenti. Da quanto però rilevo scritto dal collega ortodonzista, mi pare che sicuramente deve essere stato seguito un corretto iter diagnostico , tramite accurato check up ortodontico ( esame dei modelli studio della bocca, ortopantomografia, teleradiografia crani L/L ed eventualmente A/P , eventuale rx polso per età ossea del paziente ). La terapia poi, dipende da quello che il collega vuole raggiungere e se accetta, nei suoi lavori, dei compromessi. Importante è che anche il Paziente ne sia informato. L'ideale è ricercare la perfezione, ma non è detto che questa si riesca sempre ad ottenerla. Cordialmente G.Lazzari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Sig.ra Paola, in primis è richiesta l'espansione palatale, poi solo in caso d’insuccesso ci sarà una rivalutazione del caso che potrà portare all'avulsione di 2 o 4 premolari. Al momento non si deve perdere tempo e fare le cure più idonee, che forse tutto può andare a buon fine, senza avulsione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non voglio leggere le risposte dei colleghi.. perchè a 10 anni non si possono e non si devono prendere in considerazione estrazioni di denti sani. Per nessun motivo

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Buona la diagnosi ma sono troppi i dubbi sulla terapia non mi sembra l'approccio migliore per un trattamento di ortodonzia.

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Cara signora, sono particolarmente perplesso sia per il programma terapeutico del collega sia per alcune risposte dei colleghi: Dobbiamo comprendere che la correzione di disfunzioni (ad es linguali) ci garantiscono una risposta terapeutica e soprattutto un rischio inferiore di recidive varie. La invito a visitare il sito di Antonio Ferrante per vedere se nella sua zona ci sta qualcuno che condivida questa condotta terapeutica (guardi anche il nostro sito posturalab.com  per ulteriori info). Dr Prof Giuseppe Messina Odontostomatologo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Messina
Bagheria (PA)

La piccola dorme bocconi sul lato sinistro? Se la risposta è affermativa si spiega tutto.

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Sembra uno studio del caso accurato. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)